Di questo pane mi sono innamorata “Accantoalcaminetto” di Libera… poi son risalita alla fonte originaria in “Maremma“(qui in versione con lievito madre liquido).
Ovviamente l’ho riadattato con le farine senza glutine a nostra disposizione 😉
Questa è la seconda volta che lo realizzo. La prima volta è venuto ottimo di sapore, ma ho sfasato i tempi di lievitazione e quindi non è riuscito con la “faccia” che volevo io 🙂

Pane Tedesco alla Birra

Versate la birra, l’acqua tiepida, il miele o il malto di riso nella ciotola dell’impastatrice.
Unite il lievito di birra e scioglietelo… fatelo riposare 5 minuti, il tempo di procurarvi le farine che vi servono e mescolarle insieme.
Azionate l’impastatrice unite la farina cucchiaio per cucchiaio e solo alla fine il sale e il burro.
Fate lavorare la macchina a velocità sostenuta per 5 minuti.
Coprite e fate lievitare per 4 ore… non di più mi raccomando, se passa di lievitazione l’impasto se ne va per conto suo e diventa ingestibile.
Un modo per vedere se l’impasto è lievitato (oltre che quello strafamoso della pallina di impasto in acqua che se sale a galla indica la lievitazione avvenuta) è quello di pigiarlo con un dito: se la fossetta risale subito (quindi non restano segni) allora deve lievitare ancora un po’, se invece rimane ci siamo!
Prendete l’impasto lavoratelo su un piano infarinato (non dovete distruggerlo e strapazzarlo, ma lavorarlo per dargli la forma a palletta) bagnate la pagnottina con acqua e pochissimo olio e fatevi aderire i semi di girasole o quelli da voi prescelti. Praticate un taglio a croce e coprite a campana…
Fate lievitare 1 ora e 10 minuti circa. Quando mancano 30 minuti alla fine accendete il forno su 250° con dentro la refrattaria ed una pentolina di pirex senza coperchio.
Adagiate la pagnotta sulla refrattaria e coprite con la pentola di pirex capovolta a mo di coperchio come vedete qui : 40 minuti coperto e 20 minuti scoperto.

Sfornate e fate freddare sulla gratella…

Tagliato ancora tiepido… se date un’occhiata ai fratellini con glutine vi accorgerete che non è questo un pane da enorme alveolatura, ma da piccoli buchini regolari (leggermente umido), mollica compatta e molto morbida che serve per accompagnarlo ad un ottimo prosciutto crudo o a burro e salmone…
Si capisce che è tanto buono e soffice?
Per quanto di burro ce ne sia pochissimo… se ne sente molto bene il profumo (è un pane profumatissimo) e in modo equilibrato il sapore, quindi mi raccomando usate un burro di buona qualità 🙂
Pane Tedesco alla Birra
Stampa&Invia...
Condividi:
Share
Taggato in:                         

19 Commenti in “Pane Tedesco alla Birra

  • 8 marzo 2011 at 8:12
    Permalink

    Ciao Felix, ma che bello, sai che questo pane ha conquistato tutti? Ora, come sai, ho un periodo "no" per cui sono in "stand by" ma appena mi riprendo lo voglio fare col lievito madre….un bacione e buona giornata.
    Penso che riporterò il post anche sul "camino", è lì che deve stare: accantoalcamino 😀

    Rispondi
  • 8 marzo 2011 at 9:21
    Permalink

    Stupendo! Credo proprio che lo proverò…
    In caso di riuscita (anche se non verrà bene quanto il tuo) lo posterò (citando ovviamente TUTTE le fonti) sul mio blog!!!
    Brava Felix… sei sempre un vulcano di idee gustosissime!

    Rispondi
  • 8 marzo 2011 at 10:02
    Permalink

    Me ne sono innamorata anch'io, guarda che aspetto che ha!!! Croccante fuori e morbido dentro!! Uno spettacolo, ti è venuto proprio un incanto!!!
    Bravissima e tantissimi auguri per questa festa!! Un abbraccio carissima!!

    Rispondi
  • 8 marzo 2011 at 10:17
    Permalink

    Carissima, ti faccio tanti auguri perchè sei una donna "speciale" . Questo pane alla birra è uno dei miei primi esperimenti quando ho comprato il tuo libro, e l'ho trovato gustoso…..
    Ancora auguri!!!!!

    Rispondi
  • 8 marzo 2011 at 14:52
    Permalink

    non, non si capisce quanto è morbido, urge un controllo qualità!! ;))) è troppo bello e moooolto alveolato. Bravissima Olghina e bacioni :X

    Rispondi
  • 8 marzo 2011 at 17:30
    Permalink

    eccomi… ora che ho letto meglio tutto e con calma capisco cosa mi spiegavi stamattina… a vederlo sembra veramente Pane

    me lo preparo io per me, poi se il celiaco di casa lo snobba peggio per lui! e mi compero pure burro e salmone… ecco!

    Vale

    Rispondi
  • 8 marzo 2011 at 19:37
    Permalink

    ha un aspetto superbo! 🙂
    mando subito la ricetta alla mia amica 'tedesca'
    buona serata

    Rispondi
  • 8 marzo 2011 at 22:27
    Permalink

    Grazie a tutti 🙂
    Tanti auguri anche a Voi ragazze per una festa che non mi ha mai entusiasmato a dire il vero, ma che forse quest'anno ha un significato particolare…

    Un abbraccio!

    Rispondi
  • 9 marzo 2011 at 6:18
    Permalink

    Ciao Felix carissima, sono Tamara di unpezzodellamiamaremma, ho visto il "mio" pane, ovviamente anche io, come puoi vedere, l'ho prelevato da un libro, mi fa molto piacere che ti sia piaciuto, è un pane splendido che si mangia anche da solo, è corposo. ti aspetto, ci sono anche delle crepes con farina di riso e di grano saraceno, un caro saluto..

    Rispondi
  • 15 marzo 2011 at 12:45
    Permalink

    Che meraviglia!ho una domanda: è possibile riadattare la ricetta per la macchina del pane? Hai mai provato? mi piacerebbe molto provare questo pane, e per il momento sto imparando ancora ad usare la macchina del pane…:))

    Rispondi
  • 15 marzo 2011 at 12:52
    Permalink

    Ciao Norina benvenuta! 🙂
    No non ho provato con la macchina del pane, ma secondo me riesce bene: semplicemente devi provare a separare la lievitazione dalla fase cottura.
    Spiego:
    metti tutti gli ingredienti nel cestello e fai partire il programma impasta e lievita, al termine del programma lo lasci dentro fino a che non lo vedi gonfio (calcola cioè che passino 4 ore)
    E poi fai partire il solo programma di cottura…
    Spero che la tua macchina del pane abbia il solo programma cottura 🙂
    Fammi sapere poi!
    Un bacione 🙂

    Rispondi
  • 24 novembre 2016 at 10:22
    Permalink

    Fatto!
    E…. Che delizia… La birra credevo fosse piu presente ma andava bene cosi…
    😛 Piano piano i miei pani migliorano… Esteticamente ma soprattutto di gusto.
    É proprio un ricetta insolita ed é per questo che é divertente farla!:) il risultato é la!!!

    Rispondi
    • Felix
      24 novembre 2016 at 10:42
      Permalink

      Dipende anche dalla birra che si usa, chi può usarne più corpose (con glutine) la sente di più. L’importante è che ti sia riuscito, grazie 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.