Ho provato la glutafin da sola, senza trucchi e senza inganni, ho usato la macchina del pane e la ricetta sul pacco più o meno: nel senso che invece di metterne 375 g come dicevano loro, ne ho messi 390 e di lievito secco ho usato quello Pandea.

300 ml di acqua
15 g di olio
390 g di farina Glutafin Select
6 g di lievito secco
4 g di sale
1 punta di zucchero
Io ho impostato pane base crosta scura (durata in tutto 3 ore e 20, mentre loro consigliano un programma più breve)

La consistenza è cremosissima (con quelle dosi non si lavora certo a mano, si può solo colare negli stampi) e fa un fortissimo odore di latte… lo guardavo e pensavo mah!!! sto coso implode quando passa in cottura ed invece ha toccato il coperchio della macchina del pane!

In cottura
Sfornato
Interno

La crosta è bella croccante, il pane è una nuvola di leggerezza (la mollica è come se fosse zucchero filato) e non ha retrogusto alcuno (almeno io non ho sentito proprio nulla)

Stamattina il pane è ancora buono, la mollica non è asciutta e non sbriciola, per la consistenza che ha si potrebbe pensare ad un utilizzo per i tramezzini, tipo tentare il rotolo di tramezzino come questo.

E la Glutafin da sola?
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>