Questo pane l’ho preparato per la mia amica Lidia (che molti di Voi conoscono bene) :) mi serviva di farle trovare un panino perfetto da farcire e che si mantenesse bene anche “impacchettato”, senza diventare di “gomma” effetto “chewing gum”.
Ed infatti si mantenne benissimo con la crosticina croccante, malgrado lo avessi incelofanato che era ancora tiepido.
La ricetta è semplice, si tratta solo di una variazione semi integrale del mio pane bianco comune classico.

©Ciabattine Rustiche©
per 6 ciabattine di grandezza media
 
  • 350 g del mix pane Felix
  • 150 g di mix al teff Liberaire (ne avevo parlato QUI)
  • 400 g di acqua
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 5 g di lievito di birra secco o 12 g di lievito di birra fresco
  • 2 cucchiai di olio
  • 8 g di sale
Nella ciotola dell’impastatrice sciogliere il lievito nell’acqua con lo zucchero, attendere 10 minuti circa.
Unire le farine e cominciare ad impastare, quando è quasi amalgamato unire l’olio e quando si presenta ben assorbito, aggiungere il sale.
Far lavorare la macchina per 5 minuti fino a quando l’impasto non è liscio e omogeneo.
Coprire e far lievitare in luogo tiepido per circa 2 ore o fino a quando l’impasto non si presenta raddoppiato.
Al termine, infarinare la spianatoia con farina di riso e mais, ribaltare l’impasto e senza rilavorarlo tagliare 6 pezzi più o meno della stessa grandezza.
Stirarli delicatamente, allungandoli e schiacciandoli poco poco con le mani.
Fatele riposare 50 minuti circa e nel frattempo accendete il forno a 230° con la refrattaria dentro.
Spennellate con poca acqua e olio e cuocete per 5 minuti a 220° e per 20 – 25 minuti a 200°
Sfornatele, fatele intiepidire e son pronte.
Sono profumatissime!
Reggono benissimo il congelamento, per cui sono comode da tenere in freezer sempre a portata di mano.
Questo è l’interno durante la fase di farcitura del panino, alle mie spalle c’era Lidia che sorvegliava tutte le operazioni 😉
 Un abbraccio!
Olga
Ciabattine Rustiche
Share
Taggato in:

15 Commenti in “Ciabattine Rustiche

  • 23 febbraio 2015 at 10:17
    Permalink

    ciao Olga,buon lunedi..mi piacciono le tue ciabattine,ma io non trovo la Liberaire e sai che in casa ho la teff LT africa…come potrei impastrocchiarla ??? e poi devo sostituire il ldb con kefir o lm…Olghina cara,in poche parole devo rivoluzionare la tua ricetta !!! Un aiutino….grazie so che lo farai ..un grosso abbraccio a te e a Lidia,spero di rivedervi presto <3

    Rispondi
  • 23 febbraio 2015 at 10:22
    Permalink

    …anche l'altra ragazza di Torino apprezza molto questa nuova ricetta! 😉

    Rispondi
  • 23 febbraio 2015 at 13:47
    Permalink

    @Rosalba: usa 120 g di lievito madre e porta le farine del mix a 400 e usa farina di teff 100 g
    @Corina: usa la farina di grano saraceno bianca

    Grazie ragazze :)

    Rispondi
  • 23 febbraio 2015 at 18:15
    Permalink

    Ciao. Che buoni devono essere…..! Neppure io trovo quella farina di teff, ma proverò a farle con la farina di grano saraceno: quella della Nutrifree andrebbe bene? Non è specificato se è bianca. Ad ogni modo, dopo aver letto il tuo ultimo post sui lieviti e dopo che ti seguo da quasi un anno (il mio lievito madre ha fatto il suo primo compleanno!!!), mi è venuta in mente una cosa. Ultimamente vanno di moda questi bei programmi di cucina: ma perchè non provi a creare uno spazio, all'interno di queste trasmissioni, per te e per la cucina senza glutine?
    Sei brava e, secondo me, avresti grande successo!!!! E poi sarebbe giusto che finalmente si iniziasse a parlare di intolleranze alimentari e soprattutto di quanto anche noi riusciamo a mangiare prodotti "buoni" e, se vogliamo dirla tutta, di quanto la nostra dieta sia molto più sana di quella glutinosa!
    Un abbraccio.

    Rispondi
  • 23 febbraio 2015 at 19:00
    Permalink

    Ciao Rossella :) Se in quella farina che hai non è specificato che è bianca (quella bianca la fa sempre Nutrifree) allora è quella più grezza scura, in questo caso mettine non più di 50 – 80 g. Ti ringrazio per la stima, ma non credo che potrei avere "spazio": oggi ci sono gli chef senza glutine che impazzano e poi io che non sponsorizzo mai nessuno, (come vedi le farine le uso tutte e se ne trovo una che sia migliore di un'altra lo dico e sostituisco) e sono una sostenitrice dell'uso delle farine naturalmente senza glutine (quando si ottengono ottimi risultati), non sono granché appetibile 😉 Credimi se ti dico che rimango più utile così come ho sempre fatto in questi anni. Un abbraccio a te :)

    Rispondi
  • 25 febbraio 2015 at 10:44
    Permalink

    Leggo solo ora ma confermo sono OTTIME! Crosticina croccante senza effetto gomma, le 2 ciabattine che sono avanzate me le sono portate a Milano e nonostante fossero passati 2 giorni erano ancora ottime. Sì è vero, lo confesso: ogni volta che vado a Roma sono stracoccolata e ….. sono stracontenta! :) grazie di tutto! smack

    Rispondi
  • 27 febbraio 2015 at 14:16
    Permalink

    Eccellenti!!!! Altro che farli raffreddare: con mio marito ne abbiamo mangiate due subito, appena sfornate: buonissime!!! …e che profumo! Ah, l'ho trovata e le ho fatte con la farina di grano bianco. Baci.

    Rispondi
  • 13 marzo 2015 at 20:30
    Permalink

    ciao. ho rifatto le ciabattine, ma ho una grossa difficoltà: l'impasto è molto morbido e appiccicoso e non riesco a dividerlo…. mi si appiccica sulla paletta, le dita…. mi daresti un suggerimento? una dritta? o forse viene a me troppo mollo l'impasto.
    un altra cosa. volevo rifare il danubio, ma non con la farina dalla giovanna (sta diventando difficile reperirla), ma con il tuo mix: devo sostituire solo le farine e il resto degli ingredienti rimane lo stesso? Grazie.

    Rispondi
  • 13 marzo 2015 at 20:32
    Permalink

    ciao. ho rifatto le ciabattine, ma ho una grossa difficoltà: l'impasto è molto morbido e appiccicoso e non riesco a dividerlo…. mi si appiccica sulla paletta, le dita…. mi daresti un suggerimento? una dritta? o forse viene a me troppo mollo l'impasto.
    un altra cosa. volevo rifare il danubio, ma non con la farina dalla giovanna (sta diventando difficile reperirla), ma con il tuo mix: devo sostituire solo le farine e il resto degli ingredienti rimane lo stesso? Grazie.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>