Ho scoperto che le carote stanno benissimo nei dolci anzi che riesco a mangiarle solo lì…
Scoperta tardiva direte voi, ma io sono abituata a cucinare secondo ciò che mi va, quindi vado a periodi e tutto quello che vedete sul blog è espressione di ciò che in quel momento mi piace, non ho mai pensato di cucinare per il blog o prima per il forum che frequentavo… e forse è per questo che l’idea di partecipare ai contest mi mette ansia.
Chiusa la parentesi andiamo ai biscotti: quando ho visto i Cookies di Marifra ho preso la palla al balzo e me li son concessa: son senza latte, senza burro, nutrienti, sani e… buonissimi, che non guasta!
La conversione gluten free, come sempre accade con i dolci, è facilissima. La ricetta è uguale ho solo sostituito quegli ingredienti a “noi” proibiti.

Carrot Cookies
  • 120 gr. di farina senza glutine per dolci
  • 80 gr. di fiocchi di miglio (se non li trovate provate a usare i corn flakes senza glutine ridotti in pezzettini piccolissimi)
  • 110 gr. di zucchero grezzo (grezzo non lo avevo e l’ho messo bianco)
  • 40 gr. di olio di arachidi
  • 50 gr. di uvetta
  • 1 uovo intero
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia (io ho messo i semini di 1 quarto di bacca di vaniglia)
  • 1 carota grande (io tre medio – piccole)
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci (come da prontuario)
  • Sale un pizzico

Il procedimento ve lo spiega direttamente Mari (spero non me ne voglia, ma non potrei essere più chiara di lei ) :
“In una ciotola battere l’uovo con lo zucchero. Unire l’olio, il sale, la cannella e la vaniglia, la carota grattugiata e i fiocchi. Mescolare e in ultimo aggiungere la farina setacciata, il lievito e l’uvetta. Amalgamare il tutto. Disporre dei mucchietti d’impasto, con un cucchiaio, su una teglia antiaderente rivestita con la carta da forno e appiattirli leggermente. Infornare a circa 180° per circa 15/20 minuti”.

Se li formate con il cucchiaio vengono dei biscottoni (ma non sarebbero cookies altrimenti) e vi raccomando di metterli ben distanziati tra di loro perché crescono…
Leggeri, croccantini, buoni e lo ripeto: sani!

p.s. a me il burro piace intendiamoci e non sono intollerante al lattosio, ma litigo furiosamente da una vita con il colesterolo! Indi quando posso preferisco concedermi dolci di questo tipo 😉

Grazie Marifra! Anche a nome del mio  maritino il quale li ha spazzolati deliziato!

I Carrot Cookies di Mari
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                         

19 Commenti in “I Carrot Cookies di Mari

  • 23 marzo 2011 at 11:14
    Permalink

    che bellissimi biscotti! brava Olghina, ma se partecipassi a dei contest (anche dopo che hai postato le ricette, a volte si può fare) avresti molto successo :-))) parola di adepta fedele della setta della dea panificatrice!
    buona giornata e bacioni :X

    Rispondi
  • 23 marzo 2011 at 12:41
    Permalink

    Spettacolo!
    Anch'io ho scoperto oggi qualche problemino con il colesterolo…appena sopra la norma, ma meglio correre ai ripari!
    E così ho la scusa giusta per provare subito questi biscotti!

    Rispondi
  • 23 marzo 2011 at 12:44
    Permalink

    Che belli, non credo di averli mai visti fatti così, nè mangiati. Dopo la torta dei 7 vasetti, proverò questi…grazie come sempre.

    Rispondi
  • 23 marzo 2011 at 14:38
    Permalink

    Un pò di leggerezza non va mai male e poi mi sembrano ottimi! Cerco i fiocchi di miglio e se non li trovo provo con i corn flakes come suggerisci tu. Il miglio soffiato no vero? Ne ho da smaltire…
    Bacio

    Rispondi
  • 23 marzo 2011 at 16:29
    Permalink

    io invece sono un coniglio!! e il capocuoco mangia carote e me le ruba anche quando le vede a portata!!
    questi biscotti me li segno subito!
    baciotti

    Rispondi
  • 23 marzo 2011 at 18:17
    Permalink

    Grazie ragazze sempre tanto carine :)

    Giò usa tranquillamente il miglio soffiato magari ne metti un pochino meno tipo 50 – 60 g

    Rispondi
  • 23 marzo 2011 at 22:55
    Permalink

    devono essere una meraviglia! da copiare quanto prima.
    e poi se sono pure sani e a basso colesterolo, una meraviglia doppia!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>