Arriva Burian il vento siberiano che porta con sé vento gelido e fiocchi di neve, l’unico modo che abbiamo per contrastare il freddo freddissimo è stare in casa al calduccio e magari accendere il forno per cuocere delle piccole briochine profumate, soffici e morbide come nuvole… come “fiocchi di neve” :) ripiene di una crema vellutata e leggera che ben si sposa con la loro leggerezza.

fioccodineve1

Il Fiocco di neve, conosciuto anche come Fiocco di neve di Poppella, è un dolce  giovane nato a Napoli nel quartiere Sanità in una pasticceria “Poppella” per l’appunto, dove il suo inventore Ciro comincia un giorno a sfornare i fiocchi in piccole quantità la Domenica poi, visto l’enorme successo, la sua produzione comincia a diventare giornaliera e ormai si è perso il conto di quanti fiocchi vengono preparati ogni mattina.

La ricetta è segreta ma in tanti provano a replicare questo dolce così buono e famoso,  possiamo così trovare su internet diverse versioni con glutine che più o meno si somigliano tutte ma dopo varie ricerche quella che mi ha ispirato di più la trovate QUI

Per l’impasto base ho preso la ricetta dei panini al latte adattandola secondo il nuovo utilizzo nel seguente modo:

  • 140 g Farmo
  • 110 g Agluten
  • 30 g zucchero
  • 30 g burro
  • 4 g ldb secco ( 8 g se usate quello fresco)
  • 1 uovo (il mio pesava 53 g )
  • 141 g latte
  • 36 g acqua (il peso totale dei liquidi latte + acqua + uovo deve essere di 230 g )
  • 1 pizzico di sale

L’impasto si presenta morbido  ma lavorabile, se volete potete aumentare l’idratazione totale fino a 235 g così suddivisi: 53 g uovo + 144 g latte + 38 g acqua, in questo caso tenete presente che l’impasto sarà meno gestibile ma il risultato ricompenserà la difficile gestione. Più idratazione più sofficità 😉

Per il ripieno:

  • 250 g ricotta di pecora
  • 125 g zucchero a velo
  • 200 g panna fresca
  • vaniglia  (io la punta di un cucchiaino di vaniglia in polvere)

Passare al setaccio la ricotta dopo averla mescolata  con la vaniglia e lo zucchero a velo  (non scordatevi questo passaggio serve per dare cremosità), in una ciotola a parte montare la panna che dovrà essere unita pian piano e delicatamente alla ricotta. Riempire la sac a poche con la crema avendo l’accortezza di inserire il beccuccio lungo adatto al riempimento, posizionare in frigo mentre si aspetta la cottura dei fiocchi.

 

Procedimento

Nella ciotola dell’impastatrice mettere le farine lo zucchero e il ldb, mentre il gancio gira aggiungere i liquidi, prima l’uovo poi latte e acqua. A fine assorbimento liquidi  aggiungere pian piano con un cucchiaino il burro morbido (non liquido), il pizzico di sale va aggiunto alla fine. Far lavorare l’impastatrice finchè l’impasto non è diventato bello liscio. Lievitare fino al raddoppio: i tempi di lievitazione dell’impasto vanno di solito da un minimo di 3 ore ad un massimo di 5 (dipende dalla temperatura che avete in casa).

Con le mani unte lavorare su un tappetino di silicone, anch’esso leggermente unto, l’impasto formando delle piccole palline del peso di 25 g che andranno rimesse a lievitare su una teglia con la carta forno (foto 1).

cats

A lievitazione avvenuta (foto 2) anche qui i tempi della seconda lievitazione sono da calcolare nel senso di circa la metà del tempo che ci ha messo a lievitare in prima lievitazione. Prima di infornare spennellare i panini con del latte e cuocere a forno caldo 180° per 10 minuti (mi raccomando toglieteli appena vedete una leggera doratura sulla superficie non devono cuocere troppo), sfornare (foto 3).

fioccocotto

Riempire i fiocchi quando sono ancora tiepidi è il segreto per far entrare quanta più crema possibile praticando un foro alla base oppure lateralmente (mai tagliare in due, è un dolce da riempire non un panino 😛 ).

Date una bella spolverata con lo zucchero a velo e addentando il vostro fiocco capirete subito il perché del suo successo 😀

ripienofiocco1

 Un abbraccio :)

Fiocchi di neve
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:             

4 Commenti in “Fiocchi di neve

  • 28 febbraio 2018 at 14:31
    Permalink

    ciao carissima, mon riesco a trovare la farina agluten posso sostituirla?

    Rispondi
  • 1 aprile 2018 at 18:35
    Permalink

    Ciao! É da quando ho visto “Cake Star” che vorrei provare a fate questi famosi Fiocchi di Neve di Poppella! Tra quelli visti nei blog, i vostr mi ispirano molto ma in casa ho solo mix B della Schaer. Secondo la vostra esperienza pensate che potrebbe andare bene lo stesso??

    Rispondi
    • Felix
      1 aprile 2018 at 19:44
      Permalink

      Puoi provare certamente, ma l’impasto non avrà la stessa leggerezza

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>