A casa mia, giù in Sicilia, durante le feste il baccalà è d’obbligo ed in tavola non manca mai.
Del resto a Messina sono presenti dei piccoli negozietti che lavorano solo baccalà e stoccafisso (ancora più prelibato), li vendono già puliti e ammollati…
Qui a Roma niente di tutto ciò… ed ho dovuto imparare a dissalarlo da sola…

Dsc01866

Baccalà Fritto in Pastella

Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 13 Dicembre 2007

  • baccalà ammollato e dissalato (io ne avevo circa 500 g)
  • 160 g di farina di riso (come da prontuario AIC. Ho usato quella easyglut)
  • 5 g di lievito di birra
  • 1 uovo
  • 40 ml di vino bianco secco
  • acqua q.b.
  • pepe nero macinato
  • olio per friggere (ho usato olio di arachidi e di girasole)

Togliere la pelle e le lische al baccalà dissalato, e tagliarlo in pezzi tutti regolari. Prepararlo così e lasciarlo dentro una bacinella d’acqua in frigorifero.
Preparate la pastella.
Fate sciogliere il lievito in un dito di acqua tiepida.
Mettere la farina dentro una ciotola ed unite nell’ordine l’uovo intero, il lievito sciolto in acqua, il vino e tanta acqua quanta ne serve per avere una pastella liscia e fluida. Finite con una bella presa di pepe nero.
Essa si addenserà ancora dopo il riposo.
Lasciate riposare minimo per 2 ore, la mia ha riposato quasi 5 ore.
Trascorso questo tempo, asciugate bene i pezzi di baccalà ed immergeteli pochi per volta dentro la pastella e fate in modo che si ricoprano bene.

Vi faccio vedere

Dsc01864Per farvi un’idea della densità della pastella dopo il riposo.
Notate che i pezzi di baccalà non vanno a fondo

 

Dsc01859Così è ricoperto

 

Dsc01860Buttatelo nell’olio bollente e fate cuocere per circa 8-9 minuti a fiamma minima

 

Dsc01870Per la cronaca…. ho fritto anche la pastella da sola

Baccalà Fritto in Pastella
Share
Taggato in:                         

11 Commenti in “Baccalà Fritto in Pastella

  • 16 dicembre 2010 at 8:39
    Permalink

    Che bontà; sai, è da un po' che voglio cucinare il baccalà. Anche a palermo si trova già pulito e ammollato. Questa ricetta di pastella va bene anche per i broccoli, i cardi e i carciofi fritti? Se la risposta è si penso di usarla per Natale

    Rispondi
  • 16 dicembre 2010 at 9:06
    Permalink

    anche da noi a Natale si cucina il baccalà fritto ed è una di quelle cosa alla quale non posso rinunciare :) è una goduria!
    mi piace la tua pastella con la farina di riso, prendo nota grazie!

    Rispondi
  • 16 dicembre 2010 at 9:55
    Permalink

    Grazie ragazzi :)

    Elena io per le verdure sostituirei il vino bianco con il latte 😉

    Gio con la farina di riso verrà una pastella leggera… buona

    Rispondi
  • 16 dicembre 2010 at 13:11
    Permalink

    Anche qui il baccalà è rito, e anche qui ci sono i baccalari 😀 Io lo amo, Anto pure Bruno lo odia, però ogni tanto un pochino fritto io ed anto ce lo regaliamo, è troppo buono
    Devo provare con il vino, in genere uso la birra.

    Rispondi
  • 16 dicembre 2010 at 16:24
    Permalink

    Grazie per le indicazioni del post sotto :-)
    c'è stato un periodo della mia vita quando il mio papà andava a periodi nel cibo che mangiavamo almeno una volta alla settimana baccalà in pastella e mi piaceva da morire, guardando questo mi hai ricordato il sapore, la morbidezza e la croccantezza nello stesso tempo! che bontà! ciao Ely

    Rispondi
  • 16 dicembre 2010 at 16:25
    Permalink

    Felix, poi mi spieghi come fai a dissalarlo!
    Come dici tu a casa mia giu' in Sicilia a Palermo, (o meglio a casa di mio marito, Siculo D.o.c)il baccala' e' incredibilmente buono, e pronto per essere mangiato direi… ogni volta che vado in sicilia, quindi spessissimo, (perche' l'adoro insieme ai Siciliani) faccio il pieno di prelibatezze, baccala' compreso.
    Adesso ti saluto altrimenti starei qui ore a scrivere della Sicilia e dei suoi piatti… e tra parentesi ho anche l'acquolina in bocca adesso.
    Un abbraccio
    Anna
    http://www.thegustibus.com

    Rispondi
  • 16 dicembre 2010 at 17:18
    Permalink

    Uh che bontà! tra Libera con le polpette e tu con sta goduria…che voglia di baccaà che ho! :)
    bacioni!

    Rispondi
  • 16 dicembre 2010 at 19:45
    Permalink

    Anch'io adoro il baccalà…..a Natale in casa dei nonni non manca mai….
    E queste frittelle fanno proprio voglia.. ;;)
    Ciao

    Rispondi
  • 17 dicembre 2010 at 2:12
    Permalink

    Ciao Felix! Finalmente ce l'ho fatta! Sembrerò "un'impastata", tanto per rimanere in tema! Da quando ho visto la tua fotina nell'elenco dei sostenitori ho cercato più e più volte di cliccare su quel bel gattino ed estrapolare se aveva un blog oppure no. Ogni volta comparivano solo i siti a cui ti eri aggiunto, insomma, ai blog che seguivi. (Lo so che stai scuotendo la testa! =) Evvai, mentre stavo "censendo" i sostenitori(GRAZIE!) ed i partecipanti al contest( sei invitato a partecipare se ti va) finalmente t'ho trovato! ^_^ Ti sembrerò 'na pazza, ma davvero mi spiaceva la faccenda! Felice d'averti trovato! Sono diventata con piacere tua sostenitrice, così non mi scappi pù! =)Stammi bene! Stefania

    Rispondi
  • 17 dicembre 2010 at 8:20
    Permalink

    Ciao Stefania benvenuta! Mica lo so perché non compaio… fatto bene a dirmelo adesso vado a vedere cosa ho combinato :-/
    Passo per il contest 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>