Polenta Morbida con Fagioli e Cavolo Nero

Una polenta calda e morbida che utilizza la qualità di farina di mais “fioretto” ed il cavolo nero (ortaggio d’eccellenza che si può acquistare nei mercati già a partire da adesso).
Nella ricetta tradizionale era prevista l’aggiunta delle cotenne di maiale, ovviamente qui nella mia non ce n’è traccia, in ogni caso ve ne indico la quantità tra gli ingredienti semmai voleste aggiungerle.
Si tratta di una ricetta “lenta”, ma le polente veloci non son polente 😉

polenta

 

dosi per 4 persone:

La proporzione di farina e acqua per una polenta morbida è di 1l per 200 g di farina

  • 200 g di farina di mais fioretto per polenta*
  • 200 g di fagioli borlotti secchi
  • 400 g di cavolo nero già pulito
  • 1 cipolla
  • 2 chiodi garofano
  • acqua bollente q.b.
  • sale e olio extra vergine d’oliva
  • (se volete aggiungere: 200 g di cotenne di maiale)

Mettete in ammollo i fagioli almeno 8 ore prima.

Sciacquateli e metteteli in pentola con la cipolla intera steccata dai due chiodi di garofano (a questo punto dovreste aggiungere le cotenne lavate e tagliate a dadini).
Copriteli d’acqua fredda circa 3 dita sopra e fateli cuocere lentamente.
Nel frattempo tagliate a pezzetti le foglie del cavolo nero e cuocetele al dente.
Quando i fagioli cuociono già da circa 1 ora e mezza, aggiungete il cavolo lessato e proseguite la cottura ancora un’ora e mezza.

I fagioli quindi dovranno cuocere per 3 ore in tutto.

Quando il tutto è cotto: versare questa minestra di fagioli e cavolo nero dentro un paiolo di rame (io ho quello con il motore elettrico che mescola la polenta e fa da solo) ed aggiungere circa 500 g di acqua bollente, 1 cucchiaio di olio e 1 cucchiaio di sale grosso (ho cercato di calcolare quanto altro liquido ci volesse oltre quello di cottura della minestra), versare a pioggia la farina di mais fioretto e portare a cottura sempre mescolando (ci vogliono circa 45 minuti e deve rimanere morbida).

Altrimenti se non avete il paiolo che fa da sé, versate l’altra acqua, l’olio, il sale e la polenta dentro la pentola dove avete cotto la minestra e sempre mescolando con un cucchiaio di legno portate a cottura.

Servite caldo, con un filo di olio a crudo ed una spolverata di pepe nero

Se poi vi dovesse avanzare…

polenta1

tagliatela a fette, posatela dentro una teglia unta, cospargete con dell’ottimo formaggio tipo Valtellina Casera, il tempo che questo si sciolga ed è pronta :)
Naturalmente senza glutine e buonissima :)

Un abbraccio!

Olga

*I prodotti contrassegnati per essere di sicuro consumo da parte di un celiaco devono riportare la spiga barrata e/o il claim “senza glutine” in etichetta o trovarsi sul prontuario dell’AIC.

Share

Polenta e Bisi con Pancetta


Freddo fa! O meglio io sento freddo, mai sentito tanto come da quando sto a casa nuova, del resto quella di prima era una specie di forno a microonde sempre acceso, quindi ho fatto un salto di temperatura non indifferente.
E l”altra sera per scaldarci polenta e vino rosso.
Questa ricetta (sempre trovata sull’enciclopedia della cucina) è deliziosa, credo sia stata una delle mie prime polente del dopo diagnosi di celiachia, quando cercavo varianti su varianti.
E’ saporitissima senza contenere tanto burro e formaggio. Ve la riporto con le dosi mie ed accanto quelle originali del libro.
A me queste preparazioni piacciono cremose, quindi uso mescolare la farina di mais rustica con quella molto più fine fioretto, ma ovviamente va a gusti 😉

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Share

Polenta e Zucchine


Per l’ultimo freschetto, un accostamento insolito, anche piuttosto leggero, che unisce la fine dell’inverno e l’inizio della primavera…
Ricetta trovata sull’Enciclopedia della Cucina di Repubblica :)

Polenta e zucchine
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 16 ottobre 2007

Continua a leggere

Share
Eventi
Libri

Unknown

aprile: 2017
M T W T F S S
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Networkedblogs
Pinterest Felix
Follow Me on Pinterest
Feed RSS