Quando i biscotti per la ricorrenza dei morti NON erano pipistrelli, zucche, dita di strega etc…, ma dolcetti della nostra tradizione.
La ricetta è di Daniela (sarda DOC) tutta realizzata con farine naturali.


PAPASSINI

papassini
I Papassini per tradizione si preparano in occasione della ricorrenza di Ognissanti, questa ricetta è la versione del nord Sardegna, dove non si utilizza la sapa nell’impasto. Il nome Papassìnos deriva dal dialetto “Papassa” ossia uva sultanina.

  • Ingredienti:
  • 250 gr. mix di farine naturali per frolla (nella versione a tre farine)
  • 130 gr. burro o strutto
  • 110 gr. zucchero
  • 1 cucchiaio di miele
  • 2 uova
  • 70 gr. uva sultanina
  • 70 gr. noci tritate
  • 70 gr. mandorle tritate
  • scorza grattata di 1 arancio o limone
  • pizzico di sale
    alcuni mettono nell’impasto un cucchiaino di lievito o ammoniaca per dolci, io seguo l’esempio di mia madre e non metto nessuno dei due.
  • diavoletti o codette per la decorazione (di questi deve essere verificata l’idoneità in etichetta o sul Prontuario degli alimenti AIC)

Nel mentre che si mette l’uva in ammollo, in acqua tiepida per circa 15 minuti, si prepara l’impasto con tutti gli ingredienti (esclusa frutta secca) la consistenza è leggermente più morbida rispetto alla classica frolla, una volta che l’impasto si è amalgamato aggiungere la frutta secca e l’uva, ben strizzata e passata nella farina di riso (passarla al setaccio per togliere la farina in eccesso); lavorarlo velocemente. Riporre il panetto in frigo per circa 15 minuti avvolto nella pellicola. Stendere l’impasto su un ripiano leggermente infarinato (farina di riso ) facendo una sfoglia di circa 1 cm. con una formina tagliare tanti piccoli rombi (questa è la forma classica del papassino), adagiarli su una teglia coperta da carta forno. Infornare a caldo (150°/160°) per circa 15/20 minuti. Controllare la cottura perchè non dovranno scurire troppo.
Una volta cotti e raffreddati andranno coperti con una glassa, fatta con zucchero a velo acqua tiepida q.b. qualche goccia di succo di limone e i diavoletti come guarnizione colorata. (alcune ricette prevedono la glassa fatta con albume e zucchero a velo, ma come già detto prima, io adotto la vecchia ricetta della mamma)

intpapas


Grazie a Daniela per questa preziosa ricetta della tradizione ed un abbraccio!

Olga

Papassini
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                     

2 Commenti in “Papassini

  • 14 settembre 2017 at 21:30
    Permalink

    Buonasera…. non ho capito quale sia il mix per la ricetta dei pabassini….si tratta di buonissimi dolci proprio della mia zona e mi piacerebbe provarli. … grazie in anticipo😀

    Rispondi
    • Felix
      15 settembre 2017 at 7:28
      Permalink

      Questo :)
      230 g di amido di mais
      65 g di fecola di patate
      220 g di farina di riso
      8 g di xantano

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>