Semplice e gustosa ricettina della nostra amica Tiziana di Cis, l’originale lo trovate QUI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho infarinato i pezzi d’agnello e li ho fatti rosolare in padella con olio evo per una decina di minuti, aggiungendo sale e pepe. Ho unito qualche rametto di rosmarino e alcune foglie di salvia tritate con uno spicchio d’aglio. Quando l’agnello si è ben colorito ho sfumato con un bicchiere di vino bianco e mezzo di aceto bianco mescolati, facendo evaporare quasi completamente.
Ho trasferito il tutto in una teglia da forno, aggiunto un mestolo d’acqua bollente e alcune patate a tocchetti.
Coperto con carta alluminio e infornato a 180/200° per una mezz’ora, quindi ho scoperto la teglia e ho lasciato colorire le patate per altri 15/20 minuti.

Agnello al modo di Tiziana
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:

6 Commenti in “Agnello al modo di Tiziana

  • 27 marzo 2012 at 9:38
    Permalink

    somiglia molto al modo in cui lo fa mia mamma, è davvero slurpissimo!! da leccarsi i baffi :-X baciuzzi cara :-X

    Rispondi
  • 28 marzo 2012 at 15:24
    Permalink

    Ciao! Posso chiedere una cosa che a voi sembrerà banale (io sono ancora neofita). I pezzi di carne/pollo/pesce, a seconda delle ricette, con quale tipo di farina è meglio infarinarle prima della cottura? In casa ho le farine Biaglut e Schaer con scritto "farina", quindi non per dolci o impasti lievitati, altrimenti naturali di riso, mais, saraceno. Grazie mille – sempre fantastiche. Ciao -Sara

    Rispondi
  • 28 marzo 2012 at 16:25
    Permalink

    Ciao Sara :) Per infarinare è sempre meglio usare la farina di riso, ha un sapore delicato e rende molto bene. Evita le dietoterapeutiche che lasciano in pentola uno strato colloso

    Grazie a tutte ragazze :)

    Rispondi
  • 4 aprile 2012 at 12:59
    Permalink

    Ricetta classicissima e sempre buona. Anch'io lo cucino a volte cosi', non lo infarino, risolvendo cosi' a monte il problema di Sara, e in questa stagione, al posto delle patate o in aggiunta alle stesse, ci metto i carciofi. Buona Pasqua!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>