L’ho preparata ieri sera farcita con le verdure che per adesso mi regalano in abbondanza… vero Claudia? 😉
L’impasto si presta ad essere farcito come volete, comunque calcolate che le verdure erano umidine e l’impasto non ne ha risentito affatto.

Consideratelo un impasto base per le focacce farcite 😉
E’ venuta perfetta…

©Focaccia Farcita©

  • 250 g di mix per pane (mix b, glutafin, farmo)
  • 175 g di acqua
  • 4 g di lievito di birra secco
  • mezzo cucchiaino di sale
  • 20 g di olio d’oliva

Farcitura a piacere: in quella che vedete c’erano delle foglie di bieta, due zucchine piccole, 1 cipolla, tutto lessato, fatto sgocciolare e poi inserito nella focaccia dove ho aggiunto del prosciutto cotto e della ottima provola di Montalbano a pezzetti…

Nella ciotola dell’impastatrice versate l’acqua, unite il lievito secco e le farine, azionate la macchina e appena comincia a formarsi la palla aggiungete il sale e l’olio. Lavorate bene finché l’olio non è tutto assorbito e fate lievitare fino al raddoppio (son circa 2 ore).
A questo punto, dopo le due ore cioè, per me era ancora troppo presto per fare la focaccia e quindi nell’attesa ho messo l’impasto in frigorifero, in modo da rallentare la lievitazione fino al momento dell’uso.

Se l’impasto passa in frigorifero poi è più facile da lavorare a mano, quasi non appiccica più 😉
E poi ho proceduto come al solito, ho steso con le mani unte d’olio una parte di impasto (più della metà) direttamente dentro la teglia unta. Ho sistemato il ripieno e coperto con l’impasto rimanente circa 1 quarto sempre steso a mano con le mani unte.
Fatto riposare per circa 30 – 35 minuti, spennellato la superficie con un po’ d’olio e qualche granello di fior di sale e poi infornato sul penultimo ripiano del forno a 200° per 25 minuti.

Servitela tiepida, è ottima, non ha fatto neppure in tempo ad arrivare in tavola che già era finita…

Una Focaccia Farcita Facile Facile
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:             

23 Commenti in “Una Focaccia Farcita Facile Facile

  • 29 maggio 2012 at 9:00
    Permalink

    Ma che meraviglia questa focaccia…non sai quanto mi ispira!!!
    La nuova veste del blog è semplice ma bellissima, mi fai venir voglia di cambiare anche il mio (già era nell'aria…) :)
    Un abbraccio

    Rispondi
  • 29 maggio 2012 at 9:06
    Permalink

    vero …. è una meraviglia, me la vedo già nello zaino per un pic-nic in montagna!

    Rispondi
  • 29 maggio 2012 at 9:38
    Permalink

    Una bellezza questa focaccia….la mangerei molto volentieri a pranzo, peccato poter solo guardare!!

    Rispondi
  • 29 maggio 2012 at 17:20
    Permalink

    E me lo chiedi? Preparati che fra poco le verdure arriveranno a valanga… le piantine sono piccole ma bastano poche giornate di sole e cresceranno a vista d'occhio.

    Questa focaccia è un piatto unico, ci hai messo praticamente di tutto, bravissima.

    Quel "coccio" che si intravede è molto bello …!

    Baci da me

    Rispondi
  • 29 maggio 2012 at 20:56
    Permalink

    E che meraviglia!!!
    La farò sicuramente presto!
    Di che diametro è la teglia che hai usato?
    Grazie!

    Rispondi
    • 31 maggio 2012 at 16:46
      Permalink

      Eh come la vorrei avere per tante altre cose… grazie Gaia :)

      Rispondi
  • 31 maggio 2012 at 12:05
    Permalink

    Vista e fatta subito ieri sera, non ho saputo resistere, hai ragione è veramente buona buona buona. Per non smentire la mia golosaggine ho aggiunto al ripieno anche qualche fettina di uovo sodo. GRAZIE!!

    Rispondi
  • 31 maggio 2012 at 15:43
    Permalink

    Ciao, ho scoperto per caso il tuo blog perchè pur non essendo celiaca mi è venuta la curiosità e la voglia di metetrmi alla prova con qualche ricetta senza glutine…Proprio oggi ho postato una ricetta di una focaccia che ho trovato su un libro di ricette senza glutine della guido Tommasi…La focaccia è lievitata ed è venuta molto buona però non sono pienamente soddisfatta dell'alveolatura..In effetti è venuta un po' gommosetta, mentre quella che si vedeva nella foto del libro sembrava proprio una focaccia fatta con farina normale (tanto che mi è venuto il dubbio che la foto fosse quella di uan focaccia con glutine..:;))…Comque vedendo le tue preparazioni mi sono convinta che si può ottenre quel tipo di mollica….Ho usato il primo tipo di farina che ho trovato all coop e si chiama MIX IT! marca Schär…La conosci? E' uan farina universale, nel senso che si usa sia per dolci che per pane, così c'è scritto…L'alveolatura gommosa secondo te può essere imputabile alla farina? Io penso di sì…Se non ti scoccia troppo, puoi spiegarmi perchè mescoli 3 tipi di farine senza glutine diverse? Grazie mille! se preferisci puoi rispondermi via mail: smartyns76@gmail.com
    Complimenti pe ril tuo blog, davveor molto bello, utile e interessante!

    Rispondi
    • 31 maggio 2012 at 16:48
      Permalink

      Ciao Martina! Intanto grazie per i complimenti :)
      Ti rispondo direttamente qui.
      Sono andata a vedere la focaccia che hai preparato e la ricetta.

      1)Allora… sul fatto che tu abbia ottenuto un risultato diverso rispetto a quello della foto ritengo che sia responsabilità della farina usata.
      Questi mix già pronti sono tutti diversi e ciascuno rende in modo differente sulla lievitazione, sulla elasticità, sul sapore, etc… si deve capire quindi che farina ha usato la "lei" del libro, ma se ho capito quale libro è, mi pare che non specifichi anche perché quel libro nasce negli Stati Uniti ed è stato tradotto per l' Italia (nei due mercati non ci sono sempre gli stessi prodotti).

      2) Il Mix it DS Schar lo conosco benissimo, sarà stata una delle prime farine che ho usato ben 8 anni fa e per tutto è adatto tranne che per i panificati, non è per nulla elastico e rende tutto tipo torta piuttosto che con la consistenza di pane, giusto una pizza sottile sottile e croccante ci esce e con molte difficoltà in stesura perché si rompe subito.

      3) Ho visto che in ricetta ci sono latte e uova, se c'è una cosa che fa a botte con le nostre farine è l'utilizzo massiccio di uova e latte, appesantiscono il prodotto finale, e lo rendono umidiccio tipo torta. Non tutte le farine senza glutine sostengono il peso di latte e uova, alcune un po' meglio di altre e sono quelle con cui noi facciamo i pani tipo brioche (sempre tre mescolate) in ogni caso uso sempre metà acqua e metà latte (mai tutto latte) e sempre dimezzo le uova. Il risultato si alleggerisce di molto e ne guadagna in sofficità.

      4) Quelle tre farine mescolate che vedi sono per pane, pizze e focacce (per i pani brioche son diverse) ne usiamo tre e "quelle" tre perché dopo tanti anni di esperimenti, son quelle che, usate in quelle proporzioni per ciascuna, rendono meglio in: lievitazione, sapore, durata al giorno successivo, consistenza della mollica e della crosta non molle e gommosa, ma del tutto simile a quella con glutine.
      Le monofarine invece son sempre deludenti, provate tutte per otto anni una per una, anche farine che in commercio adesso non ci sono più, e nessuna ha mai reso come rendono se se ne mescola più di una.

      Un bacione :)

      Rispondi
  • 1 giugno 2012 at 16:05
    Permalink

    bellissima focaccia e bellissimo modello del blog! molto rassicurante :-)) buon we e bacioni ad entrambe :-XX

    Rispondi
  • 2 giugno 2012 at 11:51
    Permalink

    Appena l'ho vista ho deciso che la dovevo assolutamente provare.
    Stamattina l'ho preparata e l'ho farcita con zucchine trifolate, prosciutto e formaggio.
    Davvero buonissima! I miei uomini (non celiaci) le hanno dato un 8.
    Quella poca avanzata è finita a fette ed avvolta nella stagnola in freezer, pronta per essere mangiata a mezzogiorno in mensa al posto del pane.
    Un bacione e grazie ancora di tutte le vostre ricette ed esperimenti.

    PS. Anche la tua torta blitz di mele ormai è LA TORTA DI MELE ufficiale di casa nostra e stamattina ne ho preparate due da portare alla festa di fine scuola di mio figlio.

    Giovanna.

    Rispondi
  • 2 giugno 2012 at 14:02
    Permalink

    Bello il nuovo look, anch se le 8 scritte sotto al titolo rimangono su tre livelli diversi e sfalsate. Che dire della focaccia? Meravigliosa come al solito, buon fine settimana

    Rispondi
  • 10 giugno 2012 at 15:15
    Permalink

    Ma che meraviglia! La faro' per cena,per la mia troupe ! Grazie di nuovo.
    Non so proprio come ringraziarvi.

    Rispondi
  • 4 settembre 2012 at 21:27
    Permalink

    Forse iniziate ad odiarmi…
    Stasera ho provato a fare questa focaccia!
    Ho seguito tutte le indicazioni.. sapore sembrava uguale a quella normale peròòòò era troppo dura, la definirei biscottata.
    Come mai è venuta cosi? dove ho sbagliato? ho cercato una risposta da solo googolando, ma non ho trovato granchè!
    Info: l'ho dovuta lasciare altri 5 minuti spostandola più in alto, perchè sotto era cotta ma sopra bianchissima!

    Rispondi
  • 4 settembre 2012 at 21:41
    Permalink

    Odiarti mai!
    E' un problema di forno, purtroppo ciascuno e' a se'. Devi creare maggiore umidità dentro il forno mettendo una ciotolina d'acqua dentro durante la cottura.
    E visto che ci sei inforna a meta' così cuoce in modo uniforme.

    Fammi sapere :)

    Rispondi
  • 4 settembre 2012 at 21:58
    Permalink

    Ok! in questi giorni (magari già domani :D) provo assolutamente qualcosa altro di simile! Quando mi fisso, le cose devono venire bene!
    2 domande: spostare la teglia per metà cottura sotto e poi sopra? perchè con la pizza sotto rimaneva sempre cruda cuocendo a metà!
    Altra domanda, alzare la temperatura al max come mi consigliavi di fare per la pizza?

    Rispondi
  • 7 febbraio 2014 at 7:30
    Permalink

    Buon giorno. Ma se io invece di fare una focaccia grande facessi le mono porzioni, tipo calzoni, questa ricetta porrebbe andare

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>