E’ un pane facile facile… ispirato al pane veloce, solo che ho usato il Lievito madre senza glutine e una parte di Brot Mix…
Anche per questo pane tutta l’attrezzatura che vi serve è costituita da:

1 ciotola capiente
1 forchetta

Ovviamente non è più veloce visto che si usa il LM ed occorre attendere tempi maggiori per la lievitazione…

 

Ciabatta Semintegrale al lievito naturale
  • 300 g di mix per pane
  • 100 g di Brot Mix Schar
  • 460 g di acqua tiepida
  • 80 g di lievito madre senza glutine che io avevo rinfrescato il giorno prima
  • 1 cucchiaino scarso di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale

Io ho cominciato la mattina verso le 09.30 per riprendere l’impasto verso le 17.00
Sciogliete il lievito madre nella ciotola con l’acqua tiepida e lo zucchero… versate le farine e cominciate a mescolare con la forchetta, unite il sale e finite di mescolare bene, in modo da amalgamare il tutto.
Sistemate il blobbetto molle con una spatolina, fate un giretto d’olio di lato, tappate e fate lievitare finché non ha raddoppiato il proprio volume, ci potrebbe volere anche meno tempo rispetto a quanto ne è servito a me ;), quindi occhio!
Preparate sul piano di lavoro un foglio di carta da forno ben infarinato con un misto di mix it e farina di mais, versateci sopra il blob gonfio e lievitato e con una spatola leggermente infarinata tagliate l’impasto per il lungo a formare due ciabatte.
Fate riposare queste due ciabattone circa 40 minuti e intanto accendete il forno con la refrattaria dentro (se non l’avete arroventate la leccarda del forno) mettendolo alla temperatura massima.
Prima di infornare spolverate la superficie del pane con un pochino di farina  e cuocete alla massima temperatura per i primi 10 minuti e proseguite per i restanti 30 – 35 minuti a 250°

E’ delizioso… morbido, leggero, dal gusto fresco… non gommoso… per niente acido, ma questo dipende dal fatto che il mio lievito madre in questo momento è favoloso (ha quasi tre anni e migliora sempre più): spero che riesca a mantenersi così fino al 7 maggio 😉
Ciabatta Semintegrale al Lievito Naturale
Stampa&Invia...
Condividi:
Share
Taggato in:

29 Commenti in “Ciabatta Semintegrale al Lievito Naturale

  • 26 aprile 2011 at 9:54
    Permalink

    Allora ti ho letto nel pensiero e… non ho raggiunto questo meraviglioso risultato, ma ho provato anche io a usare il Brot Mix Schar. Ho usato la ricetta del mix del pane nel modo seguente: 200MixBrot/100 Glutafin/100 Farmo.

    Ho usato il lievito secco (10g), però, e credo sia stato il responsabile della lievitazione stentata, oltre al fatto che ho dovuto aggiungere dell'acqua all'impasto perché il Mix Brot l'è Brut&Tost! 🙂

    Detto ciò, con la mdp, il pane è venuto buonino, con la crosta scrocchiarella e la mollica morbida, ma un pò troppo umido, secondo me.

    Ora, dopo aver letto e visto la tua ricetta, credo sia arrivato il momento di avventurarmi col forno e usare la mdp solo per l'impasto…

    poiché, però, non userò il lievito madre fino al 7 maggio, giorno in cui imparerò a farlo, che lievito uso? e in che dosi?
    Grazissime 🙂

    p.s. su twitter ho messo le foto del pane nero, accanto a un bianco (2° prova) fatto con il vostro Mix per pane con la biaglut, pacco morbido, però!

    Rispondi
  • 26 aprile 2011 at 10:04
    Permalink

    Ciao Raffi sempre ricorda che ogni modifica che fai alle farine cambia tutto, sia la quantità di acqua che il risultato finale, il Brot mix beve a più non posso, lievita in modo diverso e rimane naturalmente più compatto e umido: si comporta cioè come una farina integrale glutinosa 😉
    Per fare questo pane usa il lievito di birra nella quantità di 8 g e sicuramente (usando il lievito di birra e non il LM) dovrai aumentare ancora di 20 – 30 g la quantità di acqua. Ricordati anche che impiegherà meno tempo a lievitare 😉
    Adesso vado a vedere il pane su twitter

    Grazie Marilù sempre tanto tanto carina 🙂

    Rispondi
  • 26 aprile 2011 at 10:11
    Permalink

    Grazie Olga! prima di sabato provo il pane "al forno" e riutilizzo questo Mix Brot, perché il sapore è moooolto più buono dell'integrale 'glutinoso! … aggiorno le quantità di lievito e acqua 😉

    Rispondi
  • 26 aprile 2011 at 10:13
    Permalink

    dimenticavo! Il 7 portati un barattolino di vetro 😉

    Rispondi
  • 26 aprile 2011 at 11:17
    Permalink

    ma come fai ad essere cosi' brava??? invecchiero' prima di raggiungere questi risultati…ufffff….devo proprio iniziare :D:D

    Rispondi
  • 26 aprile 2011 at 15:50
    Permalink

    Ho appena preparato il mio lievito madre!!! O almeno spero…
    Incrociamo le dita!
    Ti saprò dire nei prossimi giorni…

    Rispondi
  • 26 aprile 2011 at 21:15
    Permalink

    ….anche io vorrei essere lì con il mio barattolino di vetro il 7 maggio!!!! Acc…..
    Non riesco a prendere coraggio per dare alla luce il MIO lievito madre….anche perchè qui la produzione di pane non è serrata come da te!!!!
    Ciao, un bacio!!!

    Rispondi
  • 27 aprile 2011 at 8:45
    Permalink

    Tesorino posso ordinarne una 10 di pagnotte…poi se all'ordine vuoi mandarmi qualcos'altro a me sta bene…non preoccuparti lo spedizionere lo pago io 😀
    Ah visto che ci sei puoi aggiungere un barattolo di lievito madre! Grazie!
    Un abbraccio grandissimo

    Rispondi
  • 27 aprile 2011 at 17:16
    Permalink

    Grazie ragazze 🙂 Il pane venne talmente buono che l'ho già replicato e domani lo faccio per la terza volta…

    @spunti e spuntini: se si usano le farine giuste adeguatamente miscelate e si sceglie il modo di lievitazione migliore (anche per le farine con glutine) il pane senza glutine viene buono e si mantiene bene fino a due giorni 😉
    Grazie ragazze 🙂

    Rispondi
  • 27 aprile 2011 at 21:14
    Permalink

    ultimamente sono un po' a corto di idee sul pane, nel senso che mi sono "seduta" sul mio pane simil-toscano, che mi piace, soddisfa le mie esigenze quotidiane, e non vado oltre. ma qui bisogna ricominciare a sperimentare! e questo meraviglioso pane rustico, per di più con il lievito madre, è perfetto da sperimentare.
    e poi il brot-mix piace tanto anche a me.
    sempre fonte di splendidi spunti, carissima!

    Rispondi
  • 28 aprile 2011 at 18:38
    Permalink

    Ma che meraviglia meravigliosa!!! Lo so che sono sgrammaticata ma è quello che ho pensato quando ho visto le tue foto! Non ho mai usato il Brot-mix ma in un nanosecondo mi hai convinta a provarlo, ho solo una domanda da principiante: hai usato 5 dosi di farina contro 1 di lm, questop perché come dici tu il tuo lm è in ottima forma o potrei provarci anch'io?°Pensa che per ora al massimo ho usato 2 dosi di farina per 1 di lievito…….
    Comunque, come sempre, complimenti vivissimi e la stessa conclusione di sempre: sei grande, unica ed inimitabile.

    Rispondi
  • 28 aprile 2011 at 18:42
    Permalink

    Grazie Anna, davvero troppo buona! 🙂
    Assolutamente provaci anche tu! E' un impasto molle che può prendere solo la forma a ciabatta al limite puoi anche dividerlo in 4 e farne più piccoline.
    Son sicura che ti riesce perfettamente 😉
    Un bacione!

    Rispondi
  • 27 giugno 2011 at 9:17
    Permalink

    Cara Olga, ieri mi sono cimentata nella ciabatta ed è venuta buonissima 🙂 La consistenza della pizza bianca, il sapore del pane, quello vero!
    Però, non avendo il lievito madre (non rimproverarmi, sto per riprovarci!) ho utilizzato il lievito fresco. Ne ho messi 20 grammi, perché ho pensato alla regola di togliere uno zero per trasformare la quantità del LM in lievito fresco, ma 8 gr. mi sembravano pochi e ho optato per una quantità da usare con 400 gr. di farina.
    Ho fatto lievitare l'impasto due ore e poi 40 min. come da ricetta.
    Le due ciabatte, ripeto buonissime (ho avuto il mio primo 8 da Daniele), non sono lievitate tanto quanto le tue (qui la foto http://twitpic.com/5hkgdu). Dipenderà certamente dall'uso del lievito fresco, ma forse avrei dovuto metterne una quantità diversa? Considera che ho utilizzato il mix per pane Mix B/Glutafin/Pandea che finalmente ha eliminato il retrogusto Farmo al quale proprio non mi abituo!

    Grazie in anticipo per delucidazioni e, soprattutto per queste ricette! 😀

    Rispondi
  • 27 giugno 2011 at 9:32
    Permalink

    Cicciola Raffi distrattina!!! Questa ricetta ha sopra in cima il link alla versione con lievito di birra che prevede 6 g di lievito di birra 😉

    Sembra strano ma non lo è affatto… più lievito si usa e meno si apre l'alveolo e soprattutto si crea un effetto di ricaduta con abbassamento del pane… è stato solo il lievito in eccesso 😉

    Se hai provato con la Pandea va bene lo stesso… ma adesso ci tocca sperimentare la nuova Farmo che contiene amido di frumento deglutinato, magari è migliorata 😉

    Un abbraccio Raffi e grazie a te 🙂

    Rispondi
  • 27 giugno 2011 at 10:34
    Permalink

    Grazie 🙂
    La rifaccio con il lievito giusto e ti dico 🙂
    Proverò anche la nuova Farmo perché la vecchia, come la metti la metti, si sente troppo per i miei gusti, soprattutto quando il pane ha due/tre giorni.
    Un abbraccio dalla distrattina, sovente più che -ina 😉

    Rispondi
  • 15 marzo 2012 at 11:49
    Permalink

    acc…io non l'ho fatto riposare x nulla dopo averlo messo sulla carta forno….forse è x questo che è rimasto piatto??

    Rispondi
  • 28 maggio 2013 at 18:23
    Permalink

    Ciao Felix!ho scoperto da poco questo blog di cucina e ne sono felicissima,grazie per tutto quello che fate e condividete con noi! 🙂
    Volevo chiederti un consiglio,io non ho mai cucinato pane sg e non ho neanche particolari forni o impastatrici,mi piace molto l'aspetto di questo pane e vorrei provarci!Volevo chiederti, tu quando parli di 300g di MIX PER PANE intendi
    "140 g di Mix B oppure Mix Biaglut per pane scatola di cartone da 500 g o il Mix pane Nutrifree
    70 g di Glutafin Select o Bezgluten (senza lattosio)
    40 g di Farmo" dovendo poi fare la correzione per avere la corretta miscela per i grammi di farina che mi servono,e poi seguendo i passaggi aggiungere i vari ingredienti,giusto?mentre per il lievito-io non avendo il lievito madre-posso usare 6g di lievito di birra come hai scritto su,ho capito bene?

    Rispondi
  • 29 maggio 2013 at 15:11
    Permalink

    ti ringrazio!credi che possa essere una buona ricetta per iniziare?io,come avrai capito,non sono molto brava…però per un bel pane con una bella crosticina croccante una prova va fatta! :-)credi che possa avventurarmi o puoi consigliarmi una tua ricetta più fattibile (per me)?

    Rispondi
  • 17 ottobre 2013 at 15:08
    Permalink

    Ciao Olga,
    Ho fatto le ciabatte oggi stesso,seguito tuo procedimento passo passo,risultato eccezionale,dentro ha delle bolle fantasmagoriche,(il mio l madreeee) unico neo,mollica umidiccia…infatti la crosta sopra è nerissima e stracroccante,sotto é più chiara,dorata…Ho usato la refrattaria e rispettato i tempi..
    Cosa dici? Comunque me Lo sto mangiando e così buono
    Grazie dei consigli sei strepitosa..

    Rispondi
  • 17 ottobre 2013 at 15:09
    Permalink

    Ciao Olga,
    Ho fatto le ciabatte oggi stesso,seguito tuo procedimento passo passo,risultato eccezionale,dentro ha delle bolle fantasmagoriche,(il mio l madreeee) unico neo,mollica umidiccia…infatti la crosta sopra è nerissima e stracroccante,sotto é più chiara,dorata…Ho usato la refrattaria e rispettato i tempi..
    Cosa dici? Comunque me Lo sto mangiando e così buono
    Grazie dei consigli sei strepitosa..

    Rispondi
  • 17 ottobre 2013 at 15:41
    Permalink

    Credo che la refrattaria non fosse sufficientemente calda, tale da assorbire velocemente tutta l'umidità. La prossima volta mettila più in basso che puoi vicino alla resistenza inferiore. Vedrai che come prendi la mano, verranno come vuoi tu.
    Brava e grazie sempre a te! 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.