Una torta di mele facilissima, buonissima, morbida e con il kefir al posto del latte.
Era un ricetta con glutine trovata su un ricettario che si intitola “100 dolci infallibili”, editore Salani: io oltre a sostituire la farina, ho diminuito lo zucchero di 100 g e utilizzato il kefir al posto del latte

Inserisco due link dove potete leggere qualche informazione sul Kefir:

Il Kefir e le sue origini
Il Mondo del Kefir (qui trovate tutte le informazioni su come produrlo in casa e conservarlo. Si può anche congelare se si vuole interrompere la produzione per un periodo)

©Torta di mele con Kefir di Latte©
per uno stampo di 24 cm di diametro
  • 5 mele piccole
  • 300 g di farina senza glutine per dolci (io come al solito ho usato il mix di farine naturali per impasti lievitati)
  • 200 g di zucchero
  • 3 uova
  • 100 g di burro a pomata
  • 1 bustina di lievito per dolci (la cui idoneità va verificata in Prontuario o in etichetta con il claim “senza glutine”)
  • 200 ml di Kefir di latte (se non lo avete potete usare direttamente il latte. Se, invece, comprate il kefir già pronto in bottiglia leggete la risposta di AIC per scegliere quello sicuro: Forum AIC)
  • il succo di un limone
  • zucchero a velo per guarnire (la cui idoneità va verificata in Prontuario o in etichetta con il claim “senza glutine”)
Per iniziare togliete il burro dal frigo tagliatelo a cubetti e lasciatelo ammorbidire bene.
Sbucciate le mele, tagliatele a spicchi e irroratele con il succo del limone così che non anneriscano.
Sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso.
Sempre con l’impastatrice in funzione unite il burro che deve essere morbidissimo (a pomata per l’appunto), il kefir (o il latte) e la farina setacciata con lievito.
Versate il composto nello stampo, imburrato e infarinato con farina di riso sottile, e completate affondando le mele nell’impasto.
Cuocete in forno già caldo a 170° per 40-45 minuti circa. Fate sempre la prova stecchino.
Lasciate intiepidire e sformate il dolce.
Torta ottima senza “ma”, divorata da “soggetti glutinosi”, che ignoravano fosse senza glutine 😉
Un abbraccio!
Olga
 
p.s.: il kefir di latte sostituisce egregiamente il latte e lo yogurt dati nelle ricette, provate :) 
Torta di Mele con Kefir di Latte
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:         

15 Commenti in “Torta di Mele con Kefir di Latte

  • 15 ottobre 2014 at 6:52
    Permalink

    Ciao Olga,bellissima ricetta la provero' anche se dovro' sostituire il kefir con il latte sempre 200ml vero? Ti volevo fare un'altra domanda, secondo te quale farina posso usare per impanare dei calamari tagliati ad anello che poi dovro' friggere? Ho in casa vari tipi x il pane (ma non ho xke non ho mai trovato quelle molino della giovanna. Mi aiuti vorrei una frittura bella croccante ed asciutta,grazie mille e complimenti ancora x tutto

    Rispondi
  • 15 ottobre 2014 at 7:16
    Permalink

    Buongiorno Teresa! Latte sempre 200 ml. La farina migliore per infarinare ed avere un risultato asciutto è la farina di riso meglio quella fine.
    Di mele ho utilizzato quelle trovo per adesso al mercatino bio: le royal gala, anche se nella ricetta originale erano indicate le renette :)

    Rispondi
  • 15 ottobre 2014 at 9:05
    Permalink

    Buongiorno Olga e complimenti!! Dove posso acquistare il kefir? Posso anche rivolgermi al link da te indicato?
    Grazie
    Imma

    Rispondi
  • 15 ottobre 2014 at 9:13
    Permalink

    Ciao Imma :)

    Il kefir lo vendono già pronto nelle bottigliette, ma sarebbe meglio avere i grani in casa per autoprodurlo. Puoi acquistare i grani nei negozi bio (li vendono in bustina a marchio Bionova) oppure provare a rivolgerti a quel link

    Rispondi
  • 15 ottobre 2014 at 13:22
    Permalink

    Mi e' venuto un altro dubbio carissima Olga guardando la foto di questa splendida torta, come hai fatto a non far scendere giu' le mele le hai infarinate o cos'altro? Le mie torte alle mele solitamente anche se le adagio sopra il composto prima di infornare poi me le ritrovo tutte giu..

    Ps. Grazie x aver risposto alla mia mail ed anche a tutti i miei dubbi, baci

    Rispondi
  • 15 ottobre 2014 at 14:57
    Permalink

    Ciao carissima Olga. Questo kefir mi ha incuriosita. Ho letto qualcosina sui link da te suggeriti, ma non ho trovato alcuna risposta ad una delle due domande che intendo rivolgerti (ovviamente,sul presupposto della estrema fiducia che oramai ripongo in te!). Dunque, la prima: questo kefir consiste in animaletti che si muovono tipo quelli dello yogurt? Solo l'idea mi fa rabbrividire! La seconda domanda: possiamo fidarci di questa persona che si rende disponibile ad inviare kefir? E soprattutto, sarà incontaminato? Sul link scrive che è attento/a alle buone regole dell'igiene… Spero nessuno me ne vorrà male per la mia….dubbiosità!!! Un abbraccio affettuoso. Rossella

    Rispondi
  • 15 ottobre 2014 at 18:28
    Permalink

    @Teresa: no le mele non sono infarinate, l'impasto è sufficientemente denso da non farle arrivare sul fondo.

    @Rossella: non si muovono affatto hanno l'aspetto di fiocchi di latte (se si muovessero sarei la prima a scappare); io penso che sia meglio che li compri in bustina in un negozio bio 😉

    Rispondi
  • 15 novembre 2014 at 11:15
    Permalink

    Ciao, questa torta ha riscosso un enorme successo! ( anche sostituendo il latte al kefir che purtroppo non avevo.) :)
    Volevo provare a rifarla sostituendo lo zucchero con il fruttosio. secondo te si può fare? e in che quantità? Grazie mille! Elena

    Rispondi
  • 16 novembre 2014 at 0:03
    Permalink

    Si, prova a mettere 100 g circa di fruttosio. Cerca di frullarlo rendendolo più fine, dovrebbe agevolare la fase in cui lo monti con le uova per rendere il composto gonfio (con il fruttosio gonfia meno). Considera che lo zucchero nel l'impasto non ha solo la funzione di dolcificare, ma anche di strutturare il dolce. Tu prova lo stesso, io alcune volte l'ho usato nei biscotti e li rende molto bene. Grazie Arkadia :)

    Rispondi
  • 13 dicembre 2014 at 16:28
    Permalink

    Grazie! Questa funzione dello zucchero la ignoravo totalmente! proverò cmq a rifarla con il fruttosio, poi ti saprò dire! grazie ancora! E.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>