Ho il basilico in vaso che si riproduce alla velocità del fulmine?!… quale migliore occasione di smaltimento che riprovare questo pane realizzato più volte agli inizi della mia celiachia…
La ricetta con glutine si trova su un volumetto dedicato al Pane che uscì circa 4 anni fa allegato al Corriere della Sera.
Di fatto l’ho riprodotta con le dosi indicate da loro (tranne che per l’acqua ovviamente), quindi se il lievito vi sembra troppo sappiate che nella ricetta con glutine il lievito è indicato proprio in quella quantità…
Infatti è una ricetta che si realizza in modo veloce… con un risultato ottimo…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Panini profumati al Basilico
per 8 – 10 panini di circa 40 g ciascuno

  • 250 g di mix per pane (variante mix biaglut per pane – glutafin – farmo)
  • 190 g di acqua tiepida
  • 3 g di zucchero
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 2 cucchiai di olio
  • una presa di sale
  • 20 g di foglie di basilico fresco

Nella ciotola dell’impastatrice versate l’acqua, unite lo zucchero ed il lievito e scioglietelo: fate riposare circa 5 – 10 minuti.
Azionate la macchina ed unite la farina cucchiaio per cucchiaio, appena inizia ad amalgamarsi aggiungete il basilico tagliato a striscioline, il sale e l’olio e fate lavorare l’impastatrice per 5 minuti a velocità sostenuta.
Ungete la ciotola e fate lievitare non più di 30 minuti: se dimezzate il lievito il tempo raddoppia…
Troverete una palla gonfissima che scaravolterete su un piano infarinato con Mix it DS: se la palla sta in piedi da sola, non collassa e non si sgonfia tutto procede bene.

A questo punto invece di rilavorare a mano l’impasto sgonfiandolo, non toccatelo e semplicemente porzionatelo con una spatola e fate tanti paninetti che lascerete riposare 20 minuti coperti da un telo di cotone. Notate nella foto a sinistra che il panino sta in piedi che è una bellezza ed è leggerissimo, perché non abbiamo intaccato la lievitazione.
Intanto che loro riposano accendiamo il forno con la refrattaria dentro a 250° .
Spennellateli poco poco con acqua e olio e infornateli per 10 minuti a 250° e per 15 – max 20 minuti a 200°

Sono leggerissimi, quasi soffiati dentro: è un pane estivo-primaverile, perfetto accompagnamento ad una freschissima caprese 😉

E vi lascio il mio vecchio esperimento con questo pane: altre farine, altri tempi, altro risultato…

Da me inserito su Cucinainsimpatia il 26 Aprile 2007

Fu il mio primo esperimento di mescola agluten e farmo… (perché mi era finito il Mix B) risultato: sparito il retrogusto della farina Farmo, pane non umido, sapore ottimo  aspetto bitorzoluto, ma non chiedetemi perché…




 

  • 350 ml di acqua
  • 1 albume
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 300 g di agluten per pane
  • 200 g di Farmo per pane
  • 15 g di lievito di birra
  • qualche fogliolina di basilico tritata al coltello

Introducete tutto nell’ordine dentro la macchina del pane. Programma impasta e lievita al beep aggiungete il basilico tritato (ho notato che il tipo di impasto si presta a qualsiasi aggiunta). Al termine, con le mani bagnate date all’impasto la forma che volete… e fate lievitare 20 – 30 m. circa… Spennellate con olio altrimenti il pane rimane bianchissimo e cuocete a 220° per 25 m circa con la ciotolina termoresistente colma d’acqua.

Panini Profumati al Basilico
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:             

17 Commenti in “Panini Profumati al Basilico

  • 10 giugno 2011 at 6:11
    Permalink

    Tesoro, essendomi data alla panificazione, mi chiedevo se invece di farlo lievitare e poi porzionare, non si può porzionare e far lievitare direttamente così. Tu che ne pensi?
    Una bacio enorme!!!

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 6:51
    Permalink

    Buongiorno :)

    Ste@ dipende dalle farine che intendi usare. Poiché immagino che userai quelle naturalmente senza glutine… allora direi che sei quasi obbligata a farli lievitare la prima volta già porzionati… formarli con un cucchiaio inumidito
    Se invece vuoi provare con le dietoterapeutiche non c'è nulla di male… anche se il pane è sempre meglio farlo lievitare due volte, perché se ne gestisce la lievitazione in modo ottimale e soprattutto si evita che la mollica sbricioli dopo cotto.

    Grazie Soniuccia :X

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 7:42
    Permalink

    sento il profumino di questi deliziosi panini…che bello che è l'interno, devono essere molto morbidi!!!

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 8:48
    Permalink

    E si sono proprio da provare!!!!! Vorrei però usare il mio lievito madre visto che ormai ne ho una produzione stratosferica.

    Olga ti ho scritto nella tua mail.

    Ciao Stefania

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 9:07
    Permalink

    Complimenti. anche io ho un vaso di basilico in balcone… l'idea di impastarlo con il pane ora mi trastulla non poco… devo farlo!!!
    Grazie del suggerimento :)

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 9:43
    Permalink

    Mi sembra di sentirne il profumo. Sono curiosa di provare il pane con all'interno il basilico, non l'ho mai fatto. I tuoi sono perfetti ma sicuramente a me non si avvicineranno neanche lontanamente ai tuoi.

    Baci da me

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 10:37
    Permalink

    E' ovvio che l'informazione era con quelle naturalmente senza glutine! ;)))
    Ti ringrazio, per la tua risposta! Sai cosa avevo pensato? Di fare delle palline con le mani usando l'olio splamato sui palmi per non farli appicicare… Che ne pensi?

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 11:06
    Permalink

    Ciao ragazze, sempre complimenti per tutte le splendide ricette!
    Anch'io ultimamente rincuorata da vari esperimenti per il pane, sono riuscita finalmente ad avere un buon risultato, ma sto impegnandomi ancora.Ho fatto il pancarrè seguendo la ricetta della Schar e il risultato è stato ottimo.Ma seguirò anche la vostra ricetta alla prossima, devo imparare a mescolare le farine! 😀 Attuerò un pò di vostri consigli e questi paninetti me li segno per la prox volta!Grazie 😀

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 11:49
    Permalink

    Questi sono bellissimi e sembrano anche adatti a me che vado sempre di corsa!… Anche se, ultimamente, i week end sono dedicati esclusivamente a tutti i tuoi 'pani'gluten free! 😉

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 19:06
    Permalink

    Buoni! Mai fatti pani con il basilico…ma sono ottimi. Non li ho pennellati per paura di sgonfiarli. 8 panini che sembravano ciabattine,appena croccanti,con dei bei buchetti all'interno ( fatta foto,come vorrei che la vedessi…ma non so come fare..)
    Non ho resistito e appena ho visto la ricetta mi sono buttata in cucina e….bene ho fatto!!! Divorati dal maritino con i complimenti. Ne sono rimasti 3 per la colazione domani mattina ( con la marmellata/confettura di cigliege ) e così vediamo come si comportano.
    Olghina sei grande! Bacioni

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 20:36
    Permalink

    Olà Gio carica la foto sul profilo facebook del Cuore…

    Come sono contenta!!! :D!

    Un bacione a tutte ragazze, grazie :) e buon fine settimana

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 21:49
    Permalink

    Spero di aver fatto giusto! Se è così ho imparato qualcos'altro grazie a te.
    Così posso farti vedere ogni volta immediatamente i risultati della tua scuola e come allieva ti sto facendo onore,credimi sulla parola.
    Spero proprio di aver fatto giusto…..

    Rispondi
  • 10 giugno 2011 at 22:52
    Permalink

    bellissimi questi panini Olga!! mi piacerebbe prepararli per portarli in spiaggia magari con qualche fettina di pomodoro e mozzarella, ideali per un pranzo leggero!!! ;-)baci da me

    Rispondi
  • 11 giugno 2011 at 8:34
    Permalink

    Un'ottima idea per profumare dei panini, anche il mio basilico cresce bene… da provare!
    baci

    Rispondi

Rispondi a Pagnottina Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>