In questo periodo si trovano spesso le zucchine con i fiori di zucca attaccati, freschissimi, viene proprio la voglia di cucinarli. E la morte loro è farli fritti: questa che segue è la versione napoletana che prevede una pastella con l’uovo, arricchita da un pochino di parmigiano grattugiato.
Per realizzarli ho utilizzato solo il Mix B Schär come del resto sempre ho fatto (anche con il vecchio Mix B) per ottenere questo tipo di frittelline, presenti, con delle varianti, nelle tradizioni culinarie di quasi ogni regione.

Sciurilli

 

©Sciurilli©
ho cercato di adattare le dosi alla quantità di fiori di zucca freschi che avevo

  • 350 ml di acqua tiepida
  • 1 uovo (il mio pesava sgusciato 45 g)
  • 10/12 g di lievito di birra fresco (per una lievitazione di 2 ore circa; 5 g per una lievitazione di più o meno 4 ore)
  • oppure
  • 100 g di licoli o di esubero di licoli (in questo caso preparare la pastella la mattina presto, per friggerli la sera)
  • 15 g di parmigiano grattugiato
  • 3 g di sale
  • una spolveratina di pepe nero

Procedimento

Pulite bene i fiori di zucca, togliete il pistillo e la parte dura e sciacquateli molto velocemente sotto l’acqua corrente. Tamponate l’acqua con carta assorbente.
Mescolare con una forchetta, dentro una ciotola, acqua, farina e lievito
Unire l’uovo ed almagamare bene, alla fine aggiungete il sale ed il pepe.
Adesso aggiungete i fiori di zucca a pezzetti  e il parmigiano e mescolate.
Fate lievitare e riprendete la pastella solo quando la vedete così in superficie, cioè piena piena di bollicine (questo in foto è lievitato con il Li.Co.Li, cioè lievito madre liquido).

Impasto Sciurilli

 

Ora potete friggere: io in olio profondo alla temperatura di 175° circa, mezzo cucchiaio di pastella per volta lasciata cadere nell’olio bollente.

Fatto!

interno sciurilli

Mangiateli subito ben caldi!

Un abbraccio!

Olga

Sciurilli – Frittelle di Fiori di Zucca
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>