… cioè pancakes salati al modo dell’Europa dell’est (Russia in particolare) dove vengono serviti con burro, salmone e caviale…
Io li ho preparati sempre ieri sera come antipasto… li ho fatti sia bianchi che con il grano saraceno… secondo me è un antipasto ideale per il Cenone o per il giorno di Capodanno :-)

©Blinis Senza Glutine©
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 27 Luglio 2007

Con il salmone, che a me piace “scozzese”

Bianchi

  • 200g di farina senza glutine per dolci (con quelle per pane vengono gommosi. Io ho utilizzato il mix di farine senza glutine per impasti lievitati )
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di pepe
  • 200 ml di latte
  • 1 uovo
  • 15 g di lievito di birra fresco

 

di Grano Saraceno

Questi sono proprio quelli tipici perchè di solito li fanno così

  • 50 g di farina di grano saraceno (come da prontuario AIC)
  • 50 g di farina bianca senza glutine (sempre quella per dolci)
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 punta di pepe
  • 100 ml di latte
  • 1 uovo
  • 15 g di lievito di birra fresco

Setacciare la farine (o le farine nel secondo caso) mescolarle con il sale e il pepe.
Scaldare il latte solo un po’ (deve essere tiepido).
Sciogliete il lievito in qualche cucchiaio di latte e unitelo alla farina.
Aggiungere il tuorlo e mescolare e infine il latte tiepido a filo.

Coprite con la pellicola e fate lievitare un’ora: al termine montare a neve l’albume e incorporatelo alla pastella e fate riposare ancora 20 minuti.

A questo punto è pronto per la cottura
Ungete un padellino con pochissimo burro e versate qualche cucchiaio di pastella non appena farà le bolle in superficie girate la frittellina e fate cuocere per pochi secondi e continuate così fino ad esaurimento della pastella.

Blinis Senza Glutine
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:     

8 Commenti in “Blinis Senza Glutine

  • 15 dicembre 2010 at 7:17
    Permalink

    chissà come sono dolci? Secondo te potrei abbinarli a miele o NUTELLAAAAAAAAAAAAAAAAA!?

    Rispondi
  • 15 dicembre 2010 at 7:45
    Permalink

    Tu non sai quanti anni..si, dico anni..che desidero farli, li vedo in giro, su riviste e m'invogliano ogni volta..ma che sarà mai a farli..mannaggia :-L
    Tu me ne offri 2 al prezzo di uno, che volere di più? Bacione.

    Rispondi
  • 15 dicembre 2010 at 8:11
    Permalink

    Olga!
    Giulia li vede sempre nei cartoni dei Lonely Tunes…. finalmente potrò farglieli assaggiari con la "nostra" farina di grano saraceno!
    Senti… ma usi padelline antiaderenti per queste cose?
    A proposito di saraceno… ho trovato un libro curioso che contiene solo ricette per celiaci… Le ricette del dottor Mozzi… lo conosci?

    Rispondi
  • 15 dicembre 2010 at 10:22
    Permalink

    bedda matri! ottimi, e si possono fare anche dolci? ma quanto sei brava…secondo me tu fai dieta e fai ingrassare i tuoi commensali 😉
    :X

    Rispondi
  • 15 dicembre 2010 at 11:04
    Permalink

    Buongiorno ragazze!
    Più tardi metto il post dei pancakes dolci 😉

    Soniuccia macché… sono la sola che appena sgarra diventa subito un pallone :((

    Rispondi
  • 15 dicembre 2010 at 11:05
    Permalink

    Monica io uso un padellino antiaderente, ma fungono benissimo anche le nuove padelle in ceramica… 😉

    Rispondi
  • 18 dicembre 2010 at 18:06
    Permalink

    Belli! Mi sa che ho trovato il mio antipasto per la Vigilia. Va bene se li preparo il pomeriggio per la sera?
    BAci e buona domenica

    Rispondi
  • 18 dicembre 2010 at 20:36
    Permalink

    Sì si mantengono abbastanza bene… l'ideale è intiepidirli un attimo prima di servirli 😉
    Un bacione!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>