La temperatura in questi giorni sale e scende in modo “inconsueto”, mentre scrivo c’è un vento incredibile, che mi sta spezzando le piante… e pure i nervi…
Una minestrina, pertanto, ci sta ancora bene la sera e se con verdure di stagione ancora meglio.
La ricetta originale è qui ed è della dolcissima Tiziana di Cis

Minestra di Zucchine in Fiore by Tiziana

  • 300 g zucchine con il fiore
  • 2 patate
  • 2 cipollotti
  • maggiorana fresca
  • brodo vegetale (se di dado consultate il Prontuario Aic)
  • olio evo
  • pasta corta: io ho usato pasta senza glutine della Nutrifree (che tiene ottimamente la cottura), non avevo formati più piccini

Tagliare a velo i cipollotti e farli appassire con 2 cucchiai di olio, stando attenti a non lasciarli colorire troppo.
Lavare patate e zucchine (tenendo da parte i fiori), tagliare entrambe a dadini e unire al soffritto.
Far insaporire le verdure per un paio di minuti, aggiungere il brodo e cuocere a fiamma bassa per circa 30 minuti, unire la pasta e seguire i tempi di cottura, ad ogni modo va aggiunta negli ultimi 10 minuti.
Pulire i fiori di zucchina, lavarli molto delicatamente, asciugarli, tagliarli a pezzetti e unirli alla minestra verso la fine della cottura negli ultimi 5 minuti
Unire le foglioline di un rametto di maggiorana e servire.
E’ deliziosa e crea dipendenza: grazie infinite Tiziana per questa splendida ricetta 😉

Minestra di Zucchine in Fiore
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:             

9 Commenti in “Minestra di Zucchine in Fiore

  • 20 maggio 2011 at 12:16
    Permalink

    Molto gustosa!!! Si una minestra così, ci sta proprio bene!! Un abbraccio, Maria Luisa.

    Rispondi
  • 20 maggio 2011 at 12:24
    Permalink

    Ciao Felix e Cappera!!! Vi seguo da tempo su "cucina in simpatia" il commento che sto per scrivere non é inerente a questo splendido piatto di minestra ma dato che ho bisogno di un consiglio urgente mi sembrava opportuno scriverlo nel vostro ultimo post: il mio ragazzo é allergico al glutine quindi da tempo mi diletto in ricette gluten free ma non mi sono mai dedicata a pizze e pane… Ieri era il suo compleanno e quindi gli ho regalato il fornetto per pizze "DA GENNARO 903 Ariete" (non avendo trovato quello ferrari) e domani sarei intenzionata a preparare la pizza. Domande:
    – avevo intenzione di usare la ricetta di Felix ma non ho la macchina del pane come faccio a seguire la ricetta dato che il procedimento e lievitazione descritto nel post viene fatto con la macchina?
    – che tipo di passata di pomodoro e mozzarella posso usare, dato che ieri sera ha provato il fornetto cuocendo la pizza preparata da sua mamma, però mi ha detto che gli é rimasta attaccata, si é bruciata intorno, é rimasta cruda dentro e gli ha buttatto tantissimi liquidi HELPPPPP

    Ps: COMPLIMETI!!! siete splendide
    GRAZIE ANTICIPATAMENTE.
    Veronica.

    Rispondi
  • 20 maggio 2011 at 15:05
    Permalink

    Mhhh che bontà!! Qui fa già un gran caldo, però questa minestra mi invoglia!!
    Ciaooo

    Rispondi
  • 20 maggio 2011 at 18:21
    Permalink

    Io anche in estate amo le minestre… sarà perché quella di tenerumi è proprio estiva? 😉

    Rispondi
  • 20 maggio 2011 at 19:04
    Permalink

    io sono come Stefania…amo le minestre e zuppe in qualsiasi stagione. peccato però che i fiori di zucchina o di zucca qui siano introvabili. valli a capire sti francesi…. :)
    che buona però!!!

    Rispondi
  • 20 maggio 2011 at 22:06
    Permalink

    Grazie ragazze :)
    Ele mai avrei pensato che in Francia non si trovassero i fiori di zucca… si vede che devi tornare in Italia più spesso :)

    Ciao Veronica benvenuta! :)
    La ricetta può essere realizzata anche senza la macchina del pane: impasti con una impastatrice o con un frullino manuale con le frustine a spirale e fai lievitare l'impasto dentro una ciotola per circa 2 ore: poi prosegui come da ricetta
    Passata puoi usare quale vuoi, ma non ne va messa troppa: due cucchiai stesi bene con il dorso del cucchiaio stesso; di mozzarella ci va quella asciutta (tipo i panetti appositi) e quindi fai scolare la mozzarella tagliata a dadini dentro un colino per almeno 1 ora. In questo modo non rilascerà tutta quell'acqua 😉
    La pizza si è attaccata perché la base sotto va sempre infarinata un pochino… poco ma ci va 😉
    Facci sapere e se il risultato non sarà quello sperato non preoccuparti… con alcune preparazioni ci vuole qualche tentativo in più per trovare il giusto equilibrio 😉

    Rispondi
  • 21 maggio 2011 at 14:54
    Permalink

    Grazie mille!!!! Sei stata gentilissima…
    Farò il possibile e poi ti farò sapere il risultatto…
    GRAZIE!!!

    Un abbraccio e buon fine settimana :)

    Rispondi
  • 22 maggio 2011 at 11:57
    Permalink

    Eccomi super soddisfatta… Come prima pizza é stato veramente un successone e devo dire che aveva veramente il sapore di pizza da pizzeria. Grazie alla farina questa volta non si é attaccato niente 😉 … Grazie ancora per i consigli… Ora mi diletterò a fare il pane… Un abbraccio!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>