E’ una ricetta con glutine di Smpiu  Brioche con lievito madre che ho adattato senza glutine… modificando qualcosina e son venute buone. Mi sono ricordata adesso che non ne avevo ancora inserito la ricetta qui sul blog.

Brioche con lievito madre senza glutine
Io l’ho realizzata su Cis il 4 maggio 2008

  • 350 g di lievito madre senza glutine (o anche questo lievito madre per dolci lievitati)
  • latte + 1 uovo fino ad arrivare a 300 ml di liquidi
  • 100 gr zucchero
  • 1 cucchiaio raso di malto di riso
  • 250 g di farina Farmo
  • 120 g di agluten
  • 80g di Pandea
  • 2 misurini di latte in polvere per l’infanzia quello che va da 0 a 6 mesi che non contiene glutine
  • 50 gr di olio di mais
  • Sale
  • Aromi a piacere (vaniglia,limone, arancia)

Ho impastato tutti gli ingredienti (io ho usato la Mdp) ed unito l’olio di mais alla fine insieme al sale.
Ho fatto lievitare, non vi metto i tempi, perchè ogni LM ha i suoi.
Al termine ho lavorato di nuovo l’impasto, ho dato qualche piega ed ho ritagliato le brioche, ho fatto anche delle trecce.
Ed ho messo a lievitare di nuovo fino al raddoppio

A questo punto ho spennellato con un uovo sbattuto con una goccia di latte ed ho spolverizzato con un po’ di zucchero di canna.
Ho fatto cuocere per 20 minuti a 180°, ma dipende dal proprio forno

Sono venute molto morbide, e poco dolci, molto buone!

Il giorno dopo cambiano un po’ consistenza ma di solito basta scaldarle qualche minuto e tornano nuovissime!

Brioche con lievito madre senza glutine
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                     

18 Commenti in “Brioche con lievito madre senza glutine

  • 14 ottobre 2010 at 11:11
    Permalink

    anche se uso il cubetto normale vengono cosi fantastiche?

    Rispondi
  • 14 ottobre 2010 at 11:47
    Permalink

    Ciao Ale benvenuta!
    Il lievito madre senza glutine lo facciamo noi: http://uncuoredifarinasenzaglutine.blogspot.com/2010/06/lievito-madre-senza-glutine.html

    Io questa ricetta con il lievito di birra non l'ho ancora provata, ma se vuoi fare la sostituzione usane un cubetto ed aggiungi 50 ml di acqua alla dose di liquidi data in ricetta.

    L'importante per un buon risultato è che usi le stesse farine date in ricetta, perché le farine senza glutine non sono tutte uguali e cambiandole cambia il risultato

    Se provi facci sapere :)
    A presto!

    Rispondi
  • 9 novembre 2010 at 23:16
    Permalink

    Ho provato a cercare il malto di riso ma nessuna ditta contattata mi garantisce che non sia del tutto incontaminato, cosa posso usare al posto di esso?

    Rispondi
  • 10 novembre 2010 at 8:08
    Permalink

    Ciao Stefania benvenuta! Puoi usare il miele…
    Ma nessuna nessuna? Neppure la Finestra sul Cielo? Loro ne fanno due di malto di riso (come di malto di mais): uno che contiene malto di orzo e l'altro 100% riso, solo acqua e riso senza niente altro.

    Rispondi
  • 12 novembre 2010 at 21:37
    Permalink

    Grazie questa ditta, non l'avevo provata,lo faro' e ti faccio sapere…Grazie Ancora!!!

    Rispondi
  • 8 marzo 2012 at 23:08
    Permalink

    Ciao a tutte , mi sto cimentando nelle brioches con lievito madre per dolci..rispetto a quello sperimentato per il pane ( meta' riso e meta' mais ) e' estremamente vivace:gia' al primo rinfresco mi e' raddoppiato!Comunque la mia domanda e' simile a quella fatta a felix per il pane : anche non volendo usare farine con glutine mi potreste indicare quali , come e in che proporzioni utilizzare farine come quella di riso etc ma non quelle dietoterapiche per un buon risultato? so che voi sperimentate molto e avete senz'altro piu' occhio di me per individuare gli aggiustamenti migliori.Si puo' fare secondo voi? Dovrei aggiungere qualcosa alle farine in questione? e il malto dove lo trovo? Grazie ancora e a presto.

    Rispondi
  • 8 marzo 2012 at 23:15
    Permalink

    Ciao Tella, e tanto ti rispondo sempre mi che son Felix e che son quella che sperimenta da quasi 10 anni 😉
    Mi pare che ti avevo già segnalato la ricetta, ti metto di nuovo i link:
    http://uncuoredifarinasenzaglutine.blogspot.com/2010/09/pane-degli-irriducibili.html
    http://uncuoredifarinasenzaglutine.blogspot.com/2011/03/pane-degli-irriducibili-news.html
    Il malto che per essere senza glutine deve essere o di mais o di riso 100% si trova nelle erboristerie.
    Son contenta che il lievito madre per dolci sia andato bene, quella è una mia variante indicata per pani dolci consigliatami da una mia amica cuoca che seguiva i corsi del maestro panificatore Giorilli

    Rispondi
  • 23 marzo 2012 at 16:38
    Permalink

    Salve a tutti. Sono una entusiasta del lievito madre e vorrei cimentarmi con le brioche, che ci mancano tanto. Il problema e' il latte in polvere. Nel prontuario i latti in polvere sono a rischio, mentre dicono che vanno bene tutti i latti per la prima infanzia, ma non si capisce se intendano quelli liquidi. Qualcuno mi puo' illuminare?Grazie.Anita.

    Rispondi
  • 23 marzo 2012 at 19:03
    Permalink

    Ciao Anita,
    si intendono anche quelli in polvere purché siano per la prima infanzia da 0 – 6 mesi.
    Questa domanda fu posta anche sul forum dell'AIC e fu risposto che il latte in polvere per la prima infanzia deve essere senza glutine per legge

    Rispondi
  • 23 marzo 2012 at 19:54
    Permalink

    Grazie per la sollecita risposta. Vi faro' sapere dei risultati.
    Anita.

    Rispondi
  • 13 febbraio 2014 at 10:34
    Permalink

    Ciao e ben trovate. Ormai non posso più fare a meno di consultare il Vs sito. Dopo il successo con il lievito madre per il pane, ho intenzione di sperimentare quello per dolci. E la prima ricetta con la quale lo utilizzerò sarà propria questa. Volevo però chiederti una cosa: nel nuovo mix di farine dietoterapiche non usi la pandea (è cancellata dagli ingredienti): come posso regolarmi? ed ancora. Sempre nel mix aggiungi un misurino e mezzo di latte in polvere: in questa ricetta, se dovessi usare il mix devo ugualmente aggiungere altro latte in polvere? Spero di essermi spiegata bene. Del resto, ho notato che questa è una ricetta che risale a parecchio tempo fa, dunque potrebbe non essere aggiornata. Quella che invece mi incuriosisce ancora di più è la ricetta delle brioche con il tuppo!!!! Sai, prima di scoprire la malattia ero una maga di brioche e cornetti glutinosi….dopo mi è passata la voglia…..ma tu me l'hai fatta ritornare!!!!

    Rispondi
  • 13 febbraio 2014 at 13:01
    Permalink

    Ciao Rossella :)
    Utilizza la farina Glutafin al posto della Pandea e ci va il latte in polvere sì (tuttavia è un ingrediente facoltativo). Meglio sarebbe se tu riuscissi a procurarti la Farina senza glutine per dolci lievitati del Molino DallaGiovanna, che usata da sola (quindi senza impazzire a mescolare tremila farine) ti dà un risultato superiore a quello che si ottiene con il mio mix per brioche (anche sotto il profilo del gusto) e sono sicura che così la "maga" tornerebbe in azione a pieno regime 😉

    Rispondi
  • 13 febbraio 2014 at 15:45
    Permalink

    Ho visto questa farina nella farmacia dove vado abitualmente: e' un po' caruccia, ma la prendero' senz'altro e ti faro' sapere. Ormai di te mi fido!!!! Un abbraccione.

    Rispondi
  • 27 marzo 2014 at 17:56
    Permalink

    Scusate ma ho la sensazione di essermi persa qualcosa: la differenza tra lievito madre per pane e per dolci!
    Qualcuno mi può illuminare?
    Grazie

    Rispondi
  • 5 maggio 2014 at 12:58
    Permalink

    Lo spiego nel post sul lievito madre per dolci qual è: era un consiglio datomi da una mia amica che aveva seguito un corso del Maestro Giorilli.
    Lui lo fa con glutine aggiungendo una mela grattugiata ad acqua e farina, in modo da avere un lievito che mantenga più morbido e soffice l'impasto per le brioche.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>