Gustosissima ricettina trovata su Cucina Moderna serie Oro dedicata alle verdure d’inverno.

Clafoutis di Carciofi
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 5 febbraio 2010

  • 6 carciofi
  • 3 scalogni
  • 4 – 5 pomodori secchi
  • 20 olive nere snocciolate (non le avevo non le ho messe)
  • 3 uova
  • 150 ml di latte scremato
  • 40 g di farina Mix it! DS
  • 50 g di grana grattugiato
  • 15 g di burro (io l’ho usato chiarificato)
  • sale e pepe

Pulite bene i carciofi, togliete il gambo, le foglie dure, e tagliate le punte, divideteli a metà e togliete la barbetta.
Tuffateli dentro una ciotola con acqua fredda acidulata con succo di limone.
Sbucciate gli scalogni tagliateli a fettine e fateli appassire con il burro a fuoco basso.
Unite i carciofi e mezzo bicchiere d’acqua. Salate, coprite e cuocete per 20 minuti.
Trasferite i carciofi dentro una pirofila, versateci sopra il loro fondo di cottura e mescolateci i pomodorini secchi e le olive tagliati a pezzettini.

Dentro una ciotola sbattete le uova, la farina, 30 g di grana grattugiato, il latte, un pizzico di sale e il pepe.
Versate il composto sui carciofi e spolverizzate con il grana rimasto.

 

Cuocete il clafoutis in forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti.
Servite nello stesso recipiente di cottura

Vi assicuro che è delizioso

Clafoutis di Carciofi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                     

8 Commenti in “Clafoutis di Carciofi

  • 30 novembre 2010 at 7:50
    Permalink

    Vorrei provare a fare i cantucci senza glutine ed ho questa ricetta che con glutine dicono essere molto buoni, mi potresti aiutare a trasformarla?

    Come mix di farine credo sia indicato quello per biscotti, giusto?

    300gr farina
    200gr zucchero
    Un cucchiaino di lievito
    Scorza di mezzo limone
    2 uova
    40gr burro
    200gr mandorle

    Impastare tutto, alla fine aggiungere mandorle, cuocere circa 20 minuti in forno, far freddare un pò, tagliare e passare altri 5 minuti in forno.

    Aspetto consiglio!

    Rispondi
  • 30 novembre 2010 at 7:56
    Permalink

    Io continuo a fare varie prove, domenica ho fatto il panbrioche alle erbe con LM, solo che al momento di cuocere ho visto che non è indicato il tempo, io ho cotto con forno ventilato a 200 gradi per 20o25 minuti (non ricordo) e a 180 gradi per altri 20 minuti.

    Il sapore è molto molto buono, solo che essendo panbrioche me lo aspettavo più morbido, avrò sbagliato la modalità di cottura?

    Ora voglio provare l'ultimo pancarrè che hai postato!

    Rispondi
  • 30 novembre 2010 at 8:42
    Permalink

    @ Libera: grazie! Buona giornata a te :X

    @ Chiara: buongiorno! Nei cantucci fai metà mix per biscotti e metà una farina per pane altrimenti tendono ad essere troppo friabili ed il cantuccio è tosto, per il resto lascia tutto com'è…
    Per il panbrioche sì l'hai cotto come il pane… una cottura da crosta e perdita di umidità… mentre le Brioche o i Pan brioche di solito devono essere cotti in forno statico ad alta temperatura tipo 210° per un tempo inferiore…
    La regola è che se abbassi la temperatura e cuoci a lungo il pane si secca e fa la crosta, quindi perde umidità e morbidezza…

    Rispondi
  • 30 novembre 2010 at 8:49
    Permalink

    interessante ricetta! me la segno facendo tutte le altre dovute sostituzioni e la propongo ai miei due uomini, giudici implacabili ed insindacabili, ma senza di loro come farei???
    grazie mille e buona giornata

    Rispondi
  • 30 novembre 2010 at 12:48
    Permalink

    ciao, che blog strepitoso, stupendoooo!!! Complimenti! Vi ho scoperti solo adesso e sono felicissima di essere diventata una vostra fan! E' bellissimo aver trovato un blog pieno di così tante idee!
    Ciaooooo

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>