Così ho approfittato per assaggiare la pasta Rummo senza glutine e pure la zucchina trombetta di Albenga: zucchina che si trova solo su in Liguria oppure nell’orto di Lidia sul lago :)
Non dovrebbe essere periodo, ma fa caldo e ancora ci sono.

La chiamano zucchina ma in realtà ha tutt’altra consistenza e sapore: aromatica, polpa soda, da sola condisce il piatto rispetto alla più insipida zucchina comune. Anche tagliata a fette e arrostita è ottima.

La pasta Rummo pure buona: non intorbida l’acqua, cuoce nei minuti indicati sulla confezione che sono 10, ma attenzione che questo formato tende a rompersi anche lasciando la cottura al dente. Comunque a me è piaciuta molto per sapore e consistenza.
Contiene il famigerato E471 e sulla confezione c’è scritto che è prodotta per Rummo nello stabilimento di Molino Andriani a Gravina di Puglia.

La pasta è facilissima, fate andare
(per due persone abbondante):

1 aglio fresco tagliato a rondelle con circa 2/3 cucchiai di olio e un peperoncino piccolo.
Poi tagliate la zucchina a dadini piccoli (le mie erano due zucchine piccole) e uniteli all’aglio in padella, rosolatela qualche minuto, sfumate con circa 1 dito di vino bianco, abbassate la fiamma e incoperchiate. Quando è cotta spegnete: considerate che rimane comunque soda non si disfa.

Cuocete la pasta (180 g circa), scolatela, unitela alle zucchine in padella con circa mezzo mestolo dell’acqua di cottura e aggiungete due manciate di parmigiano grattugiato, in modo da formare una cremina.
Impiattate ed unite altro parmigiano.

pasta

 

La foto non è il massimo, ma di certo si vede come rimane la pasta 😉

Un abbraccio!

Olga

Mezzi Rigatoni con Zucchina d’Albenga
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>