Pane con Pasta di Riporto in Macchina del Pane


Questo è il pane “estivo” quello da fuori sede, fatto con “le farine che trovi lì dove sei” e senza troppa fatica, perché siamo “in vacanza” :)
Molto, molto gradito dal mio papà (che non è celiaco e non mangia quasi mai senza glutine).

L’impasto lievita in modo esagerato, notate l’ovale, che è la forma dell’oblò della macchina del pane che ho dai miei: l’impasto mi aveva sollevato il coperchio durante la cottura. Per cui la dose di impasto che segue va benissimo per macchine il cui cestello fa più di 1 kg di pane, altrimenti riproporzionate le dosi per 350 g di farina.

pane con riporto

©Pane con Pasta di Riporto©

  • 500 g di farina Nutrifree mix pane 1 kg
  • 150/200 g di pasta di riporto (la mia aveva circa 36 ore e proveniva da questo impasto QUI. Cos’è la pasta di riporto: consiste nel prelievo di una porzione di impasto già lievitato per pane o pizza, da conservare in frigo per almeno 48/72 ore e da utilizzare successivamente in un altro impasto, al posto del lievito)
  • 400 g di acqua
  • 20 g di olio
  • 8 g di sale

La sera prima di andare a dormire: inserire tutti gli ingredienti nel cestello, selezionare il programma di impasto e lievitazione e azionare la macchina.
Voi andate a dormire :)
Alla mattina (presto: circa le 7. Ho calcolato che il mio si è fatto circa 8 ore in tutto) lo troverete ben lievitato, azionate il programma di sola cottura ed è fatta :)

pane con riporto 1

 

Un abbraccio!

Olga

Spiegazione breve sulla Pasta di Riporto:

Estratto dal “Ricettario – Panetteria senza glutine” sulla Pasta di Riporto:
La pasta di riporto consiste in una porzione di impasto di pane staccata dall’impasto precedente e conservata in frigorifero dentro una tazza: quando preparate il pane e al momento di formare la pagnotta per la seconda lievitazione, prelevate un pezzo di impasto lievitato (100-200gr) che conserverete in un luogo fresco (frigorifero) da un minimo di 2 giorni fino ad un massimo di 10 (se avete paura che dopo 10 giorni sia debole aggiungete qualche gr di lievito di birra).
Questa pasta (tutta) si aggiunge poi all’impasto di pane successivo al posto del lievito di birra.Si tratta di una sorta di lievito madre accelerato, quello che nella lingua dialettale viene definito “criscito”, che si può perpetuare all’infinito, basta ricordarsi di prelevare ogni volta un pezzo di impasto e conservarlo per la panificazione successiva. E anche se l’impasto da cui l’avete prelevata la prima volta era di lievito di birra, a furia di usarla si connoterà per una fermentazione anche di tipo lattico come è per il lievito madre, con tutti i vantaggi sotto il profilo del profumo, del gusto e della durata, che la lievitazione naturale comporta.

Share

Pane Dolce con Macchina del Pane


Saranno per lo meno 10 anni che sto dietro a questa ricetta, ogni volta aveva qualcosa che volevo migliorare.
Adesso è venuto non male: bello morbido, alto e profumato.

Tutto interamente realizzato con la macchina del pane che data la stagione fa comodo :)

pane dolce

 

Ingredienti:

  • 50 g di mix pane di felix 0 del mix pane che avete a disposizione
  • 450 g di farina senza glutine Molino DallaGiovanna per dolci lievitati
  • 1 uovo (il mio pesava 52 g)
  • 150 g di kefir di latte o yogurt bianco
  • 252 g di acqua
  • 2 cucchiai di miele (io uso solo quello di Sulla, perché dolcifica, ma non si sente)
  • 5 g di lievito di birra secco o 13 g di quello fresco
  • 25 g di burro o strutto
  • 1 pizzico di sale
  • i semi di mezza bacca di vaniglia se lo volete più aromatico

Nel cestello della macchina inserite gli ingredienti in questo ordine: il kefir o lo yogurt, l’uovo, l’acqua, il miele, il burro o lo strutto, (la vaniglia) ed il pizzico di sale.
Sopra a tutto versate le farine, fate un buchino in cima al cocuzzolo di farina e inserite il lievito (che io per la mdp preferisco usare secco).

Fate partire il programma Pane Dolce che nella mia macchina dura tre ore e 20 minuti.

Io non l’ho spennellato affatto, ma voi potete lucidarlo se volete con del latte prima che parta la cottura.

Il pane è ideale per la prima colazione :)

p.s. le dosi di liquidi così elevate (in tutto compreso l’uovo sono 455 g circa di materiale liquido) sono calibrate sulla farina DallaGio che ha un assorbimento molto alto


Vi lascio anche quello che avevo realizzato 8 anni fa circa e che non era malaccio, così potete vedere il diverso assorbimento dei liquidi e il diverso risultato modificando le farine:

pane dolce1Ingredienti

  • 300 ml di latte
  • 25 g di burro morbido
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di miele
  • 150 g di agluten
  • 150 g di Mix B
  • 200 g di Farmo/Coop
  • 1 bustina di lievito secco (Schar)

Mettere gli ingredienti nella macchina del pane nell’ordine esatto della ricetta e poi azionare il programma base con crosta media oppure (se lo avete) il programma pane francese.
(Ricetta da me inserita su Cucininsimpatia il 12 luglio 2007)

 

Share

Pane Al Miele di Castagno con MDP


E bentrovati! Durante questa estate la mia vecchia, fidata, compagna di mille avventure, si è rotta!
Sì la mia vecchia macchina del pane tedesca, stanca per avere lavorato quasi tutti i giorni (in media) per 8 anni di fila, ha deciso di mettersi a riposo.
Malgrado tutto l’affetto nutrito per lei, l’ho rimpiazzata all’istante con la Zero Glu dell’Imetec.

Pertanto la sto provando e per prima cosa ho realizzato che il pane viene meglio con l’utilizzo dei programmi tradizionali. Eh lo so: “ma come ha i programmi fatti apposta!”
Sì ma durano troppo poco, e sono tarati per quelle ricette e con quelle farine del ricettario, se si vuole cambiare ricetta è meglio usare i programmi non dedicati. I quali fanno tre intervalli di lievitazione (piuttosto che due) e inoltre durano complessivamente di più, cioè oltre le tre ore scarse di quelli dedicati.
Il tutto giova ai nostri impasti (al contrario di quello che ancora in troppi pensano), si può usare meno lievito, con conseguente alleggerimento del pane.

Ancora non ho provato tutto, mi toccano quelli lunghi con Lievito madre (lo devo risvegliare prima) e quello con poolish.
Per intanto vi beccate i miei due primi esperimenti :)

Il primo e che dà il titolo al post è un pane semplice, il cui aroma e sapore dipendono dal miele che userete. Io ho in casa tonnellate di miele di castagno ed ho usato quello, ma Voi metteteci quello che preferite, tenendo conto che la scelta del miele è fondamentale e incide sul gusto.
Secondo il miele prescelto preparerete un pane per la colazione (es. acacia) oppure per i formaggi (es. castagno)

Continua a leggere

Share
Eventi
Libri

Unknown

marzo: 2017
M T W T F S S
« Feb    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Networkedblogs
Pinterest Felix
Follow Me on Pinterest
Feed RSS