E per adesso va così, poco tempo anche per cucinare.
Ho tante foto da sistemare, tante farine provate e cose da dirVi, ma non trovo più di due minuti per preparare i post.
Questa ricetta invece è facilissima anche da pubblicare.
E’ un contorno classico, molto gustoso, perfetto per accompagnare un arrosto il giorno di Natale e soprattutto naturalmente senza glutine.
Abbiate solo l’accortezza di usare una pentolina di coccio, quella che vedete in foto è un bellissimo regalo della mia cara amica Claudia.

Da una ricetta di Gualtiero Marchesi che io ho ridotto alle dosi per due persone:
©Cipolline Brasate©
  • 250 g di cipolline già pulite
  • 25 g di burro
  • mezzo cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai di brodo caldo (se lo usate di dado verificate che sia in prontuario o che riporti la scritta “senza glutine” sul pacchetto come da Dir UE 41/2009)
  • mezzo cucchiaio di salsa di pomodoro
  • 1 foglia di alloro
  • sale e pepe
Rosolate per qualche minuto le cipolline nel burro a fuoco dolcissimo, insieme alla foglia di alloro e dentro un tegame di terracotta.
Unite lo zucchero, mescolate e continuate la cottura altri 5 minuti.
Aggiungete il brodo caldo dentro cui avrete sciolto la salsa di pomodoro, incoperchiate e fate cuocere finché le cipolline non si presentano morbide e dorate (circa 20 – 25 minuti)
Il fondo di cottura dovrà essere leggermente sciropposo.
Spegnete, unite il sale ed il pepe e servite subito.
Intanto Vi abbraccio e Vi auguro un Natale sereno 🙂
Cipolline Brasate
Stampa&Invia...
Condividi:
Share
Taggato in:

12 Commenti in “Cipolline Brasate

  • 22 dicembre 2012 at 10:41
    Permalink

    Grazie per questa ricetta… mi piacciono un sacco, ma non ho mai provato a farle… Intanto anche a te un grande augurio di feste strepitose e un meraviglioso anno nuovo… e un ringraziamento per la generosita' tua e di Manuela… Buona vita
    Rita

    Rispondi
  • 22 dicembre 2012 at 18:07
    Permalink

    Buon Natale a tutti voi e buon appetito! ;))

    Rispondi
  • 22 dicembre 2012 at 18:40
    Permalink

    brava Olga! approfitto per augurare a te e Manu un felicissimo Natale, che possiate riposarvi, divertirvi e stare bene con le persone che amate! bacioni :-X

    Rispondi
  • 23 dicembre 2012 at 7:58
    Permalink

    Mi piacciono tantissimo, ma qui non si trovano…quelle piatte tipo borrettane intendo, una volta le ho piantate, e a volte le trovo in agrodolce nei negozi specializzati, ma non sempre… vorrei ripiantarle, non crescono bene dove abito, ma almeno averne un po' per Natale sarebbe bello!

    Comunque, grazie per la ricetta e … Buone Feste!!!

    Ciao
    Alessandra

    Rispondi
  • 27 dicembre 2012 at 23:02
    Permalink

    Belle, buoneeee!
    La mia nonna sicula le faceva rosolare in compagnia della pancetta tagliata a dadini e aggiungeva un paio di cucchiai di aceto al brodo. Venivano agrodolci e glassate, una delizia
    Vi auguro buone e serene feste!
    Gaia

    Rispondi
  • 2 gennaio 2013 at 14:51
    Permalink

    tanti cari auguri di buon anno a voi e alle vostre famiglie :-X

    Rispondi
  • 9 gennaio 2013 at 15:41
    Permalink

    ho comprato il vostro ultimo libro ed è fantastico…ho capito alcuni errori che facevo nell'uso delle farine! Vi chiedo consiglio di come conservare lo Xantano e come dosarlo perchè non possiedo una bilancia digitale. Grazie ancora e continuate a "studiare" ricette deliziose. Liliana

    Rispondi
    • 9 gennaio 2013 at 18:18
      Permalink

      Ciao Liliana 🙂

      Per conservare lo xantano, il mio consiglio è quello di tenerlo in frigorifero. Per pesarlo usa il cucchiaino considerando che di solito corrisponde a 5 g mentre il cucchiaio a 10 g.
      Comunque non appena torno a Roma, ti peso io sulla bilancia il contenuto di 1 cucchiaino di xantano così proviamo ad essere più precisi 🙂

      Un abbraccio ed un augurio di un nuovo anno sereno

      Rispondi
  • 10 gennaio 2013 at 7:16
    Permalink

    Ciao Felix!
    Ma lo sai che le cuciniamo spessissimo! Perché è uno dei pochi contorni che mangia anche Alice! Però… non le ho mai cucinate così, nel senso che noi le cuciniamo in agrodolce… Non ho ancora postato, ma quando lo farò linkerò anche a questa;)

    Un caro saluto e un sereno 2013!

    Rispondi
  • 21 gennaio 2013 at 11:54
    Permalink

    =-O pensavo di averti risposto invece … vedo con piacere che questo tegame ti sta entusiasmando!
    Le cipolline ti son venute perfette, bravissima.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.