Dico Simil Soda Bread perché questa ricetta differisce pochino pochino dall’originale… è un pane particolare semi integrale che si porta in tavola in poco tempo (ideale se si è rimasti senza una briciola di pane) ha anche un gusto ed una consistenza diversi rispetto al pane solito cui siamo abituati… però è buono, rimane morbido dentro e con una bella crosticina.
Ha un sapore rustico che bene si accompagna ai formaggi tutti freschi e stagionati…
Nella versione originale con glutine che avevo trovato su un Enciclopedia della Cucina ci vogliono 300 g di farina integrale e 300 g di farina 00, per il resto è tutto uguale.
Io l’ho provato in due modi diversi: la versione più vecchia la trovate in basso… quest’ultima che vi propongo (senza uovo e con farine diverse) mi è piaciuta di più 😉

 IMG_1134

©Simil Irish Soda Bread©
  • 150 g di mix per pane
  • 150 g di Brot Mix (in realtà io ho fatto metà brot mix e metà glutafin fibre, perché devo smaltire quest’ultima ed ho aggiunto anche 1 cucchiaio di farina di teff)
  • 250 – 270 g di Kefir (il mio era quello già pronto in bottiglietta della BioNova; se non lo avete usate lo yogurt o meglio sarebbe il latticello che dovreste trovare da Naturasì)
  • 12 g di lievito istantaneo per torte salate
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino di zucchero
Ho mescolato tra loro tutti gli ingredienti secchi e poi con l’impastatrice in funzione ho unito il kefir e lasciato lavorare perché il tutto si amalgamasse bene bene.
L’impasto appiccicosetto dovrete lavorarlo su un piano infarinato (io ho cosparso anche con dei fiocchi di miglio… i “glutinosi” ci mettono i fiocchi di avena).
Formate una pagnottina di circa 4 – 5 cm di altezza, schiacciatela un pochino ed incidetela in profondità a croce. Spennellate con acqua e qualche goccia d’olio e cospargete con i fiocchi di miglio se li avete.
Non deve lievitare, quindi infornate subito in forno già caldo a 180 – 190° per 40 – 50 minuti
Sfornate e lasciate freddare bene prima di consumarlo…

Ed il vecchio esperimento…
Pubblicato da me su Cis il 10 aprile 2007

©Pane al bicarbonato con lo yogurt©

  • 300 g di farina agluten
  • 150 g di Mix B
  • 50 g di farina integrale sg (io ho usato la farina di riso integrale non in prontuario, ma si può sostituire
  • con la farina di grano saraceno consentita)
  • 25 g di lievito per torte salate quello istantaneo (come da prontuario AIC)
  • 1 cucchiaio di bicarbonato
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 425 g di yogurt naturale (io ho usato lo Yomo da 500 g bianco magro)
  • 1 uovo (secondo me si può omettere)
  • un pizzico di sale

Mescolate le farine e versate al centro il lievito, il bicarbonato, lo zucchero e un pizzico di sale. In una ciotola sbattete leggermente l’uovo con la forchetta poi versate lo yogurt e amlgamate bene con la frusta. Incorporate il composto alle farine. Lavorate l’impasto e formate una pagnotta dello spessore di 5 cm. Trasferite il pane su una placca imburrata e praticate sulla superficie un’incisione a croce. NON deve lievitare.

Cuocete il pane nel forno già caldo a 180° e fatelo cuocere per circa 50-60 m. Fatelo raffreddare prima di mangiarlo.

Simil Irish Soda Bread
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:                                 

13 Commenti in “Simil Irish Soda Bread

  • 11 gennaio 2011 at 9:00
    Permalink

    Buon anno cara! Hai rinnovato l'arredamento vedo! Bello, allegro e solare…mi piace proprio! un abbraccio!

    Rispondi
  • 11 gennaio 2011 at 9:08
    Permalink

    buongiorno!
    Ti volevo chiedere che versione del bimby hai?

    Ho letto nelle varie ricette che per impastare usi l'impastatrice, ma se si usasse il bimby a tuo parere il risultato sarebbe buono comunque?

    Semmai, vista la tua esperienza, che velocità e tempi consigli?

    Grazie!

    Rispondi
  • 11 gennaio 2011 at 9:17
    Permalink

    Tesoro ma che bello che t'è venuto…davvero troppo brava!
    Un abbraccio e buonissima giornata

    Rispondi
  • 11 gennaio 2011 at 10:51
    Permalink

    Anno nuovo look nuovo, ricette sempre strepitose…senza glutine ma non "senza amore"..un abbraccio a tutte 2 :)

    Rispondi
  • 11 gennaio 2011 at 13:02
    Permalink

    Ciao Fujiko! Sei tornata! Un bacione cara!

    All'anonimo: ciao! Il mio Bimby è il modello TM21, quindi il penultimo.
    A me non è mai piaciuto fare gli impasti nel Bimby per due motivi:
    – le nostre farine sono appiccicose e poi diventa difficile ripulire bene il boccale
    – le nostre farine hanno bisogno di essere lavorate molto bene, ed il Bimby per impasti di pane non ce la fa… a meno di non farli quasi liquidi o di non lavorare con poca farina, massimo 250 g
    La velocità consigliata comunque è quella Spiga (specifica per gli impasti) non più di un paio di minuti.

    Ciao Mari! Grazie e una buona giornata anche a te!

    Libera! Grazie mille cara… hai colto perfettamente nel segno con l'ultimo inciso! Un abbraccio a te!

    Rispondi
  • 11 gennaio 2011 at 18:18
    Permalink

    non ho mai fatto l'irish soda bread, ma mi piace tanto mangiarlo 😛
    io tuo ha un aspetto ottimo e goloso!

    Rispondi
  • 11 gennaio 2011 at 18:19
    Permalink

    Felix, hai provato più varietà di pane sglutinato tu che chi ha scritto l'enciclopedia! mia cara: quanto tempo trascorri giornalmente a cucinare?
    ha un aspetto bellissimo questo pane. Che dire? BRAVISSIMA
    :X :X

    Rispondi
  • 11 gennaio 2011 at 22:45
    Permalink

    io l'avevo fatto a suo tempo, nello stampo, con la ricetta di sabrine di fragole a merenda, era tutto diverso!!!!

    ora mi fai venire voglia di provare anche il tuo, da quanto ti è venuto bene!

    Rispondi
  • 12 gennaio 2011 at 19:37
    Permalink

    Grazie ragazzi :X

    Soniuccia… dunque… generalmente cucino ogni giorno qualcosina che mi fa simpatia, se poi è una preparazione che si articola in più fasi, lo preferisco, mi fa compagnia e mi distrae (anche solo per 5 – 10 minuti) dal lavoro di scrivania…
    Io per altro cucinerei molto ma molto di più… è la bilancia (ed i valori non proprio in linea) che non me lo consentono… quindi centellino le cosine da provare che ho in lista… :)

    Rispondi
  • 12 gennaio 2011 at 23:38
    Permalink

    ah! mi hai preceduta! mi hanno regalato un libricino fantastico pieno di ricette per fare il pane in tutte le sue forme e la mia attenzione era caduta proprio su questa perché… non deve lievitare. In questo periodo ho 0 pazienza e voglia di stare ai fornelli, forse si nota dalle ricette che scarseggiano, ma è un momento di concentrazione su… quale scuola per Alice, richiamo vaccinazioni e questi argomenti per una allergica sono… un po' più impegnativi, ma se ce la fanno gli altri, ce la faremo noi, però cucino sempre le stesse cose, ho meno voglia di fare esperimenti, anche perché Alice sembra essere nella fase del "no, questo non mi piace più mamma…", e quindi mi scappa la voglia di cucinare… a presto, ora sbircio nel "quaderno della Nonna Lele", lei sì che è una vera signora di altri tempi. Quando riesco pubblico un suo piatto che ha rispolverato per la cena diNatale… a presto;)

    Rispondi
  • 14 gennaio 2011 at 18:20
    Permalink

    Mi piace così tanto l'irish soda bread (ne postai uno integrale tempo fà!) mi ispira questa versione!!! segno subito!
    carinissimo il nuovo look! :)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>