Pagnotta con Semini, Farina di Avena e Li.Co.Li

Credo di avere una montagna di ricette da pubblicare (di quasi un anno), son tutte prove di lievitazione con il Li.Co.Li e farine nuove uscite sul mercato.

Queste sono due pagnottine realizzate la scorsa estate con il Li.Co.Li allora nuovo e fresco fresco :) e la farina di avena ormai accessibile a noi celiaci.

Pane Avena

©Pagnotte con Farina di Avena©

  • 500 g di Mix O/Felix (cliccate sulla scritta rossa ed andrete alla composizione del mix utilizzato da cui ho tolto 50 di glutafin e messo al suo posto 50 g di farina di avena: io ho usato quella Revolution certificata senza glutine)
  • 1 cucchiaio di semi di lino e di sesamo
  • 380 g di acqua
  • 150 g di licoli (cliccate e andrete alla ricetta per realizzare questo tipo di lievito madre)
  • 20 g di olio
  • 8 g di sale

Procedimento 

Versare nella ciotola della impastatrice tutte le farine, aggiungere il licoli, azionare il gancio e pian piano unire l’acqua. Come vedete che l’impasto inizia ad amalgamarsi aggiungere l’olio a filo e per ultimo il sale. Lavorare bene l’impasto per almeno 5 minuti.

L’impasto si presenta morbido.

Fate lievitare dentro la ciotola stessa: generalmente 150 g di licoli molto attivo lievitano 500 g di farina in circa 8 ore d’estate (come fu in questo caso) ma si può arrivare a 12 ore in inverno.

impasto avenaL’impasto a me lievitò tantissimo, triplicando, ma era anche il mese di luglio.

E poi al solito: ho spolverato il piano di lavoro con un misto di farina di riso e mais (sempre ottimo lavorare i nostri impasti sul tappeto di silicone) ho rigirato l’impasto nella farina delicatamente, ho spezzato l’impasto in due parti e senza rilavorarlo ho dato, molto delicatamente, ad una parte forma ovale e all’altra ho fatto un buco al centro per la forma a ciambella.

Ho acceso il forno e portato a 250° con la pietra refrattaria dentro; ho atteso 40 minuti, ho infornato e subito abbassato a 220° per circa 12 – 15 minuti.

Trascorso questo tempo, ho ancora abbassato a 200° e proseguito la cottura altri 25 – 30 minuti.

Questo l’interno

Fetta AvenaPer un pane leggerissimo e gustoso.
Provate la farina di avena :)

Un abbraccio!

Olga


 

Share

Impasto al Latte per Panini al Forno; Bombe, Ciambelle, Krapfen Fritti

Arrivo all’ultimo minuto dell’ultimo giorno di Carnevale, ma forse ancora in tempo. Questo impasto ci ha entusiasmato, oltre ad essere senza uova, rende ottimamente per sapore (retrogusto zero), morbidezza (il prodotto si mantiene morbido per circa 24 ore) e leggerezza (ogni panino che vedete pesa meno di 20 g).

L’accoppiata vincente (e nelle dosi che vedete) è tra la Farmo fibrepan (già una ottima farina) e la nuova Agluten per pane che è stata davvero una bella sorpresa: tutto viene sempre molto morbido, leggero, asciutto e non umido. Insieme sono eccellenti per questo tipo di impasti tipo brioche.
L’idratazione che trovate è alta e ci è voluta qualche prova per capire quale fosse ideale per avere un prodotto non eccessivamente appiccicoso e né troppo solido che penalizzerebbe la morbidezza.

Come vedrete l’impasto si cuoce benissimo al forno e si frigge con risultati ottimi.
Ci siamo anche dannate per far venire quella benedetta riga bianca su ciambelle e bomboloni: sogno proibito di ciascuno che si accinge a friggere questo tipo di prodotto e che – abbiamo appurato – NON dipende dal fatto che utilizziamo un impasto senza glutine: se la riga non deve spuntare non spunta nemmeno con glutine.
Sono altri i fattori che la influenzano, ma andiamo per gradi.

panini al latte

©Impasto base al latte©

  • 280 g farmo fibrepan o Koilia da 1 kg in vendita al Todis (sono la stessa farina)
  • 220 g agluten (nuova confezione)
  • 50 g burro (morbido temperatura ambiente)
  • 60 g zucchero
  • 380 g latte
  • 90 g acqua (idratazione totale pari a 470 gr.)*
  • 10 g ldb secco o 20 g di quello fresco
  • un pizzico di sale

Continua a leggere

Share

Piadine con Esubero di Li.Co.Li e Mix di farine naturalmente senza glutine

Il Li.Co.Li generalmente non crea problemi di esubero, tuttavia può succedere che soprattutto all’inizio – quando ha bisogno di tanti rinfreschi per renderlo ben attivo – ci si ritrovi con degli scarti: non buttateli e fateci le piadine che sono veloci e potete congelare :)

Queste che vedete in foto sono realizzate con un Li.Co.Li di sola farina di Teff (per questo le vedete scure) ed il mix di farine naturali per pasta all’uovo

piadine esubero1

 

La ricetta è a occhio perché dipende da quanto Li.Co.Li di esubero avete da far fuori, vi servono:

  • Li.Co.Li in esubero (cliccate per vedere come si realizza questo tipo di lievito)
  • il mio Mix per pasta all’uovo solito, fatto con 50 g di farina di riso finissima; 125 g di amido di mais; 125 g di fecola di patate a cui ho aggiunto 7 g di xantano (quindi 300 g di farina in tutto che a me è avanzata per circa 170 g di Li.Co.Li in esubero)
  • un grasso: olio (io qui olio) o strutto
  • sale

Versate il Li.Co.Li dentro una ciotola ed aggiungete tanta farina quanto ne assorbe, il grasso scelto ed il sale.
Impastate tranquillamente a mano: dovete ottenere una palla morbida, per nulla appiccicosa e che non deve lievitare.
Fate tante palline della grandezza desiderata e stendetele: si stendono molto facilmente.
Cuocete sul testo apposito o in una padella antiaderente.

Una in cottura si è gonfiata a palloncino…

collage piadina

Sono ottime e si arrotolano senza rompersi :)

piadina esubero2

 

Un abbraccio!

Olga

Share
Eventi
Libri

Unknown

aprile: 2017
M T W T F S S
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Networkedblogs
Pinterest Felix
Follow Me on Pinterest
Feed RSS