Pane preparato con la solita ricetta base che faccio io per testare le nuove farine da sole: è una ricetta rapida e il pane uscirà sempre mangiabile quale che sia la farina usata.

Ho anche preso l’abitudine di non pennellare il pane con acqua e olio, per capire che capacità ha il pane di colorarsi senza alcun aiuto.
Se riesco, (con l’ausilio di un video) una volta vi faccio vedere che consistenza deve avere questo tipo di impasto: così che possiate regolarvi con l’acqua quando cambiate farina.
Solo per questa farina ho dovuto usare una quantità di acqua insolitamente bassa, ma di solito parto a pari peso (250/250) aggiustandomi dopo solo se necessario.
Stavolta è toccato al mix rustico per pane Revolution.
Lo preferisco a quello bianco sempre della stessa ditta: questo non ha retrogusto e soprattutto contiene un po’ di fibra in più e i semini.
La resa è stata ottima come nello standard delle farine Revolution.
Anche l’assorbimento è diverso da quello di tutte le altre farine: assorbe di meno, quasi come una farina con glutine.
 ciabatte-revolution
La ricetta è la solita ovviamente variando l’acqua secondo l’assorbimento della farina:
per due ciabatte di circa 170 – 180 g di peso
  • 250 g di mix rustico per pane Revolution
  • 150 g di acqua
  • 3 g di lievito di birra secco
  • 20 g di olio
  • 4 g di sale

Dentro una ciotolina versate l’acqua tiepida di rubinetto, il lievito di birra e l’olio.

Aggiungete la farina e iniziate a mescolare con una forchetta.

Appena sentite che comincia a fare “resistenza” unite il sale e continuate a mescolare.
Se la forchetta non basta più, utilizzate per lavorare una spatola di silicone.
Tappate la ciotola e fate lievitare due orette circa.
Intanto, quando manca circa mezz’ora alla fine della lievitazione, accendete il forno a 220° con la refrattaria dentro.
Trascorso il tempo, infarinate molto bene un foglio di carta forno (con farina di riso e mais o riso e teff) ribaltate sopra l’impasto (che è morbido, ma non scapperà da tutti i lati) e senza lavorarlo né toccarlo con le mani dividetelo in due con una spatola.
Distanziate le due parti e rigiratele, in modo che siano infarinate sia sopra che sotto.
Aspettate ancora 10 minuti e poi infornatele.
Mi raccomando il forno deve essere bollente!
Cuocere a 220° per 30 minuti.
Sfornatele e fatele raffreddare su una gratella.
Al prossimo test monofarina 😉
Un abbraccio!
Olga
Ciabatte con Mix Pane Rustico Revolution
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share

6 Commenti in “Ciabatte con Mix Pane Rustico Revolution

  • 10 maggio 2015 at 10:19
    Permalink

    ciao felix ,mi hanno regalato una confezione di farina da mezzo kg di siciliatavola,ma io non mi fido molto delle monofarine ,ne hai già sentito parlare? quasi quasi mi butto e la provo con questa ricetta.:-)ciao e grazie x tutto:-)

    Rispondi
  • 10 maggio 2015 at 19:05
    Permalink

    Cara Enrica la farina e' valida, anche buona di sapore. Questa estate in Sicilia trovavo solo quella al mare, per cui l'ho usata spesso. Buttati, ma ricordati che ha il solito assorbimento alto tipico delle nostre farine. Solo le farine Revolution bevono meno acqua.
    Grazie a te :)

    Rispondi
  • 11 maggio 2015 at 20:29
    Permalink

    Sia in farmacia che nei negozi specializzati. Prova a chiedere dove ti servi di solito.

    Rispondi
  • 2 marzo 2017 at 23:16
    Permalink

    Buona sera, volevo sapere se posso sostituire la farina revolution con la caputo fioreglut. Grazie, Lina

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>