Ho provato riadattando senza glutine la bellissima ricetta trovata qui sul blog Anice e Cannella di Paoletta

Pizza Bianca Romana

  • 190 g di Mix B
  • 110 g di Farmo
  • 99 – 100 g di Pandea
    (per un totale di 400 g di farina)
  • 440 – 450 g di acqua tiepida
  • 2 cucchiai rasi di olio
  • 8 g di fiocchi di patate (come da prontuario Aic)
  • 5 g di sale
  • 5 gr di malto di mais o riso, altrimenti miele o zucchero
  • 8 g di lievito di birra fresco

Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida con il malto, miele o zucchero, mettete le farine più i fiocchi di patate nel cestello della mdp ed aggiungete metà dell’acqua.
Fate partire il programma impasta e lievita, appena inizia ad impastare unite il resto dell’acqua, il sale e l’olio.
Lasciate lavorare la macchina.

Quando termina il programma se l’impasto non si presenta triplicato lasciatelo dentro fino a che non raggiunge quasi i bordi del cestello.

Preparate un ripiano infarinato, scaravoltate sopra l’impasto (appiccicoso blobboso) con l’aiuto di una spatola, date una forma rettangolare e fate le pieghe come trovate nel link al blog di Anice e Cannella che ho messo su, lì è spiegato bene le foto sono molto esplicative

Quindi avrete un blob a cui fare le pieghe a tre, poi dividete in due l’impasto piegato, date ad ogni pezzo forma rettangolare e rifate le pieghe a tre ad ogni pezzo, poi avvolgete a palla e fate riposare per 20 minuti con sopra un panno “asciutto” non umido altrimenti il nostro impasto si appiccica e addio impasto con relativa lievitazione.

In tutte queste fasi cercate di non sforzare troppo l’impasto, siate delicati per non rompere troppo la lievitazione, aiutatevi con la farina e le mani unte di olio.
E considerate che l’impasto è quasi identico a quello che vedete sul blog, tranne che in forma di palla… le nostre “palle” gluten free tendono a cedere un po’.

Intanto accendete il forno ad alta temperatura almeno 250°, preparate due teglie untissime… stendete l’impasto… io sopra ho messo le foto della mia stesura, ma ho sbagliato, perchè l’ho stessa troppo troppo sottile occorre almeno mezzo centimetro in più.

Dopo averle stese conditele con l’olio praticate le fossette, unite il sale e il rosmarino e fatele riposare ancora 20 minuti (non saltate il riposo che è importante per la formazione delle bolle).

Infornate: ecco a questo punto dovrete regolare bene la cottura… io ho sbagliato perchè l’ho cotta troppo ad un livello del forno troppo basso quindi se dopo i primi 5 minuti mi aveva fatto delle belle bolle, subito immortalate per paura di una loro sparizione

 

poi lasciandola lì sempre sul fondo… si è cotta troppo e si è di nuovo appiattita, quindi a mio giudizio troppo bassa

Quindi occorre farla stare sotto per i primi 5 minuti e poi portarla a metà abbassando a 200° per il resto della cottura finchè non la vedete dorata, e va stesa meno sottile.

Il sapore è ottimo  morbida e croccantina nello stesso tempo… qui già è stata spazzata una teglia e mezzo e Andrea “il romano” mi ha detto: il sapore e la fragranza sono quelli… manca mezzo centimetro in più

Ci riproverò, cercando di correggere gli errori, ma più in là… troppo caldo fa  se volete provare leggete attentamente il blog suddetto di Paoletta… vi aiuterà soprattutto con le immagini.

Pizza Bianca Tipo Romana
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                         

11 Commenti in “Pizza Bianca Tipo Romana

  • 26 maggio 2011 at 13:25
    Permalink

    fffiuuuu! (fischio di approvazione)
    Pensa che proprio ieri sera, mentre mi esibivo nel mio primo rifacimento di una ricetta glutinosa del passato in versione #glutenfree, Daniele sbocconcellando pizza bianca mi sfidava a farla senza glutine…
    Al che è partito il mio sguardo da cane bastonato per sottolineare l'impossibilità della cosa. Ed ecco che salti fuori a 'cecio' con questa meraviglia di cui posso sentire il profumo :) Certo, ci vuole tempo, ma sembra proprio che il risultato ne giustifichi l'impegno! :) Proverò anche questa!

    Rispondi
  • 27 maggio 2011 at 5:42
    Permalink

    Ma pure lui che sbocconcella e sfida, ma dico io!
    Eh Raffi! Niente è impossibile! Su su non appena decidi di provare mi metto a tua disposizione: poi però noi si sbocconcella e lui guarda! 😛

    Un abbraccio :)

    Rispondi
  • 13 settembre 2014 at 15:51
    Permalink

    HELP!!! Ciao io, pur non essendo celiaca, sto provando a fare questa focaccia. ho acquistato tutte le farine, ho imapstato e ho fatto triplicare. Quando ho rivoltato l'impasto sul piano di lavoro, mi sono ritrovata con una specie di mousse, una cosa spugnoca a cui ho fatto le piege con una spatola. Non sono pratica di farine senza glutine e quidni magari è uan cosa normale, ma l'impasto non ha alcuna elasticità (lo so ceh normalrmente la dà il glutine, am vedendo il vostro video della pizza ho visto ad esempio che si riesce a stenderla rotonda con il mattarello). Questo imapsto invece è uan crema e non so se riuscirò a stenderlo nella teglia..Mi potete aiutare?

    Rispondi
  • 13 settembre 2014 at 16:20
    Permalink

    Sì, è tutto normale… la pizza che hai visto ha un altro impasto ed altre farine, che significa altra resa fatta apposta per la pizza bassa e sottile. Ungiti le mani di olio e stendila con pazienza dentro la teglia :)

    Rispondi
  • 13 settembre 2014 at 18:27
    Permalink

    Grazie mille per la veloce risposta. Pizza tipo romano fatta. Non mi d'uovo persa d'animo e con le mani unte l'ho stesa bene. Ho usato il mix di farine che suggerite. È venuta splendida. Sembra fatta con farine normali! Presto la posterò sul blog e metterò il link alla vostra così vedrai che spettacolo. Grazie

    Rispondi
  • 15 settembre 2014 at 11:28
    Permalink

    Ho visto e commentato. Grazie a te Martina, hai ottenuto davvero un bellissimo risultato! Sei stata davvero brava e paziente soprattutto :)

    Rispondi
  • 15 settembre 2014 at 17:57
    Permalink

    Prossimamente proverò anche altro!! ormai ho acquistato le farine e voglio usarle! :) Ogni tanto fa bene anche a noi non intolleranti un poo' di depurazione dal gluine

    Rispondi
  • 15 settembre 2014 at 19:05
    Permalink

    Si hai ragione, il mio doc lo sostiene da sempre.

    Rispondi
  • 16 ottobre 2015 at 10:55
    Permalink

    … proprio come dite tu (Olga) e Martina, io sto facendo questa cura disintossicante dal glutine, volevo però provare questa pizza fantastica.
    Olga, pensi che col mix di farine n.s.g. possa avere qualche speranza?
    grazie e baci a tutti/e

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>