Pagnotta farine naturali e moringa con lievito madre liquido


In America ho trovato la farina di Moringa ricca di Vitamina A, C Ferro e Calcio e quindi ho pensato di metterne una piccola quantità nel pane con farine naturali e lievito madre.

Il mix di farine naturali è quello base che trovate QUI, leggermente rivisitato per l’occasione :)

pane moringa

Il risultato è un pane completamente naturale con un leggerissimo retrogusto di menta dovuto alla moringa. Questa farina è senza glutine e la si può comprare anche on line.

moringa

Ingredienti:

  • 200 g Fecola di patate
  • 150 g Farina di riso finissima
  • 100 g Farina di grano saraceno bianca
  • 20 g Amido di mais
  • 20 g Amido di tapioca
  • 10 g Farina di moringa
  • 15 g Xantano
  • 408 g Acqua
  • 160 g Lievito madre
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 cucchiaio di olio EVO

Sciogliere il lievito madre nell’acqua  con 1 cucchiaino di zucchero. Mescolare le farine con lo xantano, aggiungere l’acqua con il lievito madre e fare impastare il tutto con la planetaria. Una volta ottenuto un impasto omogeneo aggiungere il sale, il cucchiaio di olio EVO e continuare ad impastare finchè l’olio si è completamente assorbito.

Lasciare lievitare fino al raddoppio;  non abbiate fretta ci possono volere anche 8/10 ore tutto dipende dalla potenza del lievito e dalla temperatura ambiente. Portare il forno a 250° con dentro la pietra refrattaria dove sopra deve essere appoggiata la pentola di pirex o ghisa con il suo coperchio. Lasciare arroventare ben bene la pentola.

Infarinare la pagnotta, scaravoltarla nella pentola e chiudere quest’ultima con il coperchio. Lasciare cuocere per 40 min. con il coperchio poi altri 20 min. senza il coperchio.

Utilizzando la cottura in pentola non è necessario spennellare la pagnotta con l’emulsione di olio e acqua per ottenere una bella crosta croccante.

 

fetta pane moringa

Un abbraccio :) Lidia

 

Pagnottina Naturale con Farine di Riso Integrale e Grano Saraceno

Ho voluto riprovare un mix per pane senza farina di sorgo, sappiamo che è ottima e che ha una resa che tutte le altre farine naturalmente senza glutine non hanno, pur tuttavia diventa ancora un po’ complicato trovarla sul mercato, per cui sperimentiamo una alternativa comunque buona: questo pane è piaciuto moltissimo anche a chi non è celiaco e di solito non mangia senza glutine.

L’esperimento che vedete non contiene farina di sorgo né amido di mais; è presente invece la farina di grano saraceno quella più scura (quella più diffusa cioè). Questa ultima tende di solito a mantenere più umida la mollica del pane, la quale proprio per questo durerà più a lungo anche nei giorni seguenti senza seccare né sbriciolarsi.

Se vi va di provare :) per due pagnotte di circa 300 g ciascuna vi servono:

pagnottina granosaraceno

 

  • 210 g di farina di riso integrale fine fine* (ottima e certificata senza glutine quella Probios)
  • 60 g di farina di grano saraceno*
  • 60 g di fecola di patate*
  • 60 g di amido di tapioca* (certificato lo trovate Farabella, se non lo avete sostituite con l’amido di mais)
  • 10 g di xantano (anche questo Farabella certificato ed è anche conveniente)
  • 5 g di lievito di birra secco o 12 di quello fresco
  • 20 g di olio extra vergine di oliva
  • 8 g di sale
  • 350/360 g di acqua tiepida di rubinetto
  • 1 cucchiaio di semi misti

Mescolate tutti gli ingredienti secchi dentro la ciotola dell’impastatrice: farine, xantano, lievito di birra secco
Versateci dentro l’acqua tiepida ed iniziate ad impastare
Quando si presenta amalgamato unite l’olio: fateglielo assorbire
A questo punto unite il sale e se volete 1 cucchiaio di semini misti (lino, girasole, zucca) e lavoratelo ancora per 5 minuti.

Tappate la ciotola e fatelo lievitare fino al raddoppio: è piuttosto rapido in circa 1 e 30 minuti dovreste trovarlo bello gonfio.

A questo punto accendete il forno su 250 ° con due ciotole di pirex dentro in modo da arroventarle poggiate sulla refrattaria.

Spolverate il tappetino di lavoro con farina di riso ribaltateci sopra l’impasto e molto delicatamente con una spatola dividetelo in due, dategli forma tonda senza lavorarlo rigiratelo delicatamente nella farina e lasciate lì le pagnottine a riposare finché il forno non è arrivato a temperatura.

Adesso prendete le pagnotte posatele sulla refrattaria e metteteci sopra “a cappello” le ciotole di pirex così:

img0748ar

 

Fate cuocere a 230° per 30 minuti coperto.
Poi togliete le ciotole: state attenti che esce del vapore quindi occhio a non scottarvi! E proseguite la cottura a 200° per altri 30 minuti.

Lasciate poi le pagnotte nel forno spento per altri 15 minuti circa.

La crosta è ottima, il pane è profumato, colorato senza spennellare, il sapore del grano saraceno non è per nulla invadente, i semini sono piacevolissimi :)
Solo la mollica tende a rimanere leggermente umida anche rispetto ad altri pani sempre con farine naturali, ma è un vantaggio per la durata stessa del pane che, infatti, io consumo senza congelarlo :)

Sono sicura che vi piacerà, considerate che non ci sono zuccheri aggiunti e che l’apporto proteico e di fibre è buono; inoltre, tutto sommato la ricetta è semplice da realizzare :)

Un abbraccio!

Olga

*I prodotti contrassegnati, per essere idonei al consumo dai celiaci, devono essere certificati senza glutine con la presenza in etichetta del simbolo della spiga sbarrata o del claim “senza glutine” o essere inseriti nel prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia. 

Eventi
Libri

Unknown

… dal 6 giugno 2010
marzo: 2017
M T W T F S S
« Feb    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Networkedblogs
Pinterest Felix
Follow Me on Pinterest
Feed RSS