Il pollo viene deliziosissimo come quello di rosticceria… croccante, ben cotto su tutti i lati… si sgrassa anche molto bene… peccato che io sotto ci abbia messo le patate, che son venute una bomba… in tutti i sensi 😛
Ma quando voglio fare la brava le cuocio a parte…

Pollo E Patate con Cuocipollo Verticale
Ricetta da me inserita su Cis il 1 marzo 2009

  • 1 pollo (il mio pesava 950 g circa)
  • 4 – 5 foglie di salvia fresca
  • 1 bel rametto di rosmarino
  • olio extra vergine d’oliva
  • 3 – 4 patate medie
  • peperoncino e sale

Ho acceso il forno su 200°
Ho infilato dentro il pollo gli aromi freschi e salato internamente.

L’ho infilzato nel cuocipollo verticale e spennellato con poco olio.
Sotto ho messo le patate a dadini insaporite con peperoncino e poco sale.

 

Ho infornato per un’ora esatta sempre a 200°, al termine ho spento e lasciato dentro il forno caldo per 10 minuti.
e questo è il cuocipollo…
Pollo E Patate Cuocipollo Verticale
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                     

24 Commenti in “Pollo E Patate Cuocipollo Verticale

  • 29 marzo 2011 at 8:03
    Permalink

    Povero pollo mi fa un senso così….

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 8:18
    Permalink

    ahahahahah! Non sei l'unico/unica a cui fa senso… però per noi celiaci è un buon modo per avere in casa il pollo di rosticceria senza impazzire con le contaminazioni di quelli preparati fuori… almeno… qui a Roma li fanno dove cuociono le pizze…

    Rispondi
    • 6 dicembre 2016 at 13:42
      Permalink

      oh! ma tutti celiaci di questi tempi!!

      Rispondi
      • Felix
        6 dicembre 2016 at 14:41
        Permalink

        E che ce vuoi fà! Ci sarebbe da preoccuparsi infatti, non ci si inventa celiaci si viene diagnosticati tali attraverso analisi del sangue e una bella gastroscopia con prelievo del tessuto (biopsia). Ci piacerebbe stare bene e non soffrire: mi auguro solo che i casi non aumentino e che magari non ci siano in giro celiaci che ancora non sanno di esserlo.

        Un buona giornata caro Anonimo!

        Rispondi
      • Daniela
        6 dicembre 2016 at 15:03
        Permalink

        caro Anonimo hai proprio del tempo da perdere se vai in giro per il web a cercare siti di celiaci 😛 , niente niente sei celiaco anche tu con qualche problemino di accettazione? oppure i celiaci ti sono così simpatici da andare a trovare una ricetta gf per la cottura del pollo? Oppure sei un Anonimo sano con altre patologie non legate al glutine ma ad altre mancanze? In tutti i casi da parte mia un grosso in bocca al lupo sia per il tuo pollo che per una felice e serena navigazione 😎 vai in pace fratello!

        Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 8:22
    Permalink

    Buooono. Olga, confesso che la prima volta che vidi questo cuocipollo in un negozio pensavo fosse un porta carta da cucina…. Grazie alle tue spiegazioni e al tuo post ho compreso il vero utilizzo e direi Ottimo Utilizzo.

    Dice mio padre che se cucini le patate con la carne… butta la carne e mangia le patate; praticamente le patate assorbono tutto ma con questo cuocipollo assorbono solo il superfluo.

    Ti confesso che sto sbavando dinanzi a questa meraviglia.

    bacioni

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 11:49
    Permalink

    Ecco che cos'era questo affare…l'ho visto giorni fa dalla mia pucher di caccavelle e mi chiedevo a cosa servisse, pensavo ad un porta rotolo ma l'incavo mi faceva desistere.
    Lo compro di sicuro, io ed Anto il pollo lo amiamo e con questo aggeggio secondo me viene troppo buono!!!!!!!!!

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 12:09
    Permalink

    …Antico strumento di tortura…ma tu dove compri gli accessori da cucina dal "Torquemada's"…!!
    Bacini…

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 12:26
    Permalink

    Questo è uno di quegli accessori che io vorrei avere e che non ho ancora comprato non so per quale motivo! Ecco, ora ho la scusa per comprarlo… grazie 😀

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 12:35
    Permalink

    non ci posso credere, e io che avevo preso in giro bonariamente mia suocera che lo aveva regalato a tutte le sorelle, le nuore, le cugine come fosse una trovata… ma è una trovata, forse dovrei dirglielo:)
    le foto sono uno spasso!

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 14:35
    Permalink

    io voglio il cuocipolloooooooooo!!!
    dove lo trovo?? mmammamammama quelle patateeeee!!!!
    goduria!

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 14:39
    Permalink

    Ele ciccina! In un buon negozio di casalinghi lo trovi di sicuro anche su dove stai tu: la marca non è italiana, se non sbaglio è tedesca.

    Monica: Eheheheh! Le foto… impressionano nevvero?

    Grazie sempre a tutte ragazze, Vi confermo che ad Andrea il pollo cotto al forno piace solo se lo cucino così…

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 15:45
    Permalink

    Una ne pensi e cento ne fai!!! Sei incredibile!!
    Bravissima, è la prima volta che vedo quell'attrezzo da cucina, fantastico, me lo devo cercare!! Un abbraccio tesoro!!

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 15:48
    Permalink

    Ma è meraviglioso, lo sai che non lo conoscevamo? Ma ora che ce lo hai fatto conoscere lo compreremo sicuramente, perchè da quello che abbiamo visto il pollo viene buonissimo!
    Un abbraccio!

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 15:57
    Permalink

    Olghina, è bellissimo questo cuocipollo, le scovi tutte tu!! ha un aspetto davvero magnifico e le patate poi…slupissimo! brava cara e bacioni affettuosi :X

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 19:50
    Permalink

    no, per questo proprio non ho posto, mio marito mi ha già sfrattato tutte le mie caccavelle in un armadietto fuori dal balcone, se compro pure questo, mette pure me sul balcone. Comunque sembra buonissimo.

    Rispondi
  • 29 marzo 2011 at 22:01
    Permalink

    che strna ma bella idea :)
    immagino sia bello croccante, da provare!

    Rispondi
  • 30 marzo 2011 at 22:48
    Permalink

    voglio subito le patate! le voglio! 😉

    il cuocipollo è ovvio, ormai a casa mia usciremo noi per lasciar posto a tutti i mai-più-senza (come chiamo io le caccavelle)

    Rispondi
  • 31 marzo 2011 at 23:11
    Permalink

    cavoli!!! e chi lo conosceva questo cuocipollo?! meraviglioso così i grassi colano!
    bellissima informazione e grazie mille!

    Rispondi
  • 23 gennaio 2013 at 11:53
    Permalink

    ciao, io ho cucinato il pollo con il cuoci pollo ottimo nn c'e' che dire pero' ho una domanda? come fai a farlo stare nel forno ?
    io ho dovuto prendere un poollo piccolo piccolo tipo monoporzione perche anche se l'ho messo nella parte piu bassa del forno , toccava lo stesso le pareti alte del forno .. se prendo un pollo di dimensioni normali come fai a farlo stare nel forno????????? cristina

    Rispondi
  • 23 gennaio 2013 at 12:03
    Permalink

    E a me ci entra, allora avevo il forno standard: 60 per 40 e spostando la griglia di un gradino sotto al centro, non toccava assolutamente. Il pollo che trovo di solito e di circa 1 kg e 200 o poco meno, comunque mai sotto al chilo. Il cuoci pollo e' uguale al mio? Il pollo va spinto fino a coprire tutto lo spiedo

    Rispondi
  • 11 febbraio 2013 at 13:57
    Permalink

    si e' uguale il tuo , forse nn lo spingo bene in giu' .. il pollo comunque era venuto veramente buono .

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>