Mince Pies Gluten Free di Caterina!

E con onore, pubblico oggi questa bellissima ricetta senza glutine, senza lattosio e senza proteine del latte della nostra cara amica Caterina.
Britannica d’adozione, eccellente insegnante d’inglese, si prodiga senza riserve per noi celiaci (soprattutto neodiagnosticati) da qualche anno ormai, affinché la nostra convivenza con la “Celiachia” inizi compiendo correttamente i “Primi Passi” (in neretto il nome del Gruppo Facebook da lei creato).

Non indugio oltre e lascio parlare lei, alla quale ci uniamo tutte nell’augurarvi un Sereno Natale insieme ai Vostri cari :)

Olga&Co.


MINCE PIES GF (ricetta MIA!)

Un po’ di storia…

MINCE PIES

Le “mince pies” sono dei dolcini inglesi tipici del periodo natalizio, delle crostatine coperte, con un ripieno di frutta secca, frutta disidratata, mele e spezie.
(La “pie” è infatti la crostata, di solito quella “coperta” come la torta di Nonna Papera)

Originariamente erano ripiene di carne, di solito di agnello: il ripieno di queste tortine si chiama infatti ancora “mincemeat” che sarebbe la carne macinata, poi venne convertito in frutta secca, spezie, ecc., probabilmente per una questione di costi.
In passato avevano forma ovale, a rappresentare la mangiatoia dove è nato Gesù ed era “coperta” come le fasce che avvolgevano il bambino.
Ora invece sono rotonde e non necessariamente coperte totalmente.

Avendo vissuto in Inghilterra, le ho mangiate spesso, a Natale. E le ADORAVO! Poi sono tornata in Italia e gli amici inglesi me le spedivano o portavano, in questo periodo. Successivamente però è arrivato il mio SGLUTINAMENTO e l’anno scorso ho deciso di studiare e ricavarmi una mia ricetta SENZA GLUTINE. Ho letto mille ricette, con glutine, per capire come adattare il ripieno ai nostri gusti e alla frutta che troviamo qui e poi ho sperimentato questa ricetta, che è venuta benissimo al primo colpo, grazie soprattutto alla fantastica frolla all’olio di Olga, che é perfetta per questo tipo di crostatine!

Il procedimento è un po’ lungo perché si preparano in due fasi, prima il ripieno e poi, dopo qualche giorno, la frolla e le crostatine vere e proprie, ma, se vi piacciono le spezie e il profumo di Natale per tutta la casa, non potete non provare a farle!

Inoltre si dice che se si mangia una mince pie ogni giorno, da Natale, fino alla “dodicesima notte” – 6 gennaio, l’Epifania – si sarà felici per 12 mesi :)

BUON NATALE – SENZA GLUTINE – A TUTTI!

Caterina :)

mince

Con questa ricetta si preparano circa 18 mince pies.

Ingredienti per il “MINCEMEAT” (Ripieno) – si deve preparare ALMENO 2 giorni prima!

  • 250 gr di FRUTTA SECCA così composta:
  • 100 gr uvetta sultanina
  • 50 gr albicocche secche a pezzetti
  • 50 gr fichi secchi – circa 4 – a pezzetti
  • 50 gr datteri secchi – circa 5 – a pezzetti
  • 1 mela verde Granny Smith tagliata a cubetti con la buccia
  • 1 arancia piccola non trattata – il succo e la buccia grattugiata
  • 1 limone non trattato – il succo e la buccia grattugiata
  • 50 gr di margarina 100% vegetale che sia garantita “senza glutine” (o burro per chi non ha problemi con il latte: il burro è comunque la scelta migliore per questa preparazione)
  • 100 gr di zucchero
  • ½ cucchiaino di cannella in polvere
  • ½ cucchiaino di noce moscata grattugiata
  • 2-3 chiodi di garofano ridotti in polvere
  • 2 cucchiai di Brandy

mince collage

Sciacquare bene l’uvetta secca, ma non serve lasciarla in ammollo.
Asciugarla brevemente e mettere tutti gli ingredienti, tranne il Brandy, in una pentola e mescolarli bene (foto 1)
Mettere la pentola sul fuoco, e portare ad ebollizione, lasciando però il fuoco basso e mescolare di tanto in tanto.
Far bollire per 10 minuti o finché il succo si è asciugato quasi del tutto.
Spegnere il fuoco, mescolare bene e far raffreddare.
Quando il composto è tiepido, aggiungere il Brandy e mescolare di nuovo (foto 2)
Far raffreddare completamente, travasare in una ciotola che si possa chiudere, meglio se in vetro, e mettere in frigo, per almeno un paio di giorni. Più tempo sta lì, meglio è! :)
Questo composto si conserva benissimo in frigo per un mese e mezzo circa.

Dopo un paio di giorni, si può passare alla seconda fase.

Preparare una frolla morbida. Io ho fatto quella dei “Biscottini all’olio” (trovate la ricetta QUI) e ho aggiunto un pizzico di lievito per dolci garantito SENZA GLUTINE.

Seguire la procedura per fare la frolla e farla raffreddare bene in frigo. Se volete accelerare i tempi, si può mettere un po’ in freezer.

Stendere la frolla abbastanza sottile, 3 mm circa, e tagliarla con un coppapasta o un bicchiere grande (io ho usato quello da birra da 1 pinta) in modo che il disco ricavato sia abbastanza grande da formare una crostatina nei buchi dello stampo da muffins. Se non avete lo stampo, si possono usare quelli da muffins singoli in alluminio “usa e getta”.
Io metto la cartina pieghettata da muffin, ma si può rivestire ogni “buco” con della carta da forno tagliata a misura oppure imburrando bene e passando della farina SENZA GLUTINE sullo stampo.

Dalla frolla, adesso con uno spessore di circa 2 mm, ricavare dei cerchi o un’altra sagoma, con un taglia-biscotti, che facciano da copertura: potete usare la forma che più vi piace, io ho fatto delle stelle. (foto 3)
Attenzione che se coprite ogni “crostatina” con un cerchio chiuso, ricordate di saldarlo bene sui bordi, basta un goccino di acqua, e di fare uno o due buchini con uno stuzzicadenti per consentire al vapore, che si forma in cottura, di fuoriuscire.

Il segreto della frolla è che deve essere freddissima.
Io ho preparato la base delle crostatine e le ho messe in freezer con lo stampo, finché preparavo i biscottini da mettere come chiusura.
Riempire le crostatine con un cucchiaio circa di composto e coprire con la stella (o quello che avete preparato).
Io le ho rimesse in freezer, sempre con lo stampo, per qualche minuto, prima di infornarle.

Spargere un pochino di zucchero di canna o granulato sulla superficie, basta poco, dunque non con una pala! Fatelo a mano, come se metteste l’origano sulla pizza 😉
Infornare a 180° per circa 15 minuti. Dopo i primi 10 minuti, controllate che non si scuriscano troppo. In pratica deve cuocere solo la frolla, perché il resto è già cotto e devono rimanere morbidine, non sono le nostre crostate.

Avrete un delizioso “profumo di Natale” per tutta la casa, sia quando preparerete il ripieno, che quando cuocerete le mince pies!
Si consiglia di servirle calde accompagnate da una pallina di gelato* alla crema o ad una crema* al Brandy (*attenzione che siano SENZA GLUTINE!)
Per riscaldarle, basta passarle in microonde per pochi secondi. Attenzione a non scottarvi mordendole, perché il ripieno si scalda moltissimo!

Si conservano per qualche giorno in una latta o in un sacchetto di plastica. Oppure, come ho fatto io, si possono congelare. Io le ho messe in freezer direttamente con la teglia, dentro ad un sacchetto di plastica. Una volta congelate bene e “in forma” le ho trasferite in una ciotolina da freezer.
Basterà poi toglierle dal congelatore qualche ora prima, e scaldarle poi in microonde per qualche secondo. Oppure metterle in forno direttamente, da congelate, per 10 minuti.

Merry Gluten Free Christmas to you all! :)

PS. Se vi avanza della frolla, potete metterla in congelatore oppure impastate insieme un po’ di cannella e ricavatene dei deliziosi biscottini natalizi 😉


 

Grazie di nuovo a Caterina e un abbraccio a tutti!

Olga

Crostata Crisp


E il dolcino per la colazione? Con questo caldo? Sì con il crisp del microonde si può anche fare.
Tenuto conto del diametro del piatto crisp, viene un “crostatone”, ma buono buono, quasi meglio che nel forno tradizionale. Almeno, a me è piaciuta e sì che con le crostate ci litigo spesso: quasi mai vengono come piacerebbero a me.

crostata crispVi servono: Continua a leggere

Crostata con le fragole


La ricetta della crostata è quella della Nonna Maria la tata di mia figlia Valentina. La facevo sempre in versione glutinosa ora l’ho sglutinata usando il Mix di farine naturali per crostate di Olga. Con lo stesso impasto faccio anche i biscotti e le frolle ripiene di marmellata.

dal-basso-1-definitivo Continua a leggere

Eventi
Libri

Unknown

… dal 6 giugno 2010
marzo: 2017
M T W T F S S
« Feb    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Networkedblogs
Pinterest Felix
Follow Me on Pinterest
Feed RSS