Agosto di riposo? Anche dal blog? Sì per me un pochino ci vuole, mai come quest’anno mi ritrovo stanchissima, prosciugata anche e soprattutto psicologicamente, quindi necessito di una bella ricarica… e nello stesso tempo di staccare la spina dal web (luogo sicuramente utile, ma non sano).
Un pane però ve lo lascio, buonissimo, semintegrale e lo fa tutto la macchina del pane, mi ci nutro da 1 mese circa, quindi è supertestato 😉
Il pane fotografato è con 10 g di lievito di birra fresco, ma le volte successive ho preferito usarne 8 g, perché così si mantiene più morbido qualche giorno in più. Vi verrà 1 cm circa più basso, ma sempre con quella bella cupoletta. Io di solito non lo spennello, ma se lo volete colorato, spennellatelo poco di acqua e olio prima che parta la cottura.

 

Pane Semintegrale in Macchina del Pane ©Senza Glutine©

  • 360 g del Mix di farine dietoterapeutiche per pane
  • 60 g di Brot Mix Schar
  • 400 g di acqua
  • 20 g di olio
  • 8 – 10 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di zucchero o di miele o di malto di mais/riso 100%
  • 1 cucchiaino di sale
  • semini a piacere: semi di lino, sesamo, papavero

Tutto nel cestello della macchina del pane a partire dai liquidi, sale e zucchero agli angoli opposti, le farine, i semini, poi fate un buchino e ci sbriciolate il lievito.
Impostate il programma Pane Integrale, che nella mia macchina dura 3 h e 40 minuti, altrimenti il programma Pane Francese. Lasciate fare a lei e fine del lavoro…

Questa la cupoletta che sbuca dal cestello

e questo il pane nella sua interezza, sullo sfondo è la mia macchina del pane. Il pane è molto buono, morbido, e si mantiene molto bene finché non finisce, considerate che io lo mangio senza scaldarlo.
Pane Semintegrale in Macchina del Pane
Stampa&Invia...
Condividi:
Share
Taggato in:     

23 Commenti in “Pane Semintegrale in Macchina del Pane

  • 31 luglio 2011 at 7:51
    Permalink

    Noto con soddisfazione che anche ad una brava come te il pane in superficie viene più chiaro!
    In ogni caso mi copio la ricetta che in vacanza ci sto andando anche io e ho bisogno di un pane veloce e buonissimo!

    Rispondi
  • 31 luglio 2011 at 8:07
    Permalink

    Grazie 🙂

    Stef è la cottura con la MDP che lo rende chiaro, anche con le farine glutinose si scurisce meno. Ma basta spennellarlo con un po' di olio e acqua prima che parta il programma cottura e si colora perfettamente, io non lo faccio per pigrizia e per non aggiungere altri grassi. Ma il pane che contiene al suo interno più di 20 g di olio diventa scuro… ho un panfocaccia con la mpd da postare… che è colorato preciso.
    Ad ogni modo il nostro pane rimane più chiaro di quello con glutine appunto perché manca il glutine. La colorazione della crosta tecnicamente si chiama "reazione di Maillard" e tale reazione avviene soprattutto grazie al coinvolgimento delle proteine. Il glutine è una proteina e quando essa manca la reazione avviene in maniera molto più blanda, per cui la colorazione va aiutata con gli zuccheri e i grassi. Un prodotto che al suo interno contiene più olio o burro o più zucchero si colora quanto quello glutinoso 😉

    Rispondi
  • 31 luglio 2011 at 8:32
    Permalink

    bellissimo questo pane….certo che la macchina del pane e' proprio utile!!
    Carissima buone vacanze e buon riposo!!!!!

    Rispondi
  • 31 luglio 2011 at 13:31
    Permalink

    O lo fsi in maniera tradizionale o con la mdp ti viene sempre magnifico.

    Baci e … goditi questi giorni di relax perché io, ovunque stia, ti seguo.

    baciottoli da me, Davide e Carmine

    Claudia

    Rispondi
  • 31 luglio 2011 at 13:36
    Permalink

    :D! Che sorpresa! Ti avevo chiamato poco prima delle 13.00, ma sicuramente sguazzavi a mare ;)⛵

    Un bacione a Voi! ❤

    Grazie Nicoletta un bacione!😊

    Rispondi
  • 31 luglio 2011 at 15:28
    Permalink

    Beh, siamo proprio telepatiche, stavo per scriverti per avere una ricetta decente, visto che a me il pane piace semi-integrale ed usando da poco la nuova farina Biaglut non avevo avuto dei risultati molto convincenti (esteticamente, perchè il sapopre è ottimo); adesso, leggendo la ricetta, ho capito che forse sbagliavo la dose dell'acqua. Farò la prova non appena finisco il pane che ho (io lo divido in fette che poi congelo in pacchetti da 4 fettine che scongelo secondo le necessità).

    Rispondi
  • 31 luglio 2011 at 16:35
    Permalink

    Provalo Domedì, comunque quando si usa il Brot Mix occorre quasi sempre andare a parità di peso tra farina e acqua. Speriamo che la ricetta ti sia utile.
    Un bacione 🙂

    Rispondi
  • 1 agosto 2011 at 15:29
    Permalink

    cavoli bello!!!! ^__^ hai ragione certe volte una vacanza anche dal web serve 🙂

    Rispondi
  • 29 agosto 2011 at 19:03
    Permalink

    Buono,buonissimo e si può veramente mangiare senza scaldarlo! La prima volta l'ho fatto cuocendolo come pane francese, tempo 3 ore e 40 e mi ha aperto il coperchio della MdP!!! Pensavo non finisse più di crescere :). Oggi ho usato il programma per pane senza glutine ( 2 ore e 20 ). Ha toccato il coperchio ma non è uscito fuori. Buonissimo!!
    Grazie Felix.

    Rispondi
  • 30 agosto 2011 at 6:27
    Permalink

    Evviva Gio!!! Sono proprio tanto contenta!

    Grazie a te 🙂

    Rispondi
  • 5 marzo 2012 at 17:25
    Permalink

    L'altro ieri provata qs ricettina con Mdp e … fantastico!! Ho fatto lievitare un pò di più spegnendo la macchina e ritardando la cottura di circa 35 min ma poi è cresciuto benissimo; buono buono e si mantiene mooooolto bene. Grazie 1000

    Rispondi
  • 1 maggio 2012 at 20:13
    Permalink

    Sono tutte ricette fantastiche, ma noto che in nessuna si usano semplici farine di riso mais o g.saraceno, ma sempre i Mix comprati in farmacia o reparto celiachia del supermarket. Io diffido dagli additivi che ogni farina contiene, vorrei usare solamente le farine, così al naturale. Secondo voi vado verso un fallimento sicuro? Mi pare che senza addensante le farine gluten free non "leghino"…. ma io la gomma di guar non la voglio mangiare……

    Rispondi
  • 1 maggio 2012 at 21:59
    Permalink

    Grazie mille!! Domani proverò… ho letto in rete alcune notizie su xantano e gomma di guar che non mi confortano affatto, invece ho trovato un addensante macrobiotico che voglio andarmi a comprare subito (il kudzu). Proverò a pasticciare:) ma senza xantano e gomma di guar il pane cosa fa? si sfalda? ciao da martina:)

    Rispondi
  • 2 maggio 2012 at 6:31
    Permalink

    A parte che tiene di meno, in ogni caso devi necessariamente metterlo dentro uno stampo, perché da solo in piedi non ci sta e ti verrà con una consistenza più umida tipo torta…

    Rispondi
  • 14 febbraio 2015 at 10:17
    Permalink

    Ciao ,è possibile sostituire il brot mix con la farina di grano saraceno ?cambia il quantitativo di acqua ?grazie mille :-):-)

    Rispondi
  • 17 febbraio 2015 at 10:42
    Permalink

    Sì Enrica 🙂 meglio se usi quella di grano saraceno bianca. L'acqua rimane all'incirca la stessa al limite giusto 20 g in meno

    Rispondi
  • 21 marzo 2016 at 13:24
    Permalink

    Ciao felix, ho fatto questo pane ed è venuto buonissimo, però trovo che non va molto bene x i panini in quanto si sbriciola moltissimo….. Non so se è x che ho usato delle fette scongelate… Mi puoi consigliare un pane nella mdp che abbia la fetta piu compatta?
    Grazie mille 😘😘

    Rispondi
    • Felix
      21 marzo 2016 at 23:18
      Permalink

      Aumenta il Brot Mix: fai 300 di bianca e 120 di Brot

      Rispondi
  • 3 febbraio 2017 at 15:28
    Permalink

    Carissima Olga, sto girando da qualche tempo sul tuo blog perché da 6 mesi ho scoperto di essere celiaca. Non vorrei usare troppe farine dietoterapeutiche e ho cercato di arragiarmi sempre con farine naturali, ma ovviamente non ho mai fatto il pane…vorrei comprare una macchina per il pane, anche consigliata da una mia amica, ma prima vorrei sapere se è possibile usare farine naturali, oppure devo preparami a una serie di fallimenti per ripiegare sulle blasonate farine dai 2000 ingredienti?
    Intanto ti ringrazio per il lavoro meraviglioso che stai facendo!
    Federica

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.