Ingredienti

  • 500 g. di farina senza glutine  (io consiglio il Mix di farine per pane e focacce )
  • 30 g di semi di finocchio (se non vi piacciono non metteteli)
  • 1 uovo
  • 1/2 bustina di lievito in polvere per torte salate (consultare il prontuario AIC)
  • 8 cucchiai di olio di oliva
  • acqua tiepida q.b.
  • sale e pepe

 

 

 

Mescolare la farina in una ciotola con i semi di finocchio, una presa di sale, un pizzico di pepe ed il lievito. Versare al centro l’olio e l’uovo e cominciare ad impastare, aggiungere l’acqua tiepida fino ad ottenere un impasto che si stacchi dalle pareti della ciotola e lavoratelo energicamente per 15 m. Mi raccomando, ai celiaci, deve essere sodo non molle. Appena l’impasto è pronto staccarne dei pezzetti e ricavare dei bastoncini di 15-20 cm. chiuderli a forma di ciambella, coprirli con un telo e farli riposare 15 m. Mettere sul fuoco una pentola capace con abbondante acqua, portarla ad ebollizione, immergervi i taralli e cuocerli per 2-3 m. (verranno a galla come gli gnocchi), quindi scolarli con un mestolo forato e disporli su un telo e lasciarli asciugare completamente. Disporre i taralli su una placca da forno e cuocerli in forno a 200° per 20 m. circa, sfornarli e lasciarli raffreddare completamente prima di servirli.

Io ovviamente li ho assaggiati caldi  e sono buonissimi. Certo non croccanti perchè erano caldi, da freddi acquisteranno croccantezza, ma di sapore identico a quelli che si comprano, …anzi meglio

Taralli ai semi di finocchio senza glutine
Stampa&Invia...
Condividi:
Share
Taggato in:                 

6 Commenti in “Taralli ai semi di finocchio senza glutine

  • 9 giugno 2010 at 22:24
    Permalink

    Questi taralli sono proprio perfetti.
    Io non li distinguo da quelli glutinosi.

    Rispondi
  • 9 marzo 2013 at 16:06
    Permalink

    Sì usa il lievito di birra, ma poi dai al panetto il tempo di lievitare. Sul blog ci sono anche i taralli con il lievito di birra e con il lievito madre sempre senza glutine

    Rispondi
  • 23 marzo 2017 at 10:07
    Permalink

    L’impasto si potrebbe lavorare nel bimby?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.