Piatto semplice, semplicissimo. Gustoso e leggero, da fare con le erbette di stagione.
La mia versione è proprio quella base, forse la più antica senza cioè aggiunta di ricotta e uova alle verdure e con un involucro di leggerissima pasta matta.

L’unica cosa che vi raccomando è di rispettare le dosi di pasta e di verdure così come le scrivo: se esagerate con le verdure poi il tutto si inumidisce  e non riesce 😉

©Torta di Erbe©

  • 1 dose di pasta matta realizzata così: Pasta Matta
  • 500 g di bietole già pulite
  • parmigiano grattugiato (quanto ve ne piace)
  • pangrattato senza glutine
  • peperoncino secco
  • sale

Cuocete le bietole in pochissima acqua ed a fuoco lento. Quando saranno cotte scolatele molto molto bene. Io per averle ben asciutte le avevo cotte il giorno prima.
Mescolate le erbette cotte al parmigiano grattugiato, salate ed unite il peperoncino.
Preparate al volo la pasta matta che non dovendo riposare si prepara per ultima.
Ungete una teglia tonda (la mia di 24 cm) e cospargetela di pangrattato.
Dividete la pasta matta in due parti, 2/3 per la base ed 1/3 per la copertura.
Stendetela sottile con il matterello, ma senza esagerare, foderate la teglia con il disco di pasta.
Cospargete sul disco un altro po’ di pangrattato e versate le verdure condite.
Distribuitele bene, coprite con l’altro disco di pasta, rifilate bene i bordi, chiudete la torta, punzecchiatela con la forchetta ed ungete la superficie di olio.
Cuocete per 25 minuti circa a 200°
E’ deliziosa e finisce subito, la pasta come sempre viene perfetta:

Con quello che mi era avanzato rifilando i bordi ho fatto due crostatine salate una con il pesto verde e un po’ di parmigiano e l’altra con il pesto rosso e parmigiano.
Deliziose e leggermente sfogliato il fondo.

Un abbraccio :)

Torta Di Erbe
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:         

19 Commenti in “Torta Di Erbe

  • 5 febbraio 2013 at 11:28
    Permalink

    Ma questo è l'erbazzone emiliano che mi faceva mia zia!!! Lì c'erano anche gli spinaci, ma ultimamente un emiliano con figlia celiaca mi ha detto che lui gliela rifà senza glutine… io ho pensato che quella pasta sottilissima e friabile non era cosa per me, ma ora ti ricopio pari pari e la rifaccio!! Evviva l'erbazzone, evviva Olga!

    Rispondi
    • 5 febbraio 2013 at 11:32
      Permalink

      Compreso al volo tu! Sì è proprio quello! E che puoi fare con le erbette che hai in frigo e ti piacciono (Andrea odia gli spinaci)

      Rispondi
    • 5 febbraio 2013 at 11:38
      Permalink

      Impossibile non riconoscerlo! Con o senza spinaci, il tuo è identico per forma, consistenza e colore a quello della mia adorata zia, ottima cuoca che mi insegnava anche se restavo semplicemente a guardarla :)

      Rispondi
    • 5 febbraio 2013 at 11:43
      Permalink

      Ecco… e questa provala, ti raccomando per la pasta di usare stesse farine e stesse proporzioni 😉 Bacio!

      Rispondi
  • 5 febbraio 2013 at 13:03
    Permalink

    non mi piacciono le bietole….. :-(

    me tocca da prepara' ' sta pasta matta che non ho mai fatto 0_0 ebbene sì, lo confesso ora…

    farò con le cime di rapa… o con la cicoria… biete chifo chifo

    Rispondi
    • 5 febbraio 2013 at 15:27
      Permalink

      e un ce le mettere le bietole, mettici la cicoria 😉

      Rispondi
  • 5 febbraio 2013 at 13:31
    Permalink

    A me mi piacciono sia le bietole che gli spinaci che la cicoria … insomma tutta l'erba ^_^
    Da provare assolutamente!

    Rispondi
  • 5 febbraio 2013 at 13:31
    Permalink

    Bella e buona a me vanno bene tutte le verdure ma la mia preferita è con le cime di rapa ripassate con una bella salsiccetta piccante sbriciolata dentro….burp

    Se queste pagine sono lette da qualcuno di Pescara o vicinanze desidero segnalare la panetteria pasticceria artigianale GLUTENO' a via Venezia 51/B (poco dopo il Liceo classico) dove stamattina ho fatto man bassa di fiadoni(buonisssssssimi), pizza al taglio e dolci vari di carnevale. Peccato che la metà sia sparita nelle capaci fauci del glutinoso consorte SGRUNT.
    Comunque sono due ragazze bravissime che fanno di tutto: panini, baguettes, focacce, pizze, pasta all'uovo, ravioli e poi biscotti e dolci a profusione. Che sollievo andare in giro per la città sapendo che c'è un posto dove poter fare uno spuntino di mezza mattina!!! :)))

    Rispondi
    • 5 febbraio 2013 at 15:27
      Permalink

      Meno male!!! E del resto ormai non hanno più scuse per "non" sapere cucinare senza glutine 😉

      Rispondi
  • 5 febbraio 2013 at 16:08
    Permalink

    La sfoglia così è buonissima, ti è uscita perfetta! Brava, proprio golosa questa torta!

    Rispondi
  • 5 febbraio 2013 at 18:58
    Permalink

    Da bambina mia mamma faceva spesso la torta pasqualina, quindi le torte salate con le verdure io le adoro tutte…hanno sapore e profumo di infanzia!! bacioni

    Rispondi
  • 21 marzo 2013 at 9:59
    Permalink

    Ho provato questa pasta e non è niente affatto matta, è buonissima! Grazie ancora per questa meravigliosa ricetta.
    La parte di sopra però è diventata troppo dura: meglio abbassare la temperatura o cuocere meno?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>