Vi propongo questa ricetta, piuttosto semplice per la verità, ma interessante per via dell’uso del grano saraceno in chicchi, il quale si comporta nelle minestre come l’orzo, anche se con tempi di cottura inferiori. E questa per me è stata una bella scoperta visto che prima della celiachia mangiavo spesso le minestre d’orzo.
I fagioli del purgatorio invece sono dei fagioli bianchi e piccoli, tipici di Gradoli nel viterbese che cuociono senza ammollo e sono buonissimi

... E’ un ecotipo locale, assimilabile alla varietà Cannellino, seminata da tempo immemorabile, come testimonia il pranzo organizzato fin dal 1600 a Gradoli in occasione del Mercoledì delle Ceneri, denominato Pranzo del Purgatorio, di cui il fagiolo costituisce il piatto fondamentale. Durante l’evento viene offerta una grande quantità di fagioli, lessati e conditi con sale, olio e pepe. Le caratteristiche di peculiarità del prodotto dipendono sia dalle tecniche tradizionali, che non prevedono uso di prodotti chimici, che dalla tipologia dei terreni. I semi, raccolti per la maggior parte dei casi ancora a mano, sono tondeggianti e di colore bianco lucido. Il sapore è caratteristico, così come la consistenza, apprezzabile in tutte le ricette in cui i fagioli vengano bolliti e conditi con olio crudo. Data la limitata dimensione, il tempo di cottura risulta ridotto a tutto vantaggio del gusto che mantiene a pieno le caratteristiche organolettiche del prodotto e valorizza i sapori del condimento. La tipicità si deve non solo ai metodi di coltivazione, naturali e sani, ma anche al tipo di terreni in cui i fagioli si sviluppano: fertili, poco calcarei, di origine vulcanica e situati in ambiente collinare dal clima temperato. Ottimi in zuppe e minestre, in umido o come contorno per carne o pesce… 

 

Minestra di lenticchie fagioli del purgatorio e saraceno Senza Glutine
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 2 marzo 2007

  • 1 tazza e mezza tra lenticchie (ho usato quelle piccole di colfiorito, anche queste senza ammollo) e fagioli del purgatorio 
  • 1 patata 
  • 1 cipolla 
  • 1 gambo di sedano 
  • 1 tazza di grano saraceno 
  • sale e olio 
  • 1 pizzico di peperoncino (facoltativo)

Ho usato la pentola a pressione. Ho messo a cuocere le lenticchie e i fagioli insieme con la patata, la cipolla e il sedano (niente sale, perchè i legumi si salano quando sono già cotti) per un tempo inferiore rispetto a quello necessario: io ho calcolato con la mia pentola 13 m. dal fischio A questo punto ho aggiunto il grano saraceno e ho proseguito la cottura altri 8 m. sempre dal fischio. Ho salato messo un filo d’olio a crudo e… pronta e buonissima

Notizie da http://www.magnaetruria.com/ 

Minestra di Lenticchie, Fagioli del Purgatorio e Grano Saraceno
Stampa&Invia...
Condividi:
Share
Taggato in:                         

3 Commenti in “Minestra di Lenticchie, Fagioli del Purgatorio e Grano Saraceno

  • 12 dicembre 2012 at 17:06
    Permalink

    bellaaaaaaaaaaaaa…missà che la faccio adesso…cercavo una ricettina per scaldarsi un po' fa' freddo stasera! brrrrrr! grazie

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.