Questa fantastica ricetta è della mia amica Claudia, lei la realizza con il glutine, l’originale lo trovate qui ne Il dolce forno di Claudia

 

La focaccia pugliese di Claudia senza glutine

La ricetta è la medesima che trovate in fondo alla pagina, due cose ho modificato:
ho messo il Mix di farine dietoterapeutiche per pane e focacce nella variante con la Glutafin

e 400 g di acqua di cui 230 g era la lessatura della patata, mi raccomando tiepida altrimenti si ammazza il lievito

Ho cotto a 250° (forno bollente) nel penultimo gradino per circa 25 minuti e controllate sempre che sotto sia cotta bene e bella scuretta

Questa la sorellina bianca con il pezzetto di impasto che non ho messo nella teglia grande

E’ stramorbida… vergognosamente buona… ed a pranzo mi sono messa in pace con me stessa!
Se la volete più alta, mollicosa e sofficiosa occorre ridurre le dimensioni della teglia
Grazie Cla!
_______________________________________________________
E questa è la ricetta da me inserita su Cis il 18 marzo 2007 e realizzata con farine diverse:

  • 250 g di farina Farmo
  • 250 g di Mix B
  • 2 patate medie
  • 300 g di acqua tiepida
  • 1 cubetto di lievito
  • 6 cucchiai di olio
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaino e mezzo di sale
  • pomodorini e origano

Lessate le patate con la buccia e passatele allo schiacciapatate. Versate le patate schiacciate nella macchina del pane (oppure nell’impastatrice) ed aggiungete lo zucchero, il lievito sciolto nell’acqua tiepida e la farina. Appena inizia ad impastare unite il sale e 3 cucchiai di olio, e fate lavorare la macchina.
La macchina del pane impostata con il programma impasta e lievita, lieviterà l’impasto nell’arco di circa 1ora e mezza

Intanto tagliate a spicchi i pomodorini e salateli per far perdere loro l’acqua di vegetazione.

Prendete l’impasto e stendetelo nella teglia unta d’olio con le mani unte d’olio, disponete i pomodorini e l’origano sulla focaccia e irrorate con 3 cucchiai di olio. Fate lievitare per 15 minuti in luogo tiepido.
Fate cuocere a 250° per 25 m. circa sul penultimo gradino del forno

La Focaccia Pugliese di Claudia senza glutine
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                         

41 Commenti in “La Focaccia Pugliese di Claudia senza glutine

  • 10 dicembre 2010 at 7:08
    Permalink

    Buongiorno Felix, mi piacciono gli impasti con le patate (devo ancora scoprire cosa "non" mi piace =))
    Un bacione dalla tua Liberona :-*

    Rispondi
  • 10 dicembre 2010 at 7:25
    Permalink

    buongiorno cara! Bella anche questa ricetta…ora devo solo trovare il tempo di farle tutte…:D

    Rispondi
  • 10 dicembre 2010 at 7:59
    Permalink

    Buongiorno!

    Fantastica questa ricetta e credo che la proverò presto!

    Ti aggiorno un pò riguardo gli ultimi psticci fatti in cucina!

    Ho fatto i cantucci con seguendo la ricetta che ti avevo scritto e mettendo le farine come hai indicato tu, sono venuti buonissimi, solo a mio gusto troppo dolci, ma me li sono spazzolati via comunque! 😀 Ho le foto, poi te le mando!

    Ho fatto i maritozzi di mosto, di sapore ottimo, ma sembra che si siano abbassati un pò in cottura e visto l'impasto ottenuto e i consigli che mi avevi dato forse avrei dovuto aggiungere più acqua…a tuo parere?

    Martedì ho invece fatto i sofficini con il bimbi e sono molto molto buoni, forse i primi poco belli da vedere, poi andando avanti ho capito come lavorare l'impasto e mi sono corretta! :)

    Sempre martedì ho fatto la pizza senza glutine di Felix (quella anche per gnocco fritto), come indicata nel libro, utilizzando la farina glutafin select e mettendo solo un misurino di latte in polvere e come modalità di lavorazione e cottura ho optato per la doppia lievitazione in teglia.
    Solo ho notato che tu scrivi di stendere con il mattarello, ma la consistenza del mio impasto non lo consentiva. Ho unto 2 teglie, ho steso con le mani unte di olio e la pizza in cottura si è attaccata (ovviamente con tanta santa pazienza l'ho staccata tutta e mangiata), poi per scrupolo la terza teglia l'ho foderata di carta forno, unta appena e stesa la pizza che non è si attaccata e cotta bene. Tutte e tre buonissime, venute benissimo! Anche gli altri che l'hanno mangiata hanno fatto mille complimenti!

    Ora riproverò i maritozzi di mosto e nel frattempo aspetto il tuo parere!

    Buona giornata!

    Rispondi
  • 10 dicembre 2010 at 8:38
    Permalink

    Buongiorno ragazze :X Grazie sempre! :)

    Chiaretta, altro che pasticci mi sembra che tu sia molto brava invece…
    Per i maritozzi: di solito quando si abbassano in cottura è perché la lievitazione è andata di poco oltre, quindi arrivati in forno invece che crescere ancora si abbassano. Ne deduco che andavano infornati prima… quindi per adesso non modificherei nulla
    Per la pizza: come immaginavo è il cambio con la Glutafin che ti ha reso il panetto non lavorabile al mattarello.
    E' qualche giorno che noto che l'uso della Glutafin anche nel mix rende poco stabile l'impasto… sembra quasi che ne abbiano cambiato qualcosa nella formulazione… alla prossima prova a diminuire di 30 – 40 g l'acqua.
    Hai fatto bene ad usare la carta da forno se ti sei trovata meglio bene così 😉
    Ti abbraccio :)

    Rispondi
  • 10 dicembre 2010 at 9:20
    Permalink

    Ciao, la proverò sicuramente, come faccio con tutte le tue ricette. Penso di farla un po' più in là nel tempo, visto che negli ultimi giorni ho panificato un bel po'. Rischio il divorzio con mio marito! Ti ho ringraziato per il premio; se hai voglia leggi il commento al tuo post. Baci e buon we cara.

    Rispondi
  • 10 dicembre 2010 at 9:56
    Permalink

    buonissima la focaccia pugliese con i pomodorini!
    e poi adoro le patate lesse nell'impasto di pizze e focacce, gli danno sempre un che di croccante dal cuore morbido che è meraviglioso…

    Rispondi
  • 10 dicembre 2010 at 15:22
    Permalink

    Grazie Felix! Proverò a fare la pasta e a congelarla… Teniamo le dita incrociate! 😉

    Rispondi
  • 10 dicembre 2010 at 18:05
    Permalink

    bravissima!!! non ho mai fatto impasti con patate ma mi attirano molto….devo cominciare presto 😀
    ha un aspetto molto slurpissimo
    bacioni ciccia :X

    Rispondi
  • 10 dicembre 2010 at 18:34
    Permalink

    Ciao Felix! che buona la focaccia pugliese, la fa spesso una collega che praticamente ci affonda dentro i pomodorini :) ma ottima!
    devo provarla anch'io!

    Rispondi
  • 11 dicembre 2010 at 8:58
    Permalink

    WAW, cosa mi hai ricordato… questa focaccia è buonissima e quella tua è a dir poco perfetta.
    Un pezzo lo mangerei anche in questo preciso istante.

    Bravissima e Grazie a te per averla provata

    Baciottoni

    Rispondi
  • 18 febbraio 2011 at 16:19
    Permalink

    Ma che buona questa focaccina!!!!! Ci è piaciuta davvero tanto!!!!

    Rispondi
  • 25 novembre 2011 at 4:56
    Permalink

    Cara Felix, ti ho scritto un mesetto fa esprimendo le mie perplessità – che tu hai pienamente condiviso – circa il ritiro dal commercio di farine che contengono amido di frumento. Nello stesso mex ti dicevo che ho trovato uno stabilimento qui a Bari che produce tutto con questa farina. Bene, ieri mia madre (pugliese DOC) mi ha preparato la focaccia ed io che dal 13 settembre (giorno in cui ho iniziato la dieta glutenfree) non mangiavo la focaccia, ho stentato a credere alla bontà che stavo assaggiando. Mi piacerebbe spedirti questo mix di farine per capire se ti/ci può aiutare in questo difficile percorso di cucina senza glutine. Il mio indirizzo email è robertapace@hotmail.com. Un caro saluto, Roberta

    Rispondi
  • 25 novembre 2011 at 8:48
    Permalink

    Perfetto Roberta ti contatto in privato :)

    Grazie e un caro saluto a te

    Rispondi
  • 26 novembre 2011 at 6:49
    Permalink

    Scusa Felix, oggi ho fatto pulizia di tutta la junk mail che era presente nelle mie cartelle di posta. Se, per caso, hai già inviato un messaggio ti pregherei di inviarlo nuovamente.
    A presto,
    Roberta

    Rispondi
  • 10 gennaio 2012 at 17:27
    Permalink

    Olga.. per cortesia non mi e' chiara la quantita' di acqua da usare.. dici "400 di acqua di cui 230 era la lessatura della patata", vuol dire che devo usare 170 di acqua e 230 di patate?… scusami, ma non vorrei fare impasto da buttare:) grazie.

    Rispondi
  • 10 gennaio 2012 at 20:58
    Permalink

    170 g di acqua e 230 g dell'acqua in cui hai lessato le patate

    Rispondi
  • 23 luglio 2012 at 14:47
    Permalink

    Ciao! Ieri sera ho fatto una cenetta senza glutine x i miei amici tutti glutinosi usando diverse ricette dei tuoi libri, fra cui anche questa, fantastica! Sono rimasti tutti sorpresi d come si possa mangiare Bene anche da celiaci! Era una mia sfida che ho vinto anche x merito tuo.
    Grazie!!

    Rispondi
    • 23 luglio 2012 at 17:42
      Permalink

      :D!!!! Tanto tanto contenta io!!!

      Brava e grazie Lalla :)

      Rispondi
  • 22 ottobre 2012 at 15:06
    Permalink

    scusami….ma solo 15 min di lievitazione?Grazie

    Rispondi
    • 22 ottobre 2012 at 15:09
      Permalink

      Sì ma in teglia… dopo che l'impasto si era fatto circa 1 ora e mezza di lievitazione nella macchina del pane.
      Se non ce l'hai fai fare all'impasto 1 ora e mezza di lievitazione nella ciotola, poi la stendi e la fai riposare 15 minuti o anche venti (non di più però)

      Adesso comunque vado specificare onde evitare che si crei confusione :)

      Rispondi
    • 23 ottobre 2012 at 11:26
      Permalink

      Grazie ora mi e' tutto chiaro!…veramente gentile e complimenti x le ricette!:-)

      Rispondi
  • 26 gennaio 2013 at 16:42
    Permalink

    ciao felix, sn valentina… dopo lo straordinario successo della pizza di cui ti ho raccontato e allegato foto su facebook ^.^ vorrei provare a fare qsta focaccia, anche perchè sono di Bari e quindi non posso non saper fare la tradizionale focaccia "pugliese" 😉 Però volevo chiederti 2 cose:
    1. io per le vostre ricette (tue e di cappera) quando c'è da utilizzare la farina farmo uso quella senza lattosio, perchè sn intollerante al lattosio e quindi non uso mai fibre pan e in generale volevo sapere se quella senza lattosio va bene anke qnd è specificato di usare la fibre pan
    2. siccome vorrei provare oggi qsta ricetta o al max domani mattina ma no ho la glutafin senza lattosio, va bene lo stesso la ricetta che hai pubblicato senza modifiche? cioè qlla 250 g di farina Farmo, 250 g di Mix B perchè le ho entrambi (per farmo intendo sempre quella senza lattosio, qlla azzurra),va bene lo stesso?

    p.s. lunedì sono finalmente riuscita a trovare la farina di riso nutrifree finissima, io avevo quella normale della nutrifree e i dolci non venivano molto bene, restavano un po' crudi all'interno…se riesco ora voglio anche fare una buona torta :)

    Rispondi
  • 26 gennaio 2013 at 17:18
    Permalink

    Sì sì va bene uguale la Farmo senza lattosio, la resa è pressoché identica, tanto è vero che io uso una o l'altra in modo indistinto (secondo quale trovo).
    Nella seconda ricetta porta l'acqua tiepida a 400 g.

    Inoltre se trovi la farina Pandea, usa il mix per pane senza lattosio (che poi è stato il mio primo mix in assoluto, quando la Glutafin non era in commercio)

    Mix B o Nutrifree per pane o Biaglut mix pane scatola di cartone 280 g
    Farmo senza lattosio 120 g
    Pandea (Liberi Di Mangiare/Forno di Olivia) 100 g

    Un bacione Valentina :)

    Rispondi
  • 26 gennaio 2013 at 20:47
    Permalink

    Grazie mille Felix, credimi nn so cm ringraziarti… grazie di cuore…grazie a te, a voi, a qst blog, io sto realizzando tante cose ke prima me le sognavo…quanto vorrei vedervi e ringraziarvi di persona… Cmq prima ho fatto la ciambella mediterranea con il vostro mix, è buonissimaaaaaaa, soffice e bella umida, una delizia ^.^ e qst grazie a voi!!! Comunque ce l'ho la farina della pandea, allora posso usare anke il mix per pane senza lattosio :) Grazie ancora per i tuoi preziosi consigli…un bacione a te! A presto!!!

    Rispondi
  • 9 ottobre 2013 at 14:53
    Permalink

    Ciao. Avrei bisogno di un informazione. Dato che ho trovato solo la biaglut e la farmo, posso utilizzare solo queste due farine? E con che proporzioni? Grazie!!!

    Rispondi
  • 5 febbraio 2014 at 9:48
    Permalink

    ciao! complimenti per il blog! è stato fondamentale nei miei primi esperimenti di panificazione sg! il mio problema è che ho scoperto da poco la celiachia ed ancora non ho i buoni per cui le farine che usi per me sono un po' troppo costose e difficilmente reperibili.. poi non mi piace il fatto che questi mix spesso contengano ingredienti che non si sa se facciano bene (sono un po' pignoletta ;)).. comunque con un po' di costanza sono riuscita ad ottenere comunque risultati accettabili… in più con la macchina del pane ho sperimentato mix fai-da-me con aggiunta di xantano e amido di mais (o solo xantano) e la differenza con i mix davvero non si vede e non si sente!
    oltre al pane non mi sono fatta mancare il lievito madre che funziona davvero bene, anche se l'ho fatto con un metodo un po' facilitato rispetto al tuo (mettendo inizialmente un pochino di lievito, che poi man mano con i rinfreschi svanisce)..comunque arrivo alla mia domanda: se volessi fare la focaccia con il lievito madre quanto ne dovrei mettere secondo te? Grazie ! :)

    Rispondi
  • 10 febbraio 2014 at 14:43
    Permalink

    Per una prima lievitazione di 6 ore circa ci vanno 250 g di LM

    Rispondi
  • 23 febbraio 2015 at 14:44
    Permalink

    Ciao!! Io l'ho fatto con un mix di farine leggermente diverso da questo (ho fatto 210 di mix b, 160 di agluten, 90 di glutafin, 40 di farmo e 10 di gomma di guar) e mi è venuta gonfia e soffice ma un po' molle/umida, però non era cruda… può essere che sia colpa delle troppe patate o dici che dipende dalla farina? perché le mie due patate medie faceva 360 gr cotte, forse erano troppe..

    Rispondi
  • 23 febbraio 2015 at 14:53
    Permalink

    E' stata l'agluten, era troppa, quella farina fa rimanere tutto eccessivamente umido. Alla prossima (se vuoi mantenere 4 farine) inverti le proporzioni con la glutafin. Inoltre non avevi bisogno di aggiungere anche la gomma di guar. La quale è bene unire solo alle farine naturalmente senza glutine. Tutti i mix di farine in commercio che si utilizzano la contengono già.

    Rispondi
  • 3 ottobre 2016 at 19:04
    Permalink

    Ciao Olga, scusami ma non ho capito quale versione con la Glutafin hai utilizzato per avere la focaccia rettangolare, il mix con Glutafin a 100gr. oppure a 140gr.?
    Grazie!!!
    Eleonora

    Rispondi
    • Felix
      4 ottobre 2016 at 9:38
      Permalink

      Puoi fare come vuoi, io avevo utilizzato il mix con Glutafin a 140 :)

      Rispondi
  • 13 ottobre 2016 at 13:15
    Permalink

    Purtroppo il mio ragazzo è intollerante al glutine e per me è davvero faticoso cucinare, questa sera provo a fare questa ricetta meravigliosa!

    Rispondi
  • 26 ottobre 2016 at 15:21
    Permalink

    Olga ciao! Se non uso macchina del pane la prima lievitazione una volta fatta girare nella planetaria di quanto deve essere? Sempre un’ora e mezza e poi i 15″ in teglia dopo? Grazie!! P.s. hai provato versioni con farine naturalmente senza glutine anche? Se sì dove le trovo le ricette? Grassie!

    Rispondi
  • 17 novembre 2016 at 12:16
    Permalink

    Appena fatta 💡 :mrgreen: É una cosa STREPITOSA!!!!!
    facile e buonissima…! Ci siamo leccati i baffi ! Aaaaah che belle queste ricette! 😉

    Rispondi
  • 20 dicembre 2016 at 11:23
    Permalink

    Da pugliese celiaca questa focaccia è ottima !! La faccio sempre nella versione più recente nutrifree -farmo – Glutafin e viene benissimo e cosa molto importante è che il giorno dopo è ancora morbida! Complimenti !!

    Rispondi
  • 20 dicembre 2016 at 11:25
    Permalink

    Ho scordato di farti una domanda, molte volte capita che non trovo la Glutafin (di solio ne faccio scorta) e vorrei sapere questa farina con quale si potrebbe sostituire per avere più o meno stesso risultato?

    Rispondi
    • Felix
      20 dicembre 2016 at 11:27
      Permalink

      Ciao Rosalba :) puoi sostituirla con la Revolution pane

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>