La ricetta con glutine che mi ha ispirato la trovate QUI, io nel riadattarla qualcosina l’ho dovuta aggiustare.
Più correttamente sulle foto doveva esserci scritto “alla Melagrana” che è il frutto appunto del melograno, ma la forza dell’abitudine e tant’è…

©Biscotti Alla Melagrana©

  • 200 g di farina senza glutine per dolci (io ho usato 80 g di mix di farine naturali per crostate e biscotti e 120 g di farina per pizza dell’Altro Gusto)
  • 50 g  di mandorle tritate in modo grossolano (le mie erano non spellate)
  • 40 g di fiocchi di riso (io ho usato il Bio Breakfast per porridge senza glutine da Agricoltura biologica Heron Food)
  • 100 g di zucchero di canna
  • semini di mezza bacca di vaniglia
  • qualche goccia di estratto di vaniglia
  • 100 gr. di burro fuso freddo
  • 1/4 di cucchiaino di lievito per dolci (da verificare in prontuario o riportante la scritta senza glutine come da Dir.UE 41/2009)
  • 1 uovo
  • 150 g di chicchi di melagrana (quando li ho aggiunti all’impasto mi sembravano troppi, a biscotto cotto e finito mi sono resa conto che la quantità è giusta, al limite potete metterne 100 g)

Pulite e sgranate (una parola!) la melagrana.

Operazione odiosa, ma resa molto più facile da questo metodo: Come pulire la melagrana

Intanto che i semini rossi scolano, mescolate dentro una ciotola tutti gli ingredienti secchi.

Unite i semini e mescolate. Alla fine aggiungete il burro fuso e l’uovo.

Otterrete un impasto che non si presenta molto asciutto, per questo io l’ho lasciato riposare in frigorifero una notte piuttosto che 1 ora come invece era indicato.

Le attenzioni maggiori dovrete averle al momento di formare i biscottini: il matterello non è indicatissimo in verità, perché tende ovviamente a schiacciare i chicchi.

E allora:

  • 1) lavorate piccole porzioni di impasto alla volta
  • 2) infarinate bene il piano di lavoro (non esagerate comunque), perché l’umidità rilasciata dai chicchi può dar fastidio.
  • 3) schiacciate delicatamente l’impasto con le mani e poi uniformate la superficie con un passaggio delicato di matterello. Lo spessore ideale è di 5 mm circa
  • 4) formate i biscotti con gli stampi (tondi, rettangolari, triangolari). Poggiateli su una teglia ricoperta di carta forno e cuocete a 190° per 13 – 15 minuti.

Fateli freddare e gustateli: ero scettica in verità, ma sono deliziosi!!!

Se poi centrifugate altra melagrana, la merenda autunnale nutriente e sana è servita :)

Parte della farina usata era quindi a marchio Altro Gusto. Prodotta da un piccolo laboratorio artigianale pugliese.
Ci sembra giusto dare spazio anche a quelle piccole realtà del nostro territorio che altrimenti finiscono schiacciate dalle “grandi” del “senza glutine”.
A breve metterò le prove fatte con queste farine: per pane e focaccia; per pizza.
Sto solo aspettando di provare anche quella per pasta all’uovo.

Vi abbraccio :)

Biscotti Alla Melagrana
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                         

6 Commenti in “Biscotti Alla Melagrana

  • 28 novembre 2012 at 11:14
    Permalink

    Anche a Milano il tempo fa schifissimo…pioggia, pioggia, pioggia!
    Che meraviglia i tuoi biscotti, devo provare assolutamente a farli!

    Rispondi
  • 28 novembre 2012 at 14:13
    Permalink

    da noi il brutto tempo e' arrivato oggi,mamma mia che tempesta…belli i tuoi biscottini perfetti per le sere a casa

    Rispondi
  • 28 novembre 2012 at 14:50
    Permalink

    Anche qui nel veneziano il tempo fa schifo! In più l'acqua alta!Devono essere buoni questi biscotti poi con il tè!

    Rispondi
  • 12 gennaio 2013 at 1:04
    Permalink

    mi ero persa questi biscotti, hanno proprio l'aria dei biscotti che piacciono a me.
    ma questi fiocchi di riso dove li hai trovati?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>