Il Buchteln è un dolce tedesco-austriaco e consiste in una brioche morbida e poco dolce, perchè in genere farcita con crema o marmellata, non è altro che un danubio dolce.
Questo non è farcito, ma nulla vi vieta di farlo dopo, con l’ausilio di una siringa per dolci.

buchteln3

©Buchteln senza glutine©

ricetta da me inserita su Cucinainsimpatia il 22 novembre 2007

Ingredienti

  • 350 ml di latte tiepido
  • 80 g di zucchero
  • 40 g di burro morbido
  • 2 uova
  • scorza di limone grattugiata
  • 100 g di farina agluten per pane
  • 220 g di Mix B
  • 150 g di Farmo Fibrepan o Farmo low protein
  • 20 g di fecola di patate (come da prontuario)
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • zucchero a velo vanigliato (fatelo voi: polverizzate lo zucchero nel macinacaffè o nel mixer. Riponetelo dentro un barattolo con un pezzo di bacca di vaniglia)

Preparazione:

Fate un impasto con la farina, il latte, lo zucchero ed il lievito e lasciate riposare in luogo caldo per 15 minuti.
Riprendete l’impasto mettelo nella macchina del pane e durante l’impasto aggiungete le uova, uno per volta, non aggiungete il successivo se il primo non è stato assorbito ed infine il burro e la scorza di limone. Lasciate lievitare alla macchina.
Poco prima che termini la lievitazione preparate un piano di lavoro ben infarinato.
Prelevate l’impasto che sarà molto morbido ma facilmente lavorabile con le mani ben infarinate.

Buchteln1

Modellate delle palline di 100 g di peso e posizionatele dentro una teglia coperta da carta da forno

buchteln2

Mettete la teglia in forno, per la seconda lievitazione a 20° per 15 minuti e non di più, coperta da carta da forno. Trascorso questo tempo spennellate il buchteln con burro fuso.
Fate cuocere per 30-35 minuti a 190°
Sfornatelo e spolveratelo abbondantemente di zucchero a velo.

Con un po’ di impasto ho preparato delle brioche singole

Buchteln4

Se volete farcirli vi consiglio di tenere l’impasto leggermente più sodo aggiungendo 300 ml di latte piuttosto che 350 ml.
E per farcirli dovrete appiattire ogni pallina con le mani ed aggiungere un cucchiaino di ciò che preferite, richiudere e procedere con la seconda lievitazione e la cottura.


Lo riproverò con la DallaGiovanna per dolci lievitati 😉

Un abbraccio!

Olga

Buchteln – Danubio Dolce
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:             

25 Commenti in “Buchteln – Danubio Dolce

  • 12 ottobre 2015 at 16:08
    Permalink

    Ciao Olga, non ho lamaccjina del pane mail nuovo Bimby, potresti indicarmi il procedimento? Inolte posso usare solo farina DallaGiovanna per lievitati? Graziemi,,e Silvia

    Rispondi
  • 12 ottobre 2015 at 16:54
    Permalink

    Allora aspetto la DallaGiovanna ;))

    Rispondi
  • Felix
    12 ottobre 2015 at 17:10
    Permalink

    Silvia se intendi usare il Bimby sfrutta la funzione spiga, ma fai mezza dose in modo che impasti adeguatamente senza che le lame brucino l’impasto rovinandolo. Se utilizzi la DallaGiovanna per dolci lievitati calcola che tra uova e latte ci vuole una idratazione di circa l’86%

    Va bene Edda :)

    Rispondi
  • 23 ottobre 2015 at 6:23
    Permalink

    Ciao Olga, al posto della Agluten per pane quale farina posso usare? Grazie.

    Rispondi
    • Felix
      23 ottobre 2015 at 8:13
      Permalink

      Peccato non averla quella farina, puoi aumentare la Farmo

      Rispondi
  • 23 ottobre 2015 at 16:44
    Permalink

    Grazie. 😉
    Ho anche quella del molino dallagiovanna per dolci lievitati ma ho paura di sbagliare l’idratazione.

    Rispondi
    • Felix
      23 ottobre 2015 at 20:14
      Permalink

      Corina prova con la Giovanna allora, 86% di idratazione 😉

      Rispondi
      • 11 novembre 2017 at 8:48
        Permalink

        Cara Olga
        Usando la farina dalla Giovanna per dolci lievitati, devo miscelarla con altre farine o devo usarla da sola? Inoltre, cosa si intende per idratazione del 86% fra uova e latte? Grazie!

        Rispondi
        • Felix
          9 dicembre 2017 at 15:57
          Permalink

          Sì da sola, che devi calcolarti l’86% e quello che ti risulta è il peso complessivo delle uova e del latte che vanno aggiunti

          Rispondi
  • 26 ottobre 2015 at 13:28
    Permalink

    Ciao Olga ,
    ho provato a realizzare questo dolce , ma ho riscontrato tanta difficoltà nella fase
    dell’impasto a mano … mi è venuto appiccicosissimo , non riuscivo a lavorarlo :-(
    ho aggiunto farina .. sicuramente troppa :-( infatti dopo la cottura il dolce era
    buono di sapore ma asciutto asciutto ….
    cosa potrei aver sbagliato ?? :-(
    grazie mille

    Rispondi
    • Felix
      27 ottobre 2015 at 9:23
      Permalink

      Ciao Elena :) hai usato la stessa farina? Alla prossima lavora con le mani ed il piano di lavoro unti piuttosto che infarinati.

      Rispondi
  • 31 gennaio 2016 at 16:52
    Permalink

    Buonasera Olga, sto provando a fare questo dolce, ma non ho la macchina del pane…ho impastato con impastatrice, quando poi aggiungo le uova e impasto sempre con impastatrice, quanto devo lasciare lievitare?
    grazie!

    Rispondi
    • Felix
      1 febbraio 2016 at 10:33
      Permalink

      Circa un paio d’ore di lievitazione :)

      Rispondi
  • 25 marzo 2016 at 15:41
    Permalink

    Ciao! Neanche io ho la mdp e volevo sapere se per le lievitazioni vanno rispettati i tempi o se devo aspettare il raddoppio dell impasto…forse solo in quella prima di formare le.palline?
    Grazie!

    Rispondi
    • Felix
      25 marzo 2016 at 16:04
      Permalink

      È’ sufficiente che tu veda l’impasto raddoppiato e poi formi le palline :)

      Rispondi
  • 13 settembre 2017 at 10:19
    Permalink

    ciao, ti avevo già chiesto informazioni riguardo il mix di farine (farmo, glutafin, agluten) se erano adatti per la pizza, e devo fare la spesa di quelle farine.
    tuttavia vorrei provare a fare questo dolce,ma non vorrei dover prendere anche la mix, siccome ho già in lista nutrifree per dolci, farmo fibrepan, glutafin ( probabilmente anche la nutrifree per pane) e l’agluten per pane, volevo sapere se è possibile sostituire la mix B con una di queste senza rimetterci nel risultato finale
    Grazie :)

    Rispondi
  • Felix
    14 settembre 2017 at 14:29
    Permalink

    Io piuttosto toglierei anche l’altro uovo e lascerei invariato il latte, però fai i tuoi esperimenti in libertà :smile:

    Grazie a te :)

    Rispondi
  • 27 settembre 2017 at 10:44
    Permalink

    Buongiorno!!!
    Io non ho la macchina x il pane, se miscelo prima i liquidi e poi aggiungo le farine, faccio un pasticcio?
    Grazie!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>