Lo cercavo sul blog: “possibile che non ci sia un post dedicato”? Infatti non c’era!
Mea culpa, rimedio subito! Per favore non cambiate le farine! E’ un equilibrio delicatissimo questo: molto di più rispetto al mix pane e a quello per brioche. Non è la ricetta in sé, ma è il mix che fa la ricetta, mi sono spiegata?

E anticipo subito che questo mix come l’effetto di friabilità non sarebbero possibili senza l’ingresso sul mercato dell’amido di frumento deglutinato e della Glutafin Select: sono 8 anni pieni che cerco di ottenere la friabilità da queste farine e quindi mi sono resa conto subito del punto di svolta.

Non penso si possa immaginare quanti impasti ho cotto con i quali sono stata sul punto di rompermi i denti e senza esagerare. Oppure impasti sempre a effetto crudo e irrimediabilmente duri: qualcuno poi mi spiegherà come un impasto può essere crudo e duro nello stesso tempo. O ancora impasti terribilmente unti!
Mi ci avvicinai ad un risultato discreto con il Mix it DS più una farina per pane tipo Mix B (già usando la Farmo ad es. al posto del Mix B veniva fuori un disastro).
Poi è arrivata la Glutafin.
All’inizio la provavo mescolata ad una sola farina per pane: Glutafin + Mix B, risultato buonino ancora non sufficientemente friabile.

Poi ho provato così e vi assicuro che funziona 😉 Inoltre questo mix vi dà la possibilità di realizzare impasti molto molto lavorabili senza burro, uova e lievito di alcun tipo :)

per il dosaggio dei liquidi potete tranquillamente attenervi alla ricetta di partenza glutinosa, aumentando di poco poco l’acqua e anche se dentro l’impastatrice l’impasto vi sembra non poter prendere coesione, prima di aggiungere liquidi provate a compattarlo a mano lavorandolo bene 😉
E nella scelta del liquido da aggiungere sempre acqua e non olio in più mi raccomando, altrimenti si rischia il trasudo, gli amidi son tremendi a contatto con i grassi!
La pasta fillo ad esempio ha bisogno che i fogli siano asciutti, perché deve rimanere ben visibile lo stacco tra un foglio e l’altro quando son sovrapposti.

Dovrete essere rigorosi: non cambiate le farine, l’unica variazione concessa per rendere il mix accessibile agli intolleranti al lattosio è l’uso al posto della Glutafin della Bezgluten e della Farmo senza lattosio all’interno del mix pane, quindi:

  • 100 g di Mix di farine dietoterapeutiche per pane (con dentro Mix B o Nutrifree, Bezgluten, Farmo senza lattosio)
  • 150 g di Bezgluten o Revolution Pane

La Bezgluten non rende proprio nello stesso modo, ma in ogni caso in modo di molto superiore al Mix it DS (pure senza lattosio). Inoltre vuole un pochino più di acqua rispetto alla Glutafin

Per adesso non mi sovviene altro se non che con lo stesso mix ci viene una buona pasta fresca senza uova 😉
Di seguito vi inserisco i link alle ricette realizzate in questi anni, vedrete grammature diverse, ma voi usate il mix nelle proporzioni indicate sopra:

Kombu crackers
Crackers al Sesamo
Pasta Matta
Torta di Pasta Matta al Crisp
Tarallini Profumati da Passeggio
Taralli con Lievito Madre
Focaccia di Recco

La fragranza di crackers, taralli e pure i grissini (poi mettiamo la ricetta) si è sempre mantenuta anche oltre la settimana, conservateli dentro un sacchetto per congelare tipo cuki o dentro una boccia di vetro.

Come sempre queste ricette vanno bene per esercitarvi, ma poi è giusto rendervi indipendenti ed adattare le Vostre ricette.
I mix di farine li ho pensati per questo: servono a rendervi indipendenti in cucina, liberi dal giogo della celiachia (almeno a casa propria) e senza avere bisogno che per realizzare quello che vi piace aspettiate che la ricetta venga dal “cielo” o da chissà quale anima “tenera” magari neppure celiaca in prima persona, ma che “guarda caso” ha a cuore la nostra sorte… con le ricette degli altri…

Come al solito Vi abbraccio :) e adesso vediamo se ce la faccio ad andare in vacanza per davvero!

Mix di Farine Dietoterapeutiche Di Felix per Impasti Friabili, tipo crackers, grissini, taralli, torte salate, etc…
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someonePrint this page
Share
Taggato in:             

31 Commenti in “Mix di Farine Dietoterapeutiche Di Felix per Impasti Friabili, tipo crackers, grissini, taralli, torte salate, etc…

  • 27 luglio 2012 at 14:19
    Permalink

    ma la glutafin è nuovamente in commercio? mi avevano detto che era fuori produzione….

    Rispondi
  • 27 luglio 2012 at 14:22
    Permalink

    Sì ma quando torno mi metto a tavola da te insieme ai tuoi 4 gioielli :)

    Un abbraccio e grazie amica mia :*

    Rispondi
  • 27 luglio 2012 at 16:03
    Permalink

    post utilissimo grazie!! se non ci foste bisognerebbe inventarvi 😀 buonissime vacanze e baci :-X

    Rispondi
  • 28 luglio 2012 at 5:30
    Permalink

    Sai che sfogliando il libro questo è uno di quell'impasti che devo fare assolutamente….più l'altra metà del libro :)
    Un abbraccio
    Anna

    Rispondi
  • 30 luglio 2012 at 20:37
    Permalink

    i vostri post sono bellissimi non solo per chi è intollerante ma anche per chi come me ha un amica celiaca, e posso preprare sempre qualcosa di diverso dal solito riso ^_^

    Rispondi
  • 31 luglio 2012 at 6:28
    Permalink

    Ottima direi….fatta ieri sera in velocita' dopo aver letto il post….e' piaciuta a tutti…farcita solo con mozzarella e prosciutto cotto…grazie..un abbraccio.Gabriella

    Rispondi
  • 2 agosto 2012 at 8:49
    Permalink

    vengo qui dalla pasta fillo, proverò subito questo mix. sempre più brave!
    e, ovviamente, super-grazie!

    Rispondi
  • 3 agosto 2012 at 10:48
    Permalink

    Mi state mettendo in crisi la farmacia di riferimento! L'altro giorno ho chiesto di ordinarmi la farina Farmo e quella Pandea perchè volevo fare la brioche senza impasto…alcuni giorni per trovarmela, ma poi è stata una squisitezza! Ora provo a procurarmi questa glutafin…grazie mille per i vs. suggerimenti!
    Ellen
    di Alice&Ellen http://paneamoreceliachia.blogspot.com

    Rispondi
  • 28 novembre 2014 at 11:38
    Permalink

    Buongiorno vorrei provare a fare le cassatelle di agira.
    La ricetta prevede glutinosa:
    750g di farina 00
    375 g strutto
    175 g zucchero
    1 uovo
    Acqua circa 100 g.

    Posto che non uso il mix di farine naturali perché non trovo ne tapioca ne xantano. Quali farine m consigliate di mescolare? Questo mix per impasti friabili potrebbe funzionare? Oppure mi consigliate una buona farina per dolci? Si accettano consigli.

    Grazie

    Rispondi
  • 14 novembre 2015 at 18:10
    Permalink

    Van bene i taralli, i cracker, ecc.. ma io che son sabauda son cresciuta a grissini! In più domenica 22 tutti a casa mia x festeggiare la cresima con menù ‘all gluten free’.. Non mi abbandonare proprio sul più bello.. 😔hai tenuto nel cassetto e mai pubblicato una ricetta x grissini? Grazie😍Sabrina&Francesca

    Rispondi
  • Felix
    15 novembre 2015 at 8:26
    Permalink

    Con lo stesso mix fai anche i grissini! E verremo a farli a Torino tra l’altro il 27 novembre, la ricetta c’è, appena torno a casa ti dico come farli :)

    Rispondi
  • 22 dicembre 2015 at 14:18
    Permalink

    Il 27 ho saputo troppo tardi che saresti stata torinese x un giorno.. 😕😢ma appena riesci aspetto con ansia la ricetta dei grissini. La considererò un regalo di Natale. 🎄Sabrina la piccola grande Francesca

    Rispondi
  • 17 luglio 2016 at 12:26
    Permalink

    Ciao Felix
    Perdonami ma per avere la ricetta completa di liquidi dove devo indirizzarmi?
    Grazie

    Rispondi
    • Felix
      22 luglio 2016 at 15:18
      Permalink

      Ciao Angela :) ricette con questo mix sono sparse nel blog (cerca grissini, crackers, focaccia di recco, taralli); in ogni caso il mix serve anche per riadattare le proprie ricette per cui prendi una tua ricetta di crackers o grissini o taralli etc… e sostituisci la farina 00 con questo mix. Si deve ottenere, in questi casi) un panetto sodo come quello che si ottiene con glutine, per cui l’assorbimento di liquidi diventa poco di più rispetto a quello tradizionale.

      Rispondi
  • 20 settembre 2016 at 15:13
    Permalink

    CIAO OLGA VOLEVO CHIEDERTI SE QUESTO MIX POTEVA ANDARE BENE PER LE CIAMBELLINE AL VINO (IO SONO INTOLLERANTE ANCHE AL LATTOSIO) PERCHè FINO ADESSO SONO RIUSCITA A FARLE BENE SOLO CON LA REVOLUTION MA TENDONO AL VIOLA E SONO UN PO’ SPACCADENTI, …. IL MIX PANE CHE MI HAI DATO AL CORSO CON CLAUDIA FA UN PANE DAL SAPORE MOLTO RUSTICO PER FARE UN PANE TIPO BAGUETTE MENO CASARECCIO COSA POSSO MODIFICARE? POI TI VOLEVO CHIEDERE PER FAVORE UN MIX DI FARINE DIETOTERAPEUTICHE PER CIAMBELLONI .
    GRAZIE VANIA
    p.s SCUSA SE CHIEDO TROPPO MA PURTROPPO NON HO TANTO TEMPO PER SPERIMENTARE…GRAZIEEEE UN ABBRACCIOOOOO

    Rispondi
  • 9 febbraio 2017 at 12:09
    Permalink

    Ciao Olga,
    il link per la pasta fillo non funziona e non trovo la ricetta sul blog… è la stessa della pasta wonton per gli involtini primavera?

    Rispondi
    • Felix
      9 febbraio 2017 at 12:13
      Permalink

      Hai ragione Stefano, no non è quella, la devo reinserire, altrimenti se aspetti un attimo te la scrivo tra i commenti presa dal libro ZeroGlutine :)

      Rispondi
    • Felix
      9 febbraio 2017 at 13:52
      Permalink

      Ecco la ricetta che corrispondeva a quel link :)

      Ingredienti per la pasta fillo:
      250 g di mix di farine per impasti friabili
      100 g di acqua calda
      3 cucchiai di olio di oliva
      1 pizzico di sale
      Burro q.b.

      Preparazione della pasta fillo:
      Versare le farine nell’impastatrice, aggiungere 100 g di acqua calda, l’olio ed il sale. Se l’impasto fatica ad amalgamarsi aggiungere l’acqua a piccolissime dosi finchè non si avrà un composto molto sodo ma morbido e facilmente lavorabile a mano. Fare riposare il tutto per circa 30 min.
      Trascorso il tempo di riposo, iniziare a tirare le sfoglie con la macchina per pasta. Iniziare dalla 1^ tacca ed aumentare le tacche, una per volta, fino ad ottenere delle sfoglie di pasta sottilissime, devono essere quasi trasparenti. Spennellare la superficie delle strisce ottenute con il burro e sovrapporle per un totale di 4 sfoglie.

      Rispondi
      • 10 febbraio 2017 at 11:00
        Permalink

        Grazie Olga, sei un mito !!! La provo questo week end… con una preparazione di Cracco vista in tv 😉

        Rispondi
        • 10 febbraio 2017 at 11:45
          Permalink

          tra l’altro… se non la uso tutta… si può congelare ?

          Rispondi
          • Felix
            11 febbraio 2017 at 14:02
            Permalink

            A patto di consumarla comunque nell’arco di una settimana. I nostri impasti crudi sono delicatissimi il congelamento tende a rovinarli disidratandoli, per cui rischi che ti si spezzi.

  • 9 marzo 2018 at 9:35
    Permalink

    Ora che la Glutafin è fuori produzione, cosa
    consigli? Bezgluten? Si trova ancora?

    Rispondi
    • Felix
      9 marzo 2018 at 12:32
      Permalink

      Sì è ancora in produzione, ma non ha più l’amido di frumento deglutinato dentro, per cui usa la Revolution pane e pizza

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>