Cornetti di pasta brioche senza glutine
Ingredienti

  • 131 g di Farmo
  • 53 g di Pandea
  • 41 g di Agluten (per un totale di 225 g di farina)
  • 1 misurino di latte in polvere (facoltativo; usare quello da 0-6 mesi neonati)
  • 64 g di burro o olio leggero di mais
  • 25 g di zucchero
  • 10 g di sciroppo di glucosio (facoltativo, ma aumenta la sofficità e la durata delle brioche)
  • 20 g di lievito fresco
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo (sgusciato pesava 60 g)
  • 100 ml di acqua e latte (metà e metà)
  • 1 tuorlo diluito con un cucchiaio di latte per spennellare

Inserite nella macchina del pane il latte o l’acqua, l’uovo, lo sciroppo di glucosio, lo zucchero, il burro morbido (o l’olio), la farina, il pizzico di sale e per ultimo il lievito, impostate il programma impasta e lievita e fate lavorare la macchina. Dovete ottenere un impasto che si stacca dalle pareti del cestello.

Quando andrete a lavorare il panetto che riesce molto morbido ma non tanto appiccicoso, infarinate sì il piano di lavoro, ma senza esagerare. Li ho fatti lievitare in forno tiepido ma spento circa 40 minuti.

E li ho cotti a 190° per 15 – 20 massimo.

Sono sofficissimi e davvero molto buoni!

Cornetti di pasta brioche senza glutine
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                             

36 Commenti in “Cornetti di pasta brioche senza glutine

  • 3 ottobre 2010 at 14:09
    Permalink

    Olga!
    Questi cornetti sono fantastici!
    MI sono decisa e oggi li ho fatti…. strepitosi, morbidissimi, un impasto lavorabilissimo, senza alcun retrogusto… grazie!

    … domande: posso dare la forma a saccottino o pallina per farcirli con un po di marmellata?
    Come si comportano se li congelo?
    Come li scongelo?
    Li congelo farciti?
    A parte che se andiamo avanti così Giulia e io resta poco da congelare!!!!

    Rispondi
  • 3 ottobre 2010 at 16:54
    Permalink

    Monica! Sono contentissima che vi siano piaciuti :)
    Allora…
    1) per la forma a saccottino stendi una pallina in verticale metti poca marmellata e arrotoli dal lato corto; altrimenti fai una pallina (come fai per quelli mignon) fai un buco con il pollice ci metti un pochino di marmellata e poi chiudi bene.
    2) io non li ho mai congelati, ma credo che si comportino bene anche già farciti. L'ideale sarebbe scongelare a temperatura ambiente e poi scaldarli un attimo… quindi ti conviene metterli fuori la sera prima…

    Fammi sapere e dai un bacione a Giulia! :X

    Rispondi
  • 6 ottobre 2010 at 8:23
    Permalink

    Grazie Olga, appena finisce questa infornata provo quest'altra versione…

    Rispondi
  • 14 marzo 2011 at 8:10
    Permalink

    Buongiorno!

    Ma se si volessero fare senza macchina del pane?!

    Impasto tutto con impastatrice, lascio lievitare per circa 1 ora e 30 minuti, quindi do la forma, faccio lievitare altri 40 minuti e inforno, giusto?

    Baci

    Rispondi
  • 1 giugno 2011 at 7:25
    Permalink

    Buon giorno,
    ho messo tutti gli ingredienti a lavorare nella macchina del pane ma vorrei capire come faccio per dare la forma classica del cornetto. La pasta la devo stendere e poi formare dei quadrati ed arrotolare o esiste un altro procedimento? Grazie per la pazienza con cui rispondete ai miei dubbi e grazie anche per avermi ridato la fiducia ed i mezzi per riuscire a creare cose buone anche con queste farine :-)

    Rispondi
  • 1 giugno 2011 at 7:28
    Permalink

    Buongiorno Lucia :)

    Stendila a cerchio e poi taglia dei triangoli con un coltello affilato, se fai un quadrato non ottieni il cornetto, ci vuole la forma del triangolo. Il quale va arrotolato partendo dalla base, mi raccomando con delicatezza che non avendo molta elasticità tende a rompersi 😉

    Rispondi
  • 1 giugno 2011 at 11:02
    Permalink

    Ho appena assaggiato il primo…buono buono…mi sono venuti più lunghi che larghi ma il sapore è buono…la prossima volta prenderò meglio le misure :-)

    Rispondi
  • 14 ottobre 2011 at 12:50
    Permalink

    Salve, vorrei provare a fare i cornetti ma non trovo lo sciroppo di glucosio.Dove posso acquistarlo, in farmacia mi hanno detto che loro lo potrebbero anche fare ma che non sanno come.Mi potete aiutare! Complimenti per il ricettario, mi riescono delle cose buonissime per mio figlio e…non desisto con il lievito madre perche' e' la 3 vv che lo butto…ma ci riproverò..grazie

    Rispondi
  • 3 novembre 2011 at 8:21
    Permalink

    Ho provato questa ricetta, ma il risultato non e' stato proprio come quello delle vostre foto!!… Che lievito avete usato? .. Grazie, e complimenti per tutte le ricette

    Rispondi
  • 3 novembre 2011 at 8:26
    Permalink

    Ciao :) Lievito di birra fresco in panetto: quello da 25 g
    Quale problema hai riscontrato? Hai usato le stesse farine indicate?

    Rispondi
  • 4 novembre 2011 at 14:30
    Permalink

    Non sono lievitati come avrebbero dovuto… Ho sostituito la farina agluten con biaglut (avevo quella in casa)… Cmq riproverò!!… In compenso la "torta di compleanno" e venuta veramente buona… Un'altra domanda: qnd utilizzo la mdp, il lievito di birra 'sciolto' lo devo mettere dopo la farina?… Grazie ancora x la disponibilità, sn ai miei privi esperimenti con la cucina gluten free..

    Rispondi
  • 4 novembre 2011 at 14:37
    Permalink

    Ciao :) Allora… la sostituzione di una farina può modificare il risultato, perché essendo tutte diverse hanno un modo differente di assorbire i liquidi, di amalgamare uova e grassi etc…
    Tuttavia è probabile che dovessero solo lievitare un pochino di più. I tempi che indico di solito nelle ricette sono sì indicativi, ma possono variare caso caso. Dipende dalla temperatura interna, dal grado di attività del lievito, etc… Alla prossima per verificare che l'impasto ha raggiunto un grado di lievitazione accettabile fai la prova "dito": pigia l'impasto, se l'impronta sparisce subito deve ancora lievitare, se l'impronta rimane allora puoi portare in cottura. Tieni conto che questi sono impasti complessi anche con il glutine 😉
    Quando utilizzi la macchina del pane il lievito di birra sciolto lo devi mettere nel cestello prima della farina, insieme agli altri ingredienti liquidi e allo zucchero. In questo caso il sale va all'ultimo sopra la farina.
    Di niente :) appena prendi confidenza con queste farine avrai molte soddisfazioni, solo all'inizio si ha qualche incertezza :)
    Fammi sapere come va :)

    Rispondi
  • 4 novembre 2011 at 14:41
    Permalink

    Grazie mille… Ti terrò aggiornata!

    Rispondi
  • 14 aprile 2012 at 16:35
    Permalink

    ciao e complimenti per tutte le ricette. Normalmente mi vengono sempre ma questa proprio no. Non avevo la pandea e ho messo un po' più di agulten e un po' di mix b (anche se secca un po' ma erano circa 40 g), gli altri ingredienti gli avevo tutti ma dopo aver fatto lievitare l'impasto nella mdp il risultato è stato troppo molle da essere lavorato a mano e ho dovuto metterlo in uno stampo da plumcake. Eppure mi sembrava di aver pesato bene tutti gli ingredienti :( Dove avrò sbagliato?

    Rispondi
  • 4 novembre 2012 at 19:57
    Permalink

    grazie provero a farli e grazie per la dritta sull amido di riso elisabetta

    Rispondi
    • 20 febbraio 2013 at 10:03
      Permalink

      No! Usa solo Farmo e Agluten sostituendo in proporzione :)

      Rispondi
  • 24 febbraio 2013 at 17:44
    Permalink

    Ciao Felix ho fatto questi buonissimi cornetti per la prima volta ma ahimè l'aspetto era pessimo… in seconda lievitazione la forma si è allentata.. cosa ho fatto di sbagliato? Ho usato le stesse identiche quantità ma non ho messo nè sciroppo di glucosio nè latte in polvere (ma tanto erano facoltativi no?) e ho usato 10 gr di lievito secco al posto dei 25 di lievito fresco perchè non lo avevo trovato…
    Il sapore però è davvero ottimo… grazie di cuore!
    Silvia

    Rispondi
  • 24 febbraio 2013 at 18:55
    Permalink

    Ciao Silvia :) Il lievito è un po' troppo. In ricetta sono 20 g e non 25 quindi di quello secco ne bastavano circa 6 – 7 g
    Inoltre la prossima volta lavora molto bene l'impasto prima di formare i cornetti in modo da renderlo bello liscio.

    Con questi accorgimenti verranno anche carini da vedere.

    Grazie a te :)

    Rispondi
  • 25 febbraio 2013 at 11:19
    Permalink

    Grazie mille Felix.. riprovo e ti faccio sapere come è andata.. intanto prima finisco quei 10 fatti.. non ci vorrà molto 😛

    Un saluto a tutte e vi ringrazio di cuore per questo blog utilissimo

    Rispondi
  • 5 giugno 2013 at 21:40
    Permalink

    Grazie Felix per tutte queste buone ricette!! :)
    ho una domanda: per fare questi cornetti senza macchina del pane e impastatrice, come devo fare?
    come cambia la ricetta?
    grazie per l'aiuto..
    eleonora

    Rispondi
  • 9 agosto 2013 at 16:12
    Permalink

    Ciao Olga, una curiosità ma le farine utilizzate sono tutte per dolci?
    Grazie infinite

    Rispondi
  • 10 agosto 2013 at 12:26
    Permalink

    Ciao Fausto :) no non sono per dolci. La Farmo e' quella per pane Fibrepan o low protein; la Agluten e' quella per pane. Quella Pandea invece in Italia non la distribuiscono più purtroppo (solo in Francia si trova come Valpiform), quella in commercio quindi è completamente diversa e con altra resa. Meglio non metterla e suddividere quella quantità tra le altre due. Grazie a te :)

    Rispondi
  • 17 novembre 2013 at 12:13
    Permalink

    ciao olga,che invitanti che sono questi cornetti!! senti ma come posso sostituire la farina agluten??grazie mille

    Rispondi
  • 9 ottobre 2014 at 6:49
    Permalink

    Ciao Olga complimenti x la ricetta ma, volevo chiederti si potrebbe usare il lievito madre senza glutine x qst ricetta? Ti ringrazio…..

    Rispondi
  • 20 novembre 2014 at 15:48
    Permalink

    Ciao Olga: ieri ho provato a farli ma non mi sono riusciti, forse li ho solo cotti troppo ma anche la prima lievitazione non si è gonfiata per nulla, quindi non so… Unica differenza sugli ingredienti è la farina a gluten che non trovo e ho sostituito con la glutafin select: può essere per quello?

    Rispondi
  • 8 maggio 2017 at 19:47
    Permalink

    Ciao Olga volevo sapere la farina Pandea e Agluten con quale si possono sostit io ho sia Farmo Glutafin la schar mix brot quello per il pane rustico farina di riso mais fammi sapere grazie

    Rispondi
    • Felix
      8 maggio 2017 at 22:37
      Permalink

      La Pandea si può togliere, l’Agluten no, per cui se non ce l’hai usa tutta Farmo

      Rispondi
  • 18 settembre 2018 at 17:00
    Permalink

    Ciao Olga :smile:
    vorrei replicare questa ricetta e quindi ti chiedo se utilizzo farmo ed agluten, in quali proporzioni? Oppure suggerisci il mix naturale per pasta di rosticceria? Ed in entrambi i casi l’idratazione è quella prevista nelle rispettive ricette?
    Grazie!!!
    Un grandissimo abbraccio :smile:
    Emilia

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>