E’ arrivata l’estate ( finalmente!) e con essa la messa a riposo del forno.
Come sempre quindi in questo periodo, metto mano alla macchina del pane e stavolta con delle pagnottine che dentro contengono ben 100 g di una farina naturalmente senza glutine a vostra scelta.
La ricetta è calibratissima per evitare che l’impasto dentro la macchina collassi e sprofondi o invece non lieviti affatto ottenendo un pane pesante, che sono le difficoltà nell’uso delle farine naturali e in quella quantità.
Per metterla a punto io e mio marito abbiamo mangiato esperimenti (dal pessimo al così così) per 1 mese abbondante, ma alla fine ce l’ho fatta ed il pane viene benissimo quale che sia la farina naturale aggiunta, l’unica accortezza è che sia del tipo finissimo.

Mi raccomando, è tutto dosato al millesimo: dai liquidi alla quantità di lievito al programma usato e la crosta scelta.
Il pane viene sempre profumatissimo per via dell’uso dello zucchero muscovado e del latte; gustoso, leggero e morbido. Ovviamente senza alcun tipo di retrogusto, che viene annullato completamente dall’aggiunta della farina naturale.

Update al 26 luglio 2013. Così viene se al posto del latte usate lo yogurt, modificando di poco i liquidi: 300 g di acqua e 90 g di yogurt intero bianco (mi era finito il latte).
Ho aggiunto anche 2 cucchiaini di semi di lino e due di sesamo.
Tutto il resto degli ingredienti rimane invariato, la ricetta è quella del pane con farina di grano saraceno bianca. Se volete leggere la ricetta nella variante con farina di Quinoa cliccate QUI

Viene morbidissimo e leggero, una nuvola. E fa tutto la macchina del pane che con questo caldo è una manna dal cielo 😉

Vi faccio vedere:

Pagnotta con farina di grano saraceno bianca…

  • 90 g di latte
  • 285 g di acqua
  • 3 g di lievito di birra secco (Glutafin o Schar)
  • 25 g di olio di mais
  • 10 g di zucchero muscovado
  • 350 g di mix pane di Felix
  • 100 g di farina di grano saraceno bianca (Nutrifree)
  • 5 g di sale

Inserite tutti gli ingredienti nel cestello della macchina del pane secondo l’ordine dato in ricetta e fate partire il programma Pane bianco (nella mia macchina dura 3h e 30 minuti) con doratura media. Ricordatevi di spennellare con acqua e olio a metà cottura.

 

… con Farina di Teff Scura

senza modificare niente altro, sostituite nella ricetta di cui sopra, i 100 g di farina di grano saraceno con la farina di Teff (ovviamente certificata senza glutine. Io l’ho presa su Tibiona)

Essendo una farina dalle caratteristiche diverse, il pane dentro viene poco più umido, ma ottimo.
A me il Teff piace tantissimo e ricordatevi che è l’unica farina senza glutine davvero integrale.
Essendo infatti in chicchi piccolissimi, non è possibile separare il rivestimento esterno, per cui viene macinato tutto intero.

… con Farina di Mais Finissima

Questa è quella con 100 g di farina di mais finissima (sempre Nutrifree)

e l’interno.

Manca la foto della pagnotta con la farina di riso finissima, mea culpa: ho dimenticato di fare le foto, ma le aggiungerò prestissimo.

Eccole, eccole le foto del pane con farina di riso finissima (sempre 100 g come per le altre). Non sono mie ma di Valentina S., la quale (causa guasto macchina del pane) è stata costretta a prelevare l’impasto dal cestello e a formare i panini che ha poi cotto in forno. Ed è stata bravissima a rimediare come vedete.

La ringraziamo per averci dato il permesso di pubblicare le sue foto :)

Un abbraccio Valentina!

Lo vedete da soli: quella che rende meglio nella panificazione è la farina di grano saraceno, ma è cosa risaputa da un bel po’ di anni che per migliorare la resa delle farine senza glutine la presenza del grano saraceno è un toccasana.

Tuttavia son tutte molto buone, restano morbide e sono veloci visto che fa tutto la mdp.
Cambia ovviamente il sapore: le pagnottine con farina di riso e di mais sono più dolci, soprattutto quella di mais.
Ovviamente potete metterci la farina naturale che volete senza cambiare niente altro, anche ad es. la farina di canapa, la quale sta prendendo piede per le altissime qualità nutrizionali che possiede.

Io le preparo tutte ed in gusti diversi, poi le affetto e le metto in congelatore, così nelle settimane successive scelgo: un giorno al teff, uno al grano saraceno, etc…  oppure servo in tavola un cestino di pane variegato 😉

Un abbraccio :)

Pagnottine con…
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share

17 Commenti in “Pagnottine con…

  • 18 giugno 2013 at 9:37
    Permalink

    zucchero muscovado… zucchero di canna??

    bello bellissimo… arispolveriamo la mdp!!!

    evviva!!!

    grazie

    Rispondi
  • 18 giugno 2013 at 9:40
    Permalink

    Ciao Ciccia <3
    Sì sì quello di canna, gli dà un gran profumo.

    Un abbraccio :)

    Rispondi
  • 18 giugno 2013 at 9:57
    Permalink

    Anch'io "sfrutto" la macchina del pane e surgelo le fette, non è comoderrimo?!?
    Le tue pagnottine sono una novità, tutte da provare! Di solito faccio il pane ai cereali o toscano, finalmente oserò! 😉
    Grazie Felix! Buon caldo! ^_^

    Rispondi
  • 18 giugno 2013 at 19:24
    Permalink

    Ciao… posso usare la variante mix con glutafin? ho provato a vedere se il sito della Valpiform vende in Italia, ma nulla..:( Ho fatto bene a comprarmi la MDP l'altro giorno.. fa proprio caldo…:(

    Rispondi
  • 18 giugno 2013 at 21:35
    Permalink

    abbiate pazienza…nel mix pane di Felix ho visto che si può utilizzare la farina Bezgluten; si avvicina di più alla Glutafin o alla Pandea? ho letto che contiene l'amido di frumento deglutinato come la glutafin… come resa si avvicina molto alla Pandea? ciao e grazie :-))))

    Rispondi
  • 19 giugno 2013 at 3:38
    Permalink

    Anche io utilizzo lo zucchero di canna, gli da una consistenza migliore, per i miei gusti. Vabbè che sono glutinosa ma sono contenta che anche nel pane sgluninoso sia la stessa cosa.
    A me piacciono tutti i tuoi pani, sei geniale.

    baciottoli

    Rispondi
  • 19 giugno 2013 at 6:07
    Permalink

    Si Monica usa pure il mix con la Glutafin o con la Bezgluten che sostituisce la Glutafin non la Pandea (la Pandea era unica).

    Grazie Mercoledì :)

    Cla e' favoloso lo zucchero di canna nel pane! Un abbraccio <3

    Rispondi
  • 19 giugno 2013 at 8:41
    Permalink

    Ciao. Sono nuova…con figlia celiaca a carico :-) e vi ammiro…io purtroppo non sono portata per la cucina ma adesso dovrò darmi da fare. Già usato mix x impasti lievitati e ho creato delle torte buonissime. GRAZIE a voi!!! adesso gentilmente vi chiedo info su macchina del pane che non ho. Un modello vale l'altro o avete consigli da dare? Visto la vostra esperienza sarebbero consigli super preziosi x me! Grazie e complimenti!

    Rispondi
  • 20 giugno 2013 at 11:29
    Permalink

    Io ho la macchina del pane ma finora non mi era mai piaciuto il risultato. Finora … Grazie e un abbraccio fortissimo

    Rispondi
  • 20 giugno 2013 at 12:27
    Permalink

    Sfornato stamattina usando mix e (mix b glutafin e farmo) la farina di grano saraceno.sono sodisfatta ma sento un po rrtrogusto dipendera dalla mix b???? meglio usare la biaglut da un kg?

    Rispondi
  • 20 giugno 2013 at 14:12
    Permalink

    Ciao Ilary, benvenuta :)
    Per adesso la macchina migliore sul mercato e che ha anche programmi specifici senza glutine è la Zero-glu della Imetec, le ragazze che la usano (e non sono poche) ne sono entusiasta :)

    @Emanuela: prova 😉 E' sempre un pane con la macchina intendiamoci, quindi per me inferiore a quello che esce dal forno, ma quando fuori ci sono 40° non c'è altra soluzione.

    @Alessandra: sì è il Mix B. Ma non può essere sostituito dalla biaglut da un kg che è una farina totalmente diversa, molto più fine, e anche molto più secco il risultato finale. Sostituisci il mix b con la farina Nutrifree per pane che invece ha un buon sapore. Io ormai nel mix uso sempre quella 😉

    Rispondi
  • 20 giugno 2013 at 14:12
    Permalink

    Ciao.da un po' avevo intenzione di prendere una mdp per fare il pane senza glutine e me ne è stata regalata una bellissima con 12 programmi tra i quali pero' non c'è quello specifico per il pane senza glutine.posso usarla lo stesso?Ho cercato di informarmi ma non ho avuto risposte certe, allora ho deciso di chiedere a voi che avete esperienza pratica.Ho capito male o posso utilizzare lo stesso altri programmi,come per esempio quello per il pane integrale? ce ne sono altri che garantiscano comunque un buon risultato? devo necessariamente cambiare mdp?scusate la domanda probabilmente ovvia, ma sono alle prime armi.resto in attesa dei vostri preziosi consigli per riuscire a fare un buon pane senza glutine e possibilmente usare questa mdp senza doverne comperare una di nuova!!Grazie e complimenti per il blog!!

    Rispondi
  • 20 giugno 2013 at 14:16
    Permalink

    Ciao Silvy, la mia macchina del pane non ha programmi specifici e la uso lo stesso da anni (me la regalarono nel 2005).
    Usa sempre i programmi da 3h e 30 e 3h e 40 vanno benissimo, anzi meglio. Che che tu legga in giro, e cioè di programmi specifici perché il senza glutine vorrebbe tempi brevi, ti assicuro che il pane viene male: non ha tutto il tempo che gli serve per lievitare, quindi resta pesante e compatto (il che accentua anche il retrogusto).
    Tranquilla, usa pure la macchina che già possiedi :)

    Rispondi
  • 20 giugno 2013 at 18:41
    Permalink

    Grazie allora usero'la nutrifree…a proposito avete gia ' provato la linea biolpgica della nutrifree???ho visto che c e' un mix adatto alla mdp ….aspetto un vs eventuale test !!!!

    Rispondi
  • 20 giugno 2013 at 20:02
    Permalink

    Grazie Felix! Penso mi rifarò viva presto :-) Intanto ho ordinato i vostri ricettari. Siete un aiuto preziosissimo.

    Rispondi

Rispondi a ilary Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>