I ceci neri sono un’antica varietà di cece tipica del centro – sud Italia (Puglia in particolare).
Le notizie circa le proprietà di questo legume sono legate alla tradizione contadina che ne consiglia l’uso alle donne in gravidanza per l’alto contenuto di ferro.
Sembrano piccole pietre laviche, hanno bisogno di un ammollo di 48 ore… con un totale di 2 cambi di acqua.
Ieri mattina ho preparato la pasta e ieri sera ho assemblato il tutto

 

Lagane e ceci neri

Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 5 dicembre 2008

per la pasta
per 3 persone (considerate che ci sono anche i ceci)

  • 100 g di Mix Di Farine Senza Glutine Per Pasta All’uovo oppure si consiglia la Farina Schar per pane e pasta
  • 1 uovo
  • acqua q.b. per ottenere un panetto sodo e amalgamato (più o meno un cucchiaio e dipende dalla grandezza dell’uovo che usate)
  • 1 pizzico di sale

per completare il piatto

  • 150 – 200 g di ceci neri (se non li trovate usate i ceci classici)
  • 1 cipolla
  • sedano
  • sale solo alla fine quando i ceci sono cotti altrimenti restano duri
  • 1 aglio
  • 1 peperoncino
  • 2 – 3 cucchiai di olio

Mettete in ammollo i ceci neri per 48 ore
Poi fateli cuocere, possibilmente dentro una pentola di coccio, con la cipolla e il sedano per circa 2 ore e un quarto a fuoco basso.

Nel frattempo preparate la pasta.
Ho preparato il panetto, ho steso la sfoglia a mano…

e poi ho ritagliato le lagane con il mattarello apposito… più o meno… in realtà hanno la larghezza delle pappardelle (che sono più larghe delle tagliatelle)

per cui sono piuttosto strette le mie, secondo la regola classica le lagane devono avere 2 cm di larghezza.

 

con il mattarellino più stretto che mi aveva regalato Claudia, ho fatto dei tagliolini.
Ho anche il mattarellino con la misura media tra i due… li avevo presi a Pienza due anni fa (regalino di mamma)

questi me li sono pappati a pranzo con un filo di olio

 

La sera ho fatto saltare i ceci cotti, dentro una padella con 2 cucchiai di olio, un aglio e del peperoncino (io metà ceci li ho passati).

Nel frattempo ho cotto le lagane dentro la stessa acqua del ceci, appena cotte le ho fatte saltare in padella con i ceci.
Impiattate e versate un filo di olio a crudo

Il piatto è ottimo, pasta e ceci si sa, ma i ceci neri sono più delicati nel sapore di quelli classici, compatti e cremosi, buonissimi insomma!
Molto “ceciosi”

Se li trovate provateli anche perchè almeno per adesso sono prodotti in piccole quantità, e da piccole Aziende agricole.

Lagane e Ceci Neri
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                 

12 Commenti in “Lagane e Ceci Neri

  • 4 dicembre 2010 at 8:25
    Permalink

    buonissimo..amo i ceci..
    ma non conoscevo quelli neri..
    Grazie!!
    ciao
    Enza

    Rispondi
  • 4 dicembre 2010 at 8:52
    Permalink

    è da tempo che cerco i ceci neri, gli ultimi credo di averli mangiati un anno fa :( mi piacciono tanto!
    ottime le lagane e ceci! anche io ho comprato l'attrezzo per i tagliolini ma ero dubbioso sulla sua utilità, ma hai dissolto ogni mio dubbio con le tue foto, ora mi metto all'opera! :)
    buon we!

    Rispondi
  • 4 dicembre 2010 at 10:12
    Permalink

    Felixxxxxxxxxxx ho fatto il paneeeeeeeeeeeeee! E' venuto bene e soprattutto buonissimo! Ho fatto un mix di ricette, dosi, metodi per adattarlo alle mie possibilità e gusti e ….MIRACOLO! :X me ne sono pappati due caldi caldi ( due mini ciabatte!) per la gioia…!!!!:D …meno male che ho smesso di gioire…;))
    GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEE

    Rispondi
  • 4 dicembre 2010 at 13:34
    Permalink

    buonisssime entrambe tagliolini o lagane ma mi piace da morire il mattarello taglia pastaaaaaaaaaaaa!!! baci Ely

    Rispondi
  • 4 dicembre 2010 at 14:23
    Permalink

    Dopo tutti questi giorni senza ADSL, aprire il blog e vedere questa pasta a dir poco perfetta, mi fa tornare indietro di qualche tempo…

    Bellissimo post ma soprattutto perfetto l'impasto.

    Brava cara

    bacettini da me

    Rispondi
  • 4 dicembre 2010 at 16:40
    Permalink

    ragazze ma che bel look!!!! mette allegria e fa sperare belle cose :) brave
    Olghina bella questa pasta…st'aggeggio lo vidi st'estate in Puglia ma non lo comprai…stupida fui!!!! :-L ma l'ho visto anche qui da qualche parte. Bacioni ciccia e bacioni a Cappera perchè ho il vaghissimo sospetto che il vestitino al blog lei lo fece ;))
    :X

    Rispondi
  • 5 dicembre 2010 at 8:37
    Permalink

    Buongiorno! :)
    Grazie a tutti!
    I mattarellini si trovano in quei casalinghi piccoli che vendono prevalentemente solo robine di legno…

    Ragione hai Sonia: qui la grafica e la tecnica del blog sono solo nelle mani di Manu!

    Un abbraccio a tutti e buona domenica!

    Rispondi
  • 24 aprile 2012 at 22:33
    Permalink

    RISO E CECI NERI: ricetta tradizionale di Bitetto (piccolo comune in provincia di BARI): lessare separatemente i ceci e il riso (in proporzione 1 a 1 a secco) scolarli e saltarli insieme in casseruola con olio extravergine, aglio e qualche filetto di pomodoro (sammarzano sbollentato e spellato) pochi minuti. Occorre usare un riso a chicchi lunghi e sodi, tipo quello da insalata. Sul piatto si può aggiungere una spolverata di pepe nero macinato sul momento o di peperoncino ma ovviamente niente formaggio.
    SUL CECE NERO MI HANNO SPIEGATO A BITETTO CHE PER TRADIZIONE VENIVA DATO DA MANGIARE AGLI ANIMALI (EQUINI E BOVINI SOPRATUTTO) QUANDO AVEVANO PROBLEMI DI DIGESTIONE, E CHE PER QUESTO MOTIVO NON AVREBBE GODUTO BUONA REPUTAZIONE COME CIBO UMANO. I BITETTESI RITENGONO INVECE IL CECE NERO PIU' DIGERIBILE DEL CECE BIANCO E LO TENGONO IN VENDITA COMUNEMENTE IN TUTTI I NEGOZI DI ALIMENTARI.
    Fulvia

    Rispondi
  • 21 agosto 2012 at 13:18
    Permalink

    Ho un sacchetto di ceci neri di Maremma da mettere all'opera, e questa ricetta è sicuramente da provare! Se poi vuoi passare a trovarmi, io ho un po' di ricette gluten free :)

    Rispondi

Rispondi a fantasie Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>