Come vi ho detto, mia mamma è qui da me per adesso… ed io mi faccio viziare :)
Esce lei a fare la spesa e cucina… soprattutto pesce, ieri trova delle Sarde freschissime… le porta a casa… io arriccio il naso (non amo molto le sarde) e lei pensa e rimugina…
Arriva l’ora di cena… si espande un certo profumino… assaggio e rimango stecchita dalla bontà!
Acchiappo la macchina fotografica, immortalo il piatto e la faccio “parlare”…

Sarde Impanate

  • 800 g di sarde freschissime (non quelle troppo grosse, e vanno bene anche le acciughe)
  • pangrattato senza glutine (io avevo quello Piaceri Mediterranei, davvero buono)
  • 3 – 4 giri di olio
  • il succo di mezzo limone
  • prezzemolo

Le sarde erano da pulire, le ha messe dentro una ciotola con dell’acqua, non troppa, e tre – quattro pizzichi di sale (il sale – dice lei – serve a non far perdere sapore al pesce a causa del lavaggio).
Le ha strofinate leggermente con le dita per eliminare le eventuali squamette che le sarde hanno sul dorso.
Poi le ha sciacquate e pulite bene: tolto la testa, la lisca centrale e le spine più evidenti, aperte a libro e messe dentro una ciotola con una emulsione di olio e limone (a cui se volete potete aggiungere del sale, ma noi non ne abbiamo messo).
Coperto la ciotola con un piatto e infilato in frigorifero fino all’ora di cena (riposo di circa 1 – 2 ore)
Poi le ha prese, impanate ad una a una ed arrostite su una griglia rovente leggermente unta…
Cospargere con prezzemolo fresco appena tritato, un filo di olio a crudo a piacere et voilà sono ottime davvero!

Le Sarde Impanate di Mamma
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                 

11 Commenti in “Le Sarde Impanate di Mamma

  • 1 dicembre 2010 at 8:40
    Permalink

    le sarde così sono fantastiche ed anche io le mangio solam se le prepara mamma

    ciao

    Vale

    Rispondi
  • 1 dicembre 2010 at 11:10
    Permalink

    Belle da vedere e slurpose. Proverò questo pangrattato subito subito perchè se è davvero buono (e se lo dici tu mi fido) finalmente avrò delle olive all'ascolana degne di questo nome. 😉
    (ci vorrebbe un'emoticon…ghiottona).

    Rispondi
  • 1 dicembre 2010 at 11:47
    Permalink

    ohohoho io le adoro ne mangere a decine!!!! e con me tutta la famiglia la tua mamma è d'oro :-))))

    Rispondi
  • 2 dicembre 2010 at 5:35
    Permalink

    Io adoro le sarde marinate e quelle impanate, ma fatte così devono essere davvero leggere e gustose, appena posso uscire vado in pescheria, sicuramente non verranno belle come quelle di tua mamma ma ce la metterò tutta affinchè si avvicinino lontanamente. Sono perfette

    Complimenti a tua madre (spero di fare in tempo a conoscerla)

    Un fortissimo abbraccio da me

    Rispondi
  • 2 dicembre 2010 at 15:54
    Permalink

    mammina bella che brava anche lei!!! io le faccio così ma le friggo…ora che mamma tua mi ha dato questa idea non avrò più pace finchè non le faccio 😀
    Felix ma che ti sei fumata? posti ricette forsennatamente ;)) me ne perdo tre/quattro perchè manco ci arrivo a vederne una che ce n'è un'altra!!!! 😮 vedi che devi fare….qui c'è il rischio di un altro libro 😉 a buon intenditor…
    baciuzzi a te e mamma
    :X

    Rispondi
  • 2 dicembre 2010 at 16:19
    Permalink

    Grazie a tutte ragazze :) anche da parte di mamma che ieri gongolava =))

    Soniuccia! Ahahahah! Niente fumo ma pote essere l'effetto dell'anestesia totale che ho fatto 11 gg fa!
    Da domani mi modero, 1 ricetta al giorno… (più o meno 😀 )

    Rispondi
  • 3 dicembre 2010 at 14:02
    Permalink

    anestesia totale???????????? :-L aspetto news privatamente mia cara, devi rassicurami!!! URGENTE
    baci :X

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>