Rieccoci :) finalmente il caldo è diminuito! Non ho avuto voglia per nulla, in questi mesi, di accendere fuochi, forni e fornelli.

E così al primo giorno di freschetto mi è tornato “il sentimento” verso  un dolce facile facile, tutto con farine naturalmente senza glutine, senza alcun addensante, senza burro e con latte di kefir (ho ripreso a produrlo con i miei grani) che potete sostituire con latte senza lattosio. C’è anche poco zucchero (lo potete aumentare) per consentire al mio maritino a dieta di poterlo mangiare senza eccessivi contraccolpi :)

Ho fatto tutto a mano con l’utilizzo della forchetta :)

Ormai lo sapete: a me piace cucinare con quello che ho a casa. Non cedo alla schiavitù di dovere avere “per forza quella farina” per cucinare. Inoltre, attraverso spesso periodi (come quello attuale) in cui mi va di disintossicarmi dal “dietoterapeutico”, per cui tendo a mangiare naturalmente senza glutine, usando le farine in purezza senza nemmeno aggiungere gomme. Al posto del pane ad esempio sto mangiando spesso la farinata, che è realizzata con solo farina di ceci (come sapete).

gaufres 2

Per realizzarli velocemente senza problemi è necessaria la piastra elettrica per Gaufres, ormai reperibile ovunque a costi piuttosto contenuti

Ho preso spunto da una ricetta del Cucchiaio d’Argento

Per 8 gaufre di circa 65g di peso ciascuna

  • 190 g di mix per impasti lievitati (composto da 290 g di farina di riso finissima, 80 g di fecola di patate, 50 g di amido di tapioca: mescolate tutto e prelevate la quantità che vi serve)
  • 1 uovo
  • 140 ml di latte di kefir o latte senza lattosio (partite comunque da 100 g ed aggiungete piano piano, perché molto dipende dall’assorbimento della farina di riso che state usando)
  • 10 g di lievito di birra (lievito tipico che distingue le Gaufres dai Waffles 😉 )
  • 2 mele non troppo grandi
  • 20 g di zucchero a velo (potete aumentarlo secondo i vostri gusti)
  • 90 g di olio di mais
  • (se vi piace) un pizzico di cannella

 

Sbattere insieme l’uovo, il latte ed il lievito, fino a sciogliere bene quest’ultimo.

Poi aggiungere il mix di farine setacciato e l’olio, quando avrà una consistenza liscia e sostenuta (non deve essere liquida e quindi non vi deve gocciolare dalla forchetta né deve essere grumosa da fare fatica a mescolarla) unire lo zucchero e mescolare.

Far riposare la pastella per 40 minuti

Nel frattempo tagliare le mele a cubetti piccoli. Trascorso il tempo aggiungere le mele alla pastella e mescolare bene.

Scaldare la piastra per gaufres/waffles: io mi trovo bene impostando la temperatura fra tre e quattro (quindi poco più che intermedia), ungerla con poco olio e versarte due cucchiai di pastella per stampo (generalmente queste macchine ne cuociono due per volta).

Pronte!

Gaufres

Vanno servite calde spolverate con semplice zucchero a velo o ancora (meglio) con sciroppo d’acero o per i più golosi (come consigliava il cucchiaio d’argento) con una salsa al caramello.

Gaufres interno

 

Sono venute buonissime: croccanti fuori e morbide dentro. Di regola andrebbero consumate tiepide, per cui se ve ne avanzano riscaldatele leggermente, tuttavia si mangiano perfettamente anche fredde, perché si mantengono morbide :)

Vi abbraccio e vediamo se da questo momento riesco a pubblicare tutto l’arretrato che ho nuovamente accumulato…

Olga

Gaufres alle Mele
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>