Ogni tanto mi prende la voglia di usare solo le farine naturalmente senza glutine per realizzare lievitati con il lievito di birra (con un pizzico di xantano certo, altrimenti non stanno insieme) perché il sapore è migliore rispetto alle farine dietoterapeutiche…
E quindi avevo provato a realizzare i Babà solo con farine naturali…
La pasta del Babà è in realtà una pasta brioche, tant’è che prima dell’inzuppo erano morbidi morbidi morbidi e di ottimo sapore: l’unico limite è che questo impasto necessita per forza degli stampi, perché deve essere molto morbido ed in piedi da solo non ci sta…
Allora avevo adattato una ricetta trovata sulla rivista La Cucina Italiana

Babà senza glutine
Ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 21 gennaio 2008

  • 200 g di Mix per impasti lievitati (se volete provare con le farine dietoterapeutiche usate 250 g di Mix per brioche e non mettete lo xantano né i 50 g di latte in polvere)
  • 50 g di latte in polvere per la prima infanzia da 0 a 6 mesi
  • 1 cucchiaino e una punta di xantano
  • 1 bustina di vanillina (come da prontuario AIC)
  • 25 g di zucchero
  • 125 g di burro morbido
  • 1 uovo intero e 2 tuorli
  • 40 g di latte
  • 100 g di acqua tiepida
  • scorza di limone grattugiata
  • 1 cubetto di lievito di birra (se usate le farine dietoterapeutiche mettetene 12 g)

per la bagna e la guarnizione

  • gelatina di albicocche (come da prontuario AIC)
  • 400 g di zucchero (ne ho messi 300 g)
  • 200 g di rum
  • 750 g di acqua

A me però questa bagna non è piaciuta molto, troppo zuccherosa e poco liquorosa, quindi consiglio di scegliervi una bagna che incontri i vostri gusti

Preparazione

Mescolate dentro la ciotola dell’impastatrice tutti gli ingredienti secchi, nel frattempo sciogliete il lievito nell’acqua tiepida.
Unite alle farine, con il gancio in movimento, il burro morbido, l’uovo e i tuorli, il latte e l’acqua con il lievito, aromatizzate con la scorza di limone.

Questo è l’impasto, molto morbido
Coprite la ciotola e mettete a lievitare l’impasto dentro il forno ad una temperatura di 22° circa per un’ora e avrà raddoppiato il proprio volume.

Intanto che attendete preparate la bagna….

Al termine della lievitazione l’impasto sarà molle, ma con l’aiuto della farina riuscirete a modellare delle palline, quindi infarinatevi bene le mani e il piano di lavoro.
Mettete le palline negli stampini appositi, imburrati e infarinati, in modo che siano pieni fino a metà.

 

Fate lievitare ancora mezz’ora….
Poi cuocete alla temperatura di 170° per 30 minuti.
Sformateli (se li vedete ancora bianchini, posizionateli dentro una teglia, senza stampino e infornateli di nuovo per 5 minuti circa).
Pennellateli caldi con la gelatina di albicocche e poi tuffateli nella bagna e fateli colare su di una gratella per dolci

Erano buonissimi e senza retrogusto alcuno (pregio dell’uso delle farine naturalmente senza glutine) e nelle pezzature piccole rendono ancora meglio 😉

Se per ipotesi non volete inzupparli, ma solo realizzare delle morbide brioche è necessario aumentare la quantità di zucchero contenuta nell’impasto.

Babà Senza Glutine
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                         

9 Commenti in “Babà Senza Glutine

  • 20 novembre 2010 at 16:41
    Permalink

    wow! pure lu babbà!

    meravigliosi, mi fai venire voglia.

    io sono in attesa ceh lievitino dei panini semidolci, invece 😉 ricetta felix&cappera, ovviamente!

    Rispondi
  • 20 novembre 2010 at 17:11
    Permalink

    ho avuto un malore :( verrei strisciando sulle ginocchia per mangiarne qualcuno ;))
    bravissima con questi tuoi esperimenti!! te l'ho detto che devi andare a lavorare alla Schaer così migliorerebbero taaaanto i loro prodotti 😉
    baciuzzi :X

    Rispondi
  • 20 novembre 2010 at 17:16
    Permalink

    Ciao Gaia! Mi farebbe tanto piacere se tu un giorno avessi voglia di provare questo impasto solo con farine naturali… per capire come lo senti al palato, se è possibile migliorarlo ed il margine a mio avviso c'è, visto che secondo me con questo dovrebbero riuscire delle buone brioscine…

    Ti abbraccio :)

    Rispondi
  • 20 novembre 2010 at 17:18
    Permalink

    Ecco Soniuccia! Provalo pure tu sto impasto con le farine naturali…
    Sempre troppo carina sei :X

    Rispondi
  • 20 novembre 2010 at 18:33
    Permalink

    ma che belli questi babà, fanno davvero venir la voglia! :)

    Rispondi
  • 21 marzo 2011 at 12:00
    Permalink

    scusate ma lo xantano…dove lo trovo???
    grazie Elisa

    p.s. complimenti per il bellissimo blog che ho scoperto da pochi giorni ma che sto visitando in lungo e in largo!!!

    Rispondi
  • 23 marzo 2011 at 11:01
    Permalink

    Ciao Elisa grazie :)
    Lo xantano lo trovi nelle farmacie che preparano composti galenici sotto la dizione: Gomma di Xanthano E 415 (non importa la marca) oppure lo trovi ad un buon prezzo su Celiachiafood: 200 g 11 euro

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>